Play with Food – La scena del cibo è dal 2010, in Italia, il primo e unico festival di teatro e arti performative interamente dedicato al cibo e alla convivialità,

organizzato a Torino da Associazione Cuochilab, con la direzione artistica di Davide Barbato.

Il Torino Fringe Festival è un festival di spettacolo dal vivo e arti performative che prende vita a Torino in teatri, spazi non convenzionali e piazze della città, con I’obiettivo primario di garantire spettacoli di qualità senza limiti di genere o età e di offrire una vetrina alle compagnie teatrali professioniste che vi partecipano.

Nel cuore della Grande Madre Umbria, a Cannara, Strabismi Festival ogni anno ospita artisti da tutta Italia creando un momento di incontro dedicato alla condivisione e allo scambio, nemici naturali della competizione. Con un’attenzione particolare per gli artisti emergenti, Strabismi è un festival creato da giovani e rivolto ai giovani.

2. IL PREMIO

Associazione Cuochilab / Play with Food, Torino Fringe APS e Strabismi Festival indicono un premio in denaro rivolto a drammaturghe e drammaturghi.

Il premio costituisce la terza tappa di un percorso pluriennale che prevede diverse azioni concrete finalizzate al sostegno e alla promozione della scrittura per il teatro e della creatività emergente, cominciato nel 2019 per iniziativa di Play with Food e proseguito nel biennio 2020–2021 insieme a Torino Fringe e Crack Rivista.

L’autrice/autore del testo vincitore riceverà un premio in denaro pari a € 1500 (millecinquecento/00).

Attraverso una nuova call, prevista a ottobre 2022, verrà poi selezionata una Compagnia che si farà carico della messinscena del testo vincitore. Lo spettacolo risultante verrà co-programmato nelle edizioni 2023 del Torino Fringe Festival, di Play with Food Festival e di Strabismi Festival.

3. IL TEMA

Il tema nasce dal contesto nel quale il premio è stato ideato.

Play with Food – La scena del cibo è un progetto di programmazione nato per indagare il cibo e la convivialità attraverso il teatro e le arti performative, e nello stesso tempo per stimolare la creazione artistica con la proposta di un tema dalle declinazioni ampie e trasversali.

Il termine inglese play significa tanto recitare, quanto suonare e giocare: nella declinazione da noi usata, suggerisce pertanto la ricerca di un approccio libero, originale e creativo al tema proposto.

Il termine food traduce nei nostri intenti non solo la parola cibo, ma anche concetti come nutrimento, condivisione, convivialità, ossessione, identità, politica, ambiente, piacere, memoria, biografia.

È inoltre nostro specifico interesse indagare quei progetti che utilizzano il cibo e la convivialità come dispositivi drammaturgici per sperimentare una nuova relazione con il pubblico.

4. CHI PUÒ PARTECIPARE

La partecipazione è aperta a tutte e tutti, senza alcuna limitazione. Il curriculum e il percorso artistico dell’autrice o dell’autore costituiranno altrettanti elementi di valutazione della candidatura. Ogni partecipante può inviare un solo testo.

5. CARATTERISTICHE DEI TESTI

I testi, esclusivamente in lingua italiana, devono essere inediti e non ancora rappresentati.

I testi devono essere coerenti con le linee tematiche del festival espresse al punto 3 del presente bando.

La durata approssimativa del testo recitato deve essere compresa tra 60 e 90 minuti.

La direzione artistica, coerentemente a tali linee, considererà come elementi preferenziali di valutazione:

– la presenza effettiva del cibo nel testo e il suo svolgimento di un ruolo drammaturgico essenziale

– la capacità del testo di utilizzare creativamente la dinamica del momento conviviale come dispositivo drammaturgico di relazione con il pubblico

6. MATERIALI RICHIESTI

I partecipanti al premio, oltre ai dati richiesti nel form d’iscrizione, devono obbligatoriamente produrre i seguenti materiali:

– soggetto (max 3000 caratteri)

– testo completo in formato .pdf, che sarà caricato attraverso il form d’iscrizione

Applicando il proprio testo al premio, ogni partecipante autorizza automaticamente l’eventuale futura messa in scena del testo vincitore da parte della Compagnia selezionata attraverso la seconda call (vedi punto 2).

7. SELEZIONE E PREMIO

Una prima selezione dei testi verrà effettuata dalle direzioni artistiche, coadiuvate da un comitato di lettura. Tra i testi selezionati, il testo vincitore sarà individuato a insindacabile valutazione delle direzioni artistiche e della giuria.

Il montepremi riservato al testo vincitore è stabilito in € 1.500 (millecinquecento/00).

Il testo vincitore sarà premiato nel corso dell’XI edizione di Play with Food festival (Torino, 1-9 ottobre 2022).

I risultati della selezione verranno pubblicati inoltre sui siti dei tre festival. Non verranno inviate comunicazioni ai partecipanti non premiati.

I promotori si riservano il diritto di non attribuire il premio o di attribuire degli ex-aequo.

I promotori garantiscono che i testi inviati non verranno divulgati né utilizzati senza esplicito consenso dell’autore.

8. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al bando è gratuita, esclusivamente compilando il form disponibile al seguente link:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeN4n8ssBg-4VqylFSAl_ydxr_W8HDqft3TzJB88Z9HxiekPQ/viewform
entro e non oltre le ore 24.00 di martedì 31 maggio 2022.

Il sistema invierà una conferma automatica di ricezione. Non saranno inviate ulteriori comunicazioni. Sarà cura della Direzione contattare il soggetto proponente in caso di necessità.

I partecipanti al bando autorizzano, ai sensi della Legge 196/2003 e del GDPR – Regolamento Europeo n. 2016/679, il trattamento anche informatico dei dati personali e l’utilizzo delle informazioni inviate per tutti gli usi connessi al bando.

9. INFO

È possibile chiedere informazioni scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e indicando in oggetto INFORMAZIONI PREMIO DRAMMATURGIA PLAY WITH FOOD 2022.

Attenzione: non verranno presi in considerazione materiali e candidature ricevuti via mail.

Stampa Email