Instabili Vaganti

PRODUZIONI Instabili Vaganti

NUOVE PRODUZIONI

LOCKDOWN MEMORY
sostenuto in residenza da
La Città del Teatro – Fondazione Sipario Toscana Onlus | Teatro Masini Faenza – Accademia Perduta / Romagna Teatri | Teatro Studio Mila Pieralli Scandicci – RAT Residenze Artistiche Toscane - Teatro delle Donne
“Momenti di puro spettacolo” - Renata Savo per Scene Contemporanee
“Una vera e propria memoria collettiva” - Patrizia Vitrugno per Liminateatri
“Un forte atto di accusa ” - Mario Bianchi per Krapp’s Last Post
Lockdown memory nasce durante il lockdown attraverso una collaborazione a distanza con artisti da ogni parte del mondo, all'interno del nuovo progetto Beyond Borders, vincitore del Bando Boarding pass Plus del Ministero della Cultura.
Nello spettacolo, teatro, video arte e film documentario si intrecciano per creare una drammaturgia originale che consente di aprire una finestra virtuale sul mondo: dalle proteste del movimento Black lives matter negli Stati Uniti alla rivolta sociale in Cile, dall’esodo di massa dalle megalopoli indiane al ritorno alla normalità, dopo la tragedia, nella città di Wuhan. Dalle proprie scrivanie gli attori in scena curano anche la regia video, narrando e rivivendo i diversi momenti e le situazioni createsi durante il lockdown, tra Iper connessione e isolamento e facendo dialogare i nuovi linguaggi multimediali con quelli della scena.

DANTE BEYOND BORDERS
co-produzione Italia - India
Istituto Italiano di Cultura di Mumbai - Instabili Vaganti - Ahum Trust
“Un lavoro denso di suggestioni universali” - Ayesha Tabassum per The Indian Express
“Un viaggio artistico immersivo" - Fathima Ashrat per The Times of India
Dante Beyond Borders è una co-produzione ispirata a La Divina Commedia di Dante e a frammenti poetici tratti dal Mahābhārata, realizzata in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Nato mettendo in scena il lavoro portato avanti a distanza dalla compagnia con la danzatrice classica indiana Anuradha Venkataraman, lo spettacolo esplora differenti linguaggi che spaziano dalla danza tradizionale indiana al teatro fisico e sperimentale, dalla video installazione alla musica elettronica, realizzata dal compositore Riccardo Nanni, per traghettare lo spettatore nel viaggio ultraterreno intrapreso da Dante.

PERFORMANCE PER GLI SPAZI ALL'APERTO

FOLLOW THE ANGEL
Camminata Performativa
“Una immersione emozionale - Maria Rita Galati per La Gazzetta del Sud
Follow the Angel è una camminata performativa, un’esperienza sensoriale che permette al pubblico di attraversare un paesaggio, o un luogo che si intende valorizzare, con un ritmo lento, in silenzio, in ascolto, per riscoprire la dimensione contemplativa del viaggio. Il performer, come gli antichi pellegrini e i filosofi peripatetici, apre il cammino con un incedere lento, attraversando il paesaggio e indossando delle grandi ali di metallo, scultura realizzata dall’artista Nicoletta Casali. Il pubblico ha la facoltà di seguire l’azione con lo stesso ritmo, restando in silenzio. L’obiettivo è quello di connettere l’arte al paesaggio naturale, contribuendo a svelare luoghi nascosti ed allo stesso tempo preziosi di un territorio, ma anche e soprattutto quello di generare una riflessione sui ritmi frenetici che caratterizzano il nostro vivere quotidiano, al fine di riscoprire un tempo armonico, che permette di riconciliarsi con la natura.

SPETTACOLI IN REPERTORIO

THE GLOBAL CITY
co-produzione Italia - Uruguay
Teatro Nazionale di Genova - Instabili Vaganti - Festival FIDAE
“Notevole il lavoro della regia sul corpo dell'attore” - Renzo Francabandera per PAC
“Regia e ritmo sono da subito travolgenti" - Gabriele Benelli per Sipario
The Global City è uno spettacolo metamorfico, in cui le microstorie raccolte da Instabili Vaganti nelle maggiori metropoli del pianeta, si ricompongono artisticamente in scena, disegnando una città della memoria, distopica e virtuale. Un viaggio planetario, in cui il testo scritto in più lingue da Nicola Pianzola, affronta tematiche di forte attualità vissute dalla compagnia in questo irrequieto errare in luoghi problematici e di forte tensione politica, ma anche in paesi e culture affascinanti che continuano ad ammaliare il viaggiatore così come lo spettatore: la crisi coreana, i contrasti di classe nel sub-continente indiano, le sparizioni forzate in Messico, il problema dell’attraversamento delle frontiere e l’insita drammatica contraddizione dei confini artificiali e dei muri che ancora oggi separano molti paesi.

MADE IN ILVA
Total Theatre Awards Nomination
Festival di Edimburgo
“Uno spettacolo di rara perfezione” - Valeria Ottolenghi per La Gazzetta di Parma
“Una performance fisica dal ritmo incessante - The Herald - UK
“Biomeccanica contemporanea degna di applausi  - Alessandro Toppi  per Arteatro
Definito dalla critica un capolavoro di teatro fisico, un esempio di biomeccanica contemporanea, MADE IN ILVA è un assolo in cui l’attore interpreta un operaio, archetipo del lavoratore contemporaneo, che agisce ingabbiato in strutture metalliche compiendo azioni ripetitive e acrobatiche che lo portano all’alienazione. La drammaturgia intreccia testimonianze dei lavoratori dell’ILVA a frammenti poetici dell’opera di L. Di Ruscio e testi appositamente composti. Le musiche, i ritmi ossessivi, i canti originali, l’approccio fisico, poetico e di forte impatto visivo, fanno dello spettacolo un’opera d’arte totale. MADE IN ILVA esprime una critica universale al processo di brutalizzazione generato dal sistema di produzione contemporaneo. Lo spettacolo è stato tradotto in tre lingue e presentato nei maggiori festival internazionali con oltre 200 repliche in più di 15 paesi.

Desaparecidos#43  
Supportato in residenza da Teatro Akropolis, Progetto Genius Loci | ERT Emilia Romagna Teatro e patrocinato da Amnesty International Italia
DESAPARECIDOS#43 vuole dar voce alla drammatica vicenda dei 43 studenti scomparsi nel 2014 ad Ayotzinapa, in Messico. Una performance forte, una Re-azione artistica e performativa che mira a metter in luce una tragica realtà, quella delle sparizioni forzate che ancora oggi affliggono il Paese.
“Rapisce lo sguardo e sollecita il pensiero”  Michele Di Donato per Il Pickwick
"Instabili Vaganti sono sulla strada giusta per raccontare il Male eterno dell’uomo contro i propri simili”
Tommaso Chimenti per Recensito

Il Rito  
Supportato in residenza da Fondazione Bauhaus, Germania | Grotowski Institute, Polonia | Hooyong Performing Arts Centre, Corea del sud.
La performance più rappresentativa del progetto Stracci della Memoria, frutto di un lavoro continuo di ricerca e di elaborazione di materiali performativi provenienti dalla tradizione italiana e dalle culture dei paesi in cui il progetto è stato ospitato: Corea, Cina, Messico, Armenia, Tunisia. Una metafora del cerchio della vita dove nascita, pathos e morte rappresentano un percorso ciclico fissato nell’eternità.
“Sbalorditivo con una partitura cantata affascinante e un sofisticato video in bianco e nero” Halland Nyheter - Svezia
"Uno spettacolo carico di significato e significante, facile alla comprensione e affascinante nella visione"  - Maria Francesca Stancapiano per Liminateatri

NUOVI PROGETTI DI PRODUZIONE PER IL TRIENNIO 2022 - 24

All'interno del PROGETTO PASOLINI la compagnia lavorerà alla realizzazione di una performance in video che sarà disponibile, per lo streaming, a partire dal 5 marzo 2022, anniversario della nascita del poeta e cineasta, e come spettacolo dal vivo dall'estate 2022

2022 - LUCE
Regia Anna Dora Dorno, ispirato alle opere poetiche di Pier Paolo Pasolini
DISPONIBILE ESTATE 2022
LUCE - Work in Progress
All'interno del PROGETTO BEYOND BORDERS vincitore del Bando Boarding Pass Plus del ministero della Cultura, la compagnia ha intrapreso una serie di percorsi co-produttivi con partner internazionali per la creazione di spettacoli basati sull'interdisciplinarità e accomunati dalla tematica del progetto: il superamento dei confini. I work in progress potranno essere sviluppati in residenza e con la compartecipazione di nuovi partner produttivi interessati al dialogo interculturale ed ad entrare a far parte della rete sviluppata attraverso il progetto che comprende artisti, operatori e festival da differenti Paesi: USA, Cile, Malesia, Tunisia, Senegal, India.

2022 -  IN VIAGGIO VERSO EUTOPIA
Regia Anna Dora Dorno con un cast internazionale di attori e danzatori da India, Tunisia, USA
DEBUTTO ESTATE 2022

2022/23 - KPOP  REVOLUTION
Co-produzione Italia - Cile. Regia Anna Dora Dorno, testo originale Nicola Pianzola.

2024 - I 7 CONFINI CAPITALI
Regia Anna Dora Dorno, testo originale di Nicola Pianzola con un cast internazionale di attori e danzatori

READING PERFORMATIVI E PRESENTAZIONI DEI NOSTRI LIBRI

Una occasione per conoscere i nostri progetti internazionali attraverso una narrazione semplice e coinvolgente, adattabile a differenti spazi, in cui frammenti di lettura si alternano a musiche, video e immagini e soprattutto al dialogo diretto con il pubblico. I reading e le presentazioni possono coinvolgere inoltre giornalisti e studiosi che ci hanno accompagnato nei nostri percorsi offrendo inoltre uno sguardo critico sulle opere presentate ed essere associate a percorsi formativi dei rispettivi progetti.

Stracci della Memoria  
Reading performativo
di Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola  
Con questo reading, gli autori vogliono ricucire gli stracci della memoria che hanno composto la tela dell'omonimo progetto, intessendo le pagine dei propri diari di lavoro con i racconti scritti dai paesi attraversati nell’arco di dodici anni di ricerca, i video documentari realizzati con le dimostrazioni di lavoro del metodo creato nel progetto.
Libro Edizioni Cue Press

The global city
Reading performativo
di Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola  
Attraverso il reading  si vuole narrare in modo semplice, visivo e con brevi azioni performative accompagnate dalla musica originale di Riccardo Nanni, il processo di lavoro intrapreso all'interno del progetto Megalopolis che ha portato alla produzione dello spettacolo The Global City, co-prodotto dal Teatro Nazionale di Genova e vincitore del Bando "Per chi Crea" promosso da SIAE e il Festival FIDAE in Uruguay.
Libro Edizioni Cue Press

OPERE IN VIDEO PER LA PROGRAMMAZIONE ON - LINE

Le nostre opere video sono state create appositamente per la visione on-line, sono produzioni video originali che vedono la collaborazione di famosi artisti internazionali, rivolte al pubblico del web ma anche a quello dell'audiovisivo e della video arte.
Possono essere ospitate nelle programmazioni on-line di Teatri, Festival ma anche come installazioni nei foyer dei teatri, nei musei e nella programmazione di Festival sperimentali di cinema e Arti Visive.

 8 ½Theatre Clips
Produzione Instabili Vaganti - Ambasciata d'Italia a Teheran
La serie è liberamente ispirata al capolavoro felliniano, in occasione della celebrazione dei 100 anni dalla nascita del grande cineasta, ed è stata interamente girata in condizione di isolamento. Una trasposizione artistica e teatrale di scene di vita domestica che hanno e stanno caratterizzando questo difficile momento storico, che documenta la nostra nuova socialità, realizzato attraverso l’approccio, lo sguardo, la sensibilità artistica di interpreti di due culture differenti, accomunati dalla stessa esperienza e da un medesimo approccio all’arte e alla vita.

SIE7E
Produzione Instabili Vaganti - Istituto Italiano di Cultura di Madrid, in colalborazione con Istituzione Bologna Musei.
La serie indaga sette arti attraverso lo sguardo e la collaborazione a distanza in video tra la compagnia e il collettivo madrileno Cross Border Project. Ogni opera video vede coinvolti differenti artisti tra attori, danzatori, musicisti, poeti, scrittori, artisti visivi, fotografi e video maker sia italiani che spagnoli e ha come location luoghi d'eccezione come collezioni musicali, musei, opere architettoniche, parchi naturali.

VideoDante
Produzione Instabili Vaganti - Istituto Italiano di Cultura di New Delhi e di Jakarta.
La serie, ispirata alla Divina Commedia di Dante, in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta, ha visto la collaborazione a distanza tra Instabili Vaganti, e artisti indiani e indonesiani per creare un universo performativo in cui danza, teatro e musica si intrecciano alla video arte e al linguaggio cinematrografico.
 
La nuova via della seta
Produzione Instabili Vaganti - Istituto italiano di Cultura di Pechino
Il tema di questa trilogia di medio metraggi, frutto della collaborazione a distanza tra Instabili Vaganti e tre differenti giovani artiste cinesi è il viaggio: ricordi, impressioni, suggestioni legate a questo difficile periodo storico che stiamo attraversando a livello globale, espressi attraverso azioni fisiche, coreografie e dialoghi a distanza in Italiano e Cinese.
 
www.instabilivaganti.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. +393491364945
Instabili Vaganti · via R.Sanzio 6, Bologna 40133

Email