Hai lasciato la luce accesa

Comitato d’Amore per Casa Bossi, sostenuto dal Comune di Novara, dall’Associazione culturale YARC e Painting srl presenta HAI LASCIATO LA LUCE ACCESA


audiodramma di Elena Pugliese
ideato e scritto per Casa Bossi
a cura di Riccardo Caldura e M aria Yvonne Pugliese

Hai iasciato la luce accesa è un percorso sonoro all’interno di Casa Bossi: palazzo neoclassico di
Novara, opera di Alessandro Antonelli, che dopo un secolo glorioso di vita di condominio resiste
da anni al suo stato di abbandono.
Non è un lavoro su Casa Bossi, ma un lavoro che attraversa Casa Bossi e riflette sul tema della
quotidianità e su quanto qualsiasi luogo, se ne viene privato, resta inevitabilmente muto e vuoto.
L’intenzione è di restituire alla Casa, almeno temporaneamente, un presente plausibile.
Un dispositivo di audio cuffie accoglie il visitatore che, stanza dopo stanza, percorre l’intero
primo piano immerso nell’ascolto di una narrazione che cuce al suo interno reperti di
quotidianità. Un audiodramma nato da quei pensieri costanti che accompagnano il quotidiano,
quelli che ognuno di noi mette in atto senza neanche accorgersene. Estemporanei,
apparentemente futili, senza una trama apparente. Tra ironia e perplessità, precarietà e lucidità,
sono pensieri ad alta voce in piccole faccende di casa, nel tentativo di trasformare una
confessione privata nello specchio di un’autobiografia collettiva.
I
debutto sabato 22 settembre, dalle ore 11 alle 17
repliche 23 settembre – 4 novembre 2018
venerdì 15,00 - 17,00, sabato 10,30 - 12,30 / 15.00 - 17,00
domenica 15,00 - 17,00 altri giorni e orari su appuntamento
Casa Bossi, Via Pier Lombardo 4, Novara

elenapugliese.it; casabossinovara.com; mariayvonnepugliese.it

Il progetto di Elena Pugliese a Novara è il secondo appuntamento di Project Room, un modo diverso di
concepire l’occasione espositiva, con lavori appositamente sviluppati insieme agli artisti a seconda delle
caratteristiche dei luoghi che li ospitano. Inedite relazioni tra arte, spazio e pubblico. Project Room nasce
da un’idea di Riccardo Caldura e Maria Yvonne Pugliese.

Email