Cittadini senza stato

Nel 2020, Tramedautore - Festival internazionale delle drammaturgie compie 20 anni Un lungo tragitto percorso insieme a tanti autori, attori, artisti,

e alle diverse istituzioni che ci hanno accompagnato, prima fra tutte il Piccolo Teatro di Milano.

Sono stati vent’anni di un ricco viaggio dentro il mondo, nelle lingue, nelle differenze culturali, in ciò che ci ha unito ad altri scrittori, artisti, orizzonti.

Dall’Europa centrale a quella dell’est, dall’America Latina all’Asia e all’Africa, abbiamo cercato di leggere i segnali dei cambiamenti, di condividerli, attraverso il teatro, con i nostri concittadini.

Dopo vent’anni di Festival crediamo ancora che il teatro possa essere luogo di metabolizzazione del contemporaneo, strumento di conoscenza, leva di crescita di una comunità che vorremmo sempre più eterogenea e inclusiva; crediamo ancora che il teatro possa avere una funzione politica nella sua costruzione di consapevolezza collettiva necessaria ad affrontare il presente sentendosi meno soli e meno frustrati nella nostra impossibilità di cambiare le cose; e il primo passo in questa direzione lo facciamo con un altro compagno di strada, mare culturale urbano, con cui abbiamo felicemente sperimentato una sintonia nella visione.

Da queste riflessioni nasce il desiderio e il dovere di affrontare il cammino che ci porterà a festeggiare i nostri 20 anni invitando drammaturghi, registi, attori, performer ad indagare una condizione che sentiamo molto viva e drammaticamente attuale: i cittadini senza stato.

cittadini senza stato sono, tra gli altri, i curdi, traditi e abbandonati da noi occidentali;
cittadini senza statuto di cittadinanza sono la gran parte degli immigrati che popolano le nostre città;
cittadini senza stato sono tutti i popoli che si sono ritrovati violentemente senza una casa e si sono distribuiti forzatamente in giro per il mondo;
cittadini senza stato sono i ragazzi e le ragazze che scelgono di cercare fortuna altrove perché nel loro paese non hanno la speranza di crescere e di poter mettere a valore le loro competenze;
cittadini senza stato sono i popoli che subiscono e fuggono da guerre fratricide;
cittadini senza stato sono tutte le persone abbandonate a loro stesse nelle nostre periferie.
 
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

    Lo spettacolo deve essere basato su una drammaturgia originale recente e verranno apprezzate quelle proposte che si misurano con la pluralità delle drammaturgie (non verranno prese in esame opere che si fondano su riscritture e/o adattamenti di classici);
    lo spettacolo, o una sua anteprima, non deve essere stato rappresentato a Milano prima delle date del festival;
    preferibilmente non spettacoli basati su monologhi.

MATERIALE RICHIESTO

    Testo originale
    Biografia dell’autore
    Breve scheda riassuntiva dell’opera
    Scheda artistica e tecnica dello spettacolo
    Profilo della compagnia
    Foto di scena
    Link video integrale
    Articoli e recensioni

Qualora gli spettacoli fossero ancora in fase di preparazione al momento dell’invio della candidatura, i candidati potranno sottoporre una documentazione utile a fornire chiari elementi di valutazione (progetto di messa in scena, cast, etc.).

TEMPISTICHE

Le candidature dovranno essere inviate all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 20 dicembre 2019.
Entro la fine di marzo 2020 verranno comunicate le proposte selezionate.

Per maggiori informazioni sul Festival
www.tramedautore.it
www.outis.it
Tel. + 39 02 9415 1013 | Cell. + 39 393 8761766

Outis - Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea
Via Cucchiari, 12/14 Milano

Email