Uomini Separati

Sul finale di stagione il Teatro dell'Angelo di Roma propone una commedia scritta e diretta da Rosario Galli. Quattro amici di vecchia data, separati per l'appunto, si dividono la scena tra dialoghi fitti e battute brillanti intorno all'argomento dolente: le ex mogli e le donne in generale. Inutile dire che il tenore dei loro argomenti si muove tra il risentimento ed il cinismo, tra l'autocommiserazione e la disillusione. Le generalizzazioni negative sul genere femminile si sprecano, com'è ovvio, lasciando però trasparire, soprattutto in alcuni di loro, la speranza che esista qualcosa di diverso. Emergono quattro personaggi con una buona caratterizzazione e peculiarità immediatamente riconoscibili. Ma la vicenda parte realmente solo quando in scena irrompe il quinto personaggio, una giovane donna

che sembra buttare all'aria tutti i luoghi comuni a cui i quattro uomini si affidano per stemperare i loro rancori. Da lì in poi Il conflitto esplode mettendo in crisi traballanti certezze e soprattutto l'amicizia dei quattro. Va detto che si tratta di un testo più basato sui dialoghi che sulla trama, in verità un po' esile, ma che comunque tiene l'attenzione del pubblico alta sino all'inevitabile lieto fine. Una sorta di Art di Yasmina Reza, dove il conflitto non è generato da una tela bianca ma da una donna bionda.

Uomini Separati
commedia scritta e diretta da
ROSARIO GALLI
con
PAOLO GASPARINI
MASSIMILIANO GIOVANETTI
ROSARIO GALLI
MARCO FERRARI
CATERINA SHULHA
Dal 3 al 20 maggio 2018
Teatro dell'Angelo di Roma

Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna