Cinque donne del sud

Una grande prova d'attrice quella di Beatrice Fazi, in scena al Teatro 7 di Roma fino al 22 aprile con lo spettacolo scritto e diretto da Francesca Zanni "Cinque donne del sud". Il testo dell'autrice e regista romana crea un habitat perfetto per un'attrice con tecnica, energia e versatilità, arricchita da innata simpatia e spontaneità. Le cinque donne del titolo sono la discendenza di Crocifissa, una donna nata nel 1887 a Roccadaspide, paesino montano in provincia di Salerno, e morta a soli 46 anni al suo undicesimo parto. Proprio Raimonda, l'unica figlia che non l'ha conosciuta, prosegue la storia emigrando a New York alla ricerca del padre. C'è poi la storia della figlia di Raimonda, e così via fino alla quinta generazione, ai giorni nostri. Cinque vividi ritratti che ci mostrano caratteri ed esperienze in epoche e

paesi diversi: Salerno e la sua provincia, New York, Milano, Roma e poi, a chiusura di un cerchio, di nuovo nella casa del paese dov'è iniziato tutto. Le cinque donne si raccontano, con linguaggi che dal dialetto stretto di Crocifissa, passa ad una parlata più ingentilita, per passare all'inglese maccheronico degli immigrati italiani, per arrivare al milanese che tradisce a tratti le lontane origini meridionali, fino ad arrivare al romanesco. Raccontano la loro storia personale ma anche quella della loro epoca e del mondo che vivono. Il cambio d'abiti, d'atteggiamento, di linguaggio, unito alle belle musiche e alle proiezioni di foto e video sul fondoscena, accompagna il pubblico tra molti sorrisi e qualche risata, in questo viaggio lungo un secolo che parla di donne ma in generale di noi italiani.

CINQUE DONNE DEL SUD
scritto e diretto da Francesca Zanni
con Beatrice Fazi
costumi Fabrizia Migliarotti
dance concept Natasha Buono
montaggio immagini e tecnica Massimiliano Papaleo
aiuto regia Teresa Calabrese
Al Teatro7 di Roma da martedì 17 a domenica 22 aprile

Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna