Maschere e volti nascosti

Le maschere rivelano. Non nascondono. Le maschere rivelano il vostro desiderio, la vostra passione, i vostri più profondi e segreti desideri. (Chloe Thurlow)

Da sempre la maschera ci affascina, ci svela segreti di noi che non sapevamo e innesca la magia del teatro.
La parola “persona” già introduce questo dualismo, questo mistero: in latino significava propriamente “maschera teatrale”, a testimoniare che la vera identità di ogni individuo è sempre nascosta sotto una maschera, o che forse, potremmo dire noi, è proprio la maschera che la rivela.

Non è mai abbastanza esaustivo uno studio sulla maschera, così come non si impara mai abbastanza sull'uso e la creazione delle maschere.
Per questo, affiancando il decennale impegno di Teatro d'Almaviva nella formazione e produzione teatrale intorno alla maschera, è nato, di concerto con il Comune di Firenze e Estate Fiorentina, oltre ad altre realtà, un progetto multidisciplinare che siamo fieri di presentarvi.

Il progetto si suddivide in 3 fasi: un laboratorio di uso della maschera, un convegno e uno spettacolo conclusivo con i partecipanti del corso.
 
"Maschere e volti nascosti, Un viaggio nell’universo d’un archetipo della storia umana""

Il progetto multidisciplinare avrà, come primo atto, un percorso di cinque incontri dedicati all'uso scenico della Maschera.
Gli appuntamenti partiranno dal 27 giugno e termineranno l'11 Luglio presso l'Istituto Comprensivo Calamandrei, dalle ore 20 alle 22.30, e saranno gratuiti per i partecipanti.
Nel workshop, i partecipanti potranno sperimentare un’ampia varietà di maschere per un’esplorazione delle diverse possibilità espressive di ogni maschera, con arricchimento del proprio bagaglio tecnico, emozionale, comunicativo. Indossare maschere è sempre un’esperienza particolare, sia per uso scenico spettacolare sia come strumento di rivelazione in percorsi di autoconoscenza. La Maschera stimola un’espressività fisica e vocale non ordinaria, risveglia il corpo, la fantasia e le risonanze personali, dalla farsa al dramma.

Ogni partecipante avrà in "affido" la maschera per l’intero percorso, e la restituirà al termine dell’intero percorso. Le suggestioni intuitive offerte dalla maschera scelta accenderanno la fantasia del partecipante, stimolandolo a interpretare un proprio personaggio originale precisandone i tratti identitari, fisici, sociali, comportamentali, emozionali e relazionali suggeriti dalla propria fantasia, in un viaggio nella propria sensibilità e nei propri volti nascosti.

La partecipazione al lab è gratuita, per info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Maschere e volti nascosti. Storia, tradizioni e contemporaneità della Maschera

Nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2022, il Teatro d'Almaviva organizza il Convegno:  Maschere e volti nascosti. Storia, tradizioni e contemporaneità della Maschera presso il Museo di Storia Naturale, Antropologia e Etnologia di Firenze.
Il Convegno ripercorre il viaggio della Maschera tra storia, tradizione, poesia, letteratura ed arte, esplorandone gli aspetti più significanti ed interessanti, magici e sciamanici, civili, rituali e teatrali, con una finestra sulla Grecia Antica e sulla Commedia dell’Arte e una dimostrazione di Uso scenico di D.Barlucchi.

Il convegno avrà luogo il 7 Luglio ore 17.30 presso il Museo di Storia Naturale, Antropologia e Etnologia, via del Proconsolo 12, Firenze.
E attenzione, 𝘭𝘢𝘴𝘵 𝘣𝘶𝘵 𝘯𝘰𝘵 𝘭𝘦𝘢𝘴𝘵, finiamo in bellezza questa 22° edizione della rassegna TRACCE D'ALMAVIVA con lo spumeggiante spettacolo "Al Dado e Lo Sparviero" a cura del corso avanzato della Scuola di Teatro D'Almaviva.
La quiete di una locanda dalle atmosfere Dickensiane viene sconvolto dall’arrivo di vari personaggi, tutti coinvolti nel progetto visionario di un grandioso film.
Una passerella ironica e brillante di prototipi di varia umanità.

Teatro d’Almaviva a.c.
Sede operativa e Residenza artistica Teatro Il Progresso via V. Emanuele 135 Firenze
39 335 591560   -   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa Email