Spettacoli Teatro della Cooperativa

Il Teatro della Cooperativa di Milano presenta i prossimi spettacoli in scena


Filax  Anghelos
FIGLIA DEL BOOM
Atto primo
PRIMA NAZIONALE
19 GIUGNO - 1° LUGLIO

A nessun tipo di potere, spirituale o temporale, è stato mai concesso, come a quello sordido, attuale in corso il privilegio perfido e raro di infiltrarsi attraverso le fitte maglie della ragione per andare ad insinuarsi negli anfratti più reconditi e nascosti dello spirito umano nel bieco tentativo di: A) Minare. B) Costringere... C) Mutilare, le ali della - a seconda di come la si preferisca chiamare - fantasia o follia? E del suo libero, poetico vagare.

Filax (custode) e Anghelos (Angela) sono una sola persona che, fra le mura di un manicomio, vive uno sdoppiamento di personalità in cui sono condensati i mutamenti più laceranti avvenuti nel nostro Paese dal dopoguerra a oggi.
Angela è una infanticida che immagina di preparare un attentato in una grande cattedrale in cui verranno dilaniati i più importanti capi di stato. Mentre si ingarbuglia fra pirite, spolette e timer necessari per l’evento sanguinario, Angela racconta e rivive la sua vita travagliata.
Al fine del primo atto prenderà il sopravvento Filax, l’altra parte di sé, maniaco delle divise, dell’ordine e con turbe sessuali indicibili.

SEGNALATO AL 41° PREMIO RICCIONE PER IL TEATRO
produzione Teatro della Cooperativa | con il sostegno di Regione Lombardia – Progetto NEXT 2016 | testo e regia Renato Sarti | con Massimiliano Loizzi | costumi Carlo Sala | musiche Carlo Boccadoro

10 - 15 LUGLIO
Pasqualino Conti

MI SONO FATTO UN FILM

Pasqualino Conti, artista e comico surreale, tra sogno e realtà, proiezione farsesca e affabulazione poetica, ci guida in un viaggio che è prologo e viatico a una nuova e diversa riscoperta e immagine del sé.

È una narrazione ai limiti del documentario, ma anche del racconto fantastico, dove i registri dialettali, la sensibilità e i linguaggi della commedia, sottesi ad un'incalzante linea noir, ci accompagnano in territori dolceamari.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 02 6420761 | via privata Hermada 8 Milano

Email