Teatro de’ Servi

TEATRO DE’ SERVI
Stagione 2022-2023

TUTTO PUO’ SUCCEDERE è il claim della nuova stagione che prevede ben 36 eventi in calendario tra commedie, concerti, stand up comedy, tutti da scoprire.
Inaugurano il cartellone, due appuntamenti del COMIC OFF, storico festival romano dedicato alla commedia e alla comicità, con “Mamma ha abbandonato il gruppo ed è volata a New York” con la regia di Fabrizio Catarci (22 e 23 settembre) e “Bu(f)fe(t)ra a domicilio”, scritto e diretto da Alessandro Carvaruso (24 e 25 settembre).
A seguire il 30 settembre un omaggio a Pasolini con CHI SI SCANDALIZZA È SEMPRE BANALE diretto da Michele Cosentini.

 Il 1 ottobre, il teatro accoglierà una novità assoluta, GEL LEGGE ED INTERPRETA IL RAP ITALIANO, con la partecipazione e le musiche di Ice One, in cui Corrado Ferrarese aka Gel, fondatore del gruppo romano Truceboys/Truceklan, decide di riprendersi con il cellulare mentre interpreta i testi di alcuni suoi colleghi della scena Hip Hop italiana. Lo spettacolo è uno show di circa 1 ora , in cui il rapper interpreta e legge  le canzoni in chiava teatrale ironica. Intratterrà il pubblico tra una interpretazione e l’altra in modo sobrio e sofisticato. Come sottofondo musiche d’atmosfera di  Ice One.  

Si susseguiranno poi 16 commedie: il debutto assoluto di “Vissero tutti felici e colpevoli” con la regia di Marco Simeoli e sei giovani e talentuosi interpreti (dal 4 al 16 ottobre); Tiziano Caputo e Agnese Fallongo saranno invece i protagonisti di “…Fino alle stelle”, una calata in musica lungo lo stivale, romantica, commovente e divertente ( dal 25 ottobre al 6 novembre).
Ritroveremo la comicità esilarante in grado di sdrammatizzare e far riflettere anche sulle tematiche più forti di Antonio Grosso con il suo nuovo spettacolo “Una compagnia di pazzi” ( dal 15 al 27 novembre); altra esclusiva novità è la commedia di Daniele Locci e Daniele Trombetti, “Due come noi” ( dal 6 al 18 dicembre).
Tornano poi , dopo il grande successo della scorsa stagione, “Gregory: una storia di famiglia” di Veronica Liberale con la regia di Nicola Pistoia (dal 19 al 23 dicembre) e “Una zitella da sposare” del collaudato duo Alessandro Tirocchi- Maurizio Paniconi (dal 27 dicembre all’8 gennaio).
Annabella Calabrese e Daniele Esposito, che avevano sorpreso il pubblico lo scorso anno, presenteranno la loro nuova commedia “Nel corpo di un’altra” (dal 10 al 15 gennaio) in cui il gioco degli equivoci si sposa con il tema dell’accettazione di se; il gioco degli equivoci sarà inoltre il fil riuge di “Di che sesso sei” con la regia di Marco Simeoli (dal 17 al 29 gennaio).
Spazio poi a Tiziana Foschi e al suo “Faccia un’altra faccia”(dal7 al 19 febbraio), al classic sempre attuale “Il piacere dell’onestà” di Luigi Pirandello diretto da Sebastiano Nardone (dal 25 febbraio) e a “Casalinghi Disperati” con la regia di Nicola Pistoia ( dal 28 febbraio al 12 marzo).
Altro atteso ritorno quello di Marco Cavallaro con il suo inedito spettacolo “Come fosse amore” ( dal 21 marzo al 2 aprile); sempre l’amore sarà al centro di “Mary” diretto da Alessandro Cecchini (dal 4 al 9 aprile). La giovinezza vista nello scenario della Guerra in ottica goliardica e disimpegnata sarà protagonista invece di “Viva la Guerra” scritto e diretto da Andrea Bizzarri ( dall’11 al 23 aprile); mentre con i ricordi e gli imprevisti si sorriderà con “Se mi ricordo ti sposo” con la regia di Marco Simeoli ( dal 2 al 14 maggio). Chiude la stagione “Chi m’ha vista”, una carrellata di situazioni paradossali raccontate da Francesca Nunzi e Cinzia Berni ( dal 23 maggio al 4 giugno).
Tra queste sorprendenti commedie si inseriranno ben 8 comic show con grande attenzioneai live e alla stand up comedy, che vedranno susseguirsi sul palco graditi ritorni e assolute novità, come Andrea Di Castro, Mary Sarnataro, Patty Olgiati, Davide Calgaro, Annalisa Dianti Cordone, Luca Cupani, Marco Cavallaro, Horea Sas, Gianluca Iacono, e 7 concerti, in collaborazione con i “Concerti del Parco”.
Il Teatro de’ Servi è pronto a ripartire…seguiteci e lasciatevi sorprendere perché tutto può succedere!

LA STAGIONE
22 SETTEMBRE - 23 SETTEMBRE 2022
COMICOFF - MAMMA HA ABBANDONATO IL GRUPPO ED È VOLATA A NEW YORK
di Monica Tonelli
regia di Fabrizio Catarci
con Camilla Bianchini, Ester Aquilino, Francesca Pausilli, Fabrizio Catarci

Spettacolo selezionato Roma Comic Off 2022

La vita della protagonista sembra un circolo vizioso: marito, figli e lavoro. Ma l'avventura è dietro l'angolo! Dopo tanti sacrifici, la nostra mamager preferita viene finalmente coinvolta in quella che sarà la causa legale più importante per la sua carriera. E siccome Roma non basta, eccola diretta a New York assieme al suo caro amico e collega Giulio, pronto a condividere con lei gioie e dolori in un continuo ed esilarante scambio di battute. L'avventura newyorkese - scandita dalle incursioni telefoniche di una famiglia dipendente, di colleghi strampalati, e degli immancabili gruppi di WhatsApp col loro coro di mamme performanti - non andrà secondo le aspettative. Ma il dramma non tarda a rivelarsi una grande scommessa, e la fine per la protagonista non è altro che un nuovo inizio.Una storia leggera e divertente nella quale ogni donna potrà ritrovare parte del suo quotidiano, e tutta l'ironia necessaria ad affrontare il caos della vita moderna.

24 SETTEMBRE - 25 SETTEMBRE 2022
COMICOFF - BU(F)FE(T)RA A DOMICILIO
scritto e diretto da Alessandro Carvaruso

Spettacolo selezionato Roma Comic Off 2022

È il giorno del ricevimento per l'inaugurazione della nuova casa dei novelli sposi, lei in fibrillazione, lui più calmo e pacato. Le dinamiche tra uomo e donna, quelle classiche, quelle di tutti i giorni, quelle che vengono definite banali, le uniche di cui abbia senso parlare, su cui abbia senso ridere. A confondere il già difficile momento arriva inaspettatamente l'ex marito di lei che è deciso a riconquistarla. Il finale è certamente un colpo di scena.

30 SETTEMBRE
Alt Academy Produzioni presenta
CHI SI SCANDALIZZA È SEMPRE BANALE
Testo e regia di Michele Cosentini
Aiuto regia Davide Sapienza
Luca Ferrini, Alberto Melone e Riccardo Pieretti

La drammaturgia, volutamente, ignorerà tutti quegli aspetti più comuni che hanno portato alla banalizzazione ed alla creazione di uno stereotipo pasoliniano per concentrarsi invece su quel Pasolini interventista dal punto di vista civile e politico, quel Pasolini “politicamente scorretto”, scomodo, provocatorio, urticante, le cui polemiche furono a volte non condivise, altre trascese e male interpretate, altre ancora strumentalizzate. La drammaturgia tenderà a dimostrare come, nonostante sia cambiato il contesto storico, le idee e gli enunciati di Pasolini siano ancora attuali e come la società di oggi avrebbe bisogno di ricordare e fare proprie alcune delle battaglie e delle idee di questo intellettuale. La drammaturgia è stata costruita cucendo insieme pezzi di interviste, interventi sulla stampa dell’epoca, alcune raccolte tratte da “Scritti corsari” e “Lettere luterane”, alcuni attacchi che autorevoli giornalisti e politici dell’epoca rivolsero a o contro Pasolini, ed altri brani tratti ad esempio da “Io so ma non ho le prove” (sui mandanti delle stragi e degli attentati alle istituzioni) , “La chiesa, i peni e le vagine” (sulla Chiesa e la Sacra Rota), “Discorso sui capelloni” ( sull’anticonformismo che diventa conformismo), “Proposta di abolizione della Scuola media”; “Proposta di abolizione della televisione”, ed altri scritti in cui Pasolini rivolge la sua attenzione alla società ( discorso sull’aborto, processo ai gerarchi della DC, il fascismo degli antifascisti, il discorso di Valle Giulia ed altri). Infine è stato toccato il delicato tema della censura usando brani tratti da “La trilogia della vita”, trilogia poi abiurata da Pasolini stesso. La drammaturgia è volutamente così attuale da rendere difficile credere che siano brani di un’epoca ormai morta e sepolta.

01 OTTOBRE
GEL LEGGE ED INTERPRETA IL RAP ITALIANO
di Corrado Ferrarese
“Gel legge” nasce un giorno in cui Corrado Ferrarese aka Gel, fondatore del gruppo romano Truceboys/Truceklan, decide di riprendersi con il cellulare mentre interpreta i testi di alcuni suoi colleghi della scena Hip Hop italiana. Dopo aver caricato le puntate su Facebook e YouTube, viene contattato da Matteo Corradini dei The Pills, il quale gli propone di alzare il tiro e girare delle puntate fatte bene con tanto di trattamento e videomaker. Le prime puntate riscuotono un notevole successo, tanto da inserire Gel come un interprete ed inventore dell’originale format. Il progetto viene copiato da molti, vedi Dolcenera che suona il piano ed interpreta le canzoni, vedi Arcade Boyz (YouTubers) che descrivono ed intrattengono gli spettatori con delle “reaction” alle canzoni rap. Lo spettacolo che Gel propone è uno show di circa 1 ora ,1 ora e 30 in cui interpreta le canzoni in chiava teatrale ironica. Intratterrà il pubblico tra una interpretazione e l’altra in modo sobrio e sofisticato. Come sottofondo musiche d’atmosfera. Gel vanta circa 16.000 followers su Instagram e altrettanti su Facebook.

04 OTTOBRE - 16 OTTOBRE 2022
La Bilancia Produzioni presenta
VISSERO TUTTI FELICI E COLPEVOLI
di Bernardino De Bernardis
regia di Marco Simeoli
con Bernardino De Bernardis, Salvatore Riggi, Giorgia Lunghi, Mariano Viggiano, Francesco Romano, Francesco Piccirillo

Napoli, inizi anni 2000, in un riformatorio della periferia della città, 5 ragazzi, un operatore sociale e un direttore dell’istituto di pena nel tentativo di dare risposte alle proprie aspettative saranno costretti a confrontarsi con i propri fantasmi. Gli obiettivi degli uni si scontreranno con gli obiettivi degli altri generando divertenti scontri che permetteranno ai nostri protagonisti di superare i propri iniziali pregiudizi. I ragazzi, tra aspettative e voglia di riscatto, si troveranno alle prese con l’allestimento di uno spettacolo, la commedia di Aristofane “Gli Uccelli”, proposta dall’operatore sociale ma contrastata dal Direttore dell’istituto. Quest’ultimo, infatti, nella convinzione che la pena sia la giusta ed unica conseguenza di comportamenti illeciti, vede nell’allestimento dello spettacolo, non un percorso di riabilitazione, ma semplicemente un’occasione per ambire a promozioni ministeriali. L’operatore sociale, seppur promotore dell’iniziativa, dietro di essa nasconde il vero motivo che va ricercato in un passato ambiguo e conseguenti sensi di colpa mai rimossi. Infine i ragazzi, seppur vedono in quest’occasione un modo alternativo di rapportarsi con la realtà circostante, dovranno comunque fare i conti con tendenze aggressive a cui sono state fino ad allora abituati.

18 OTTOBRE - 19 OTTOBRE 2022
ANDREA DI CASTRO
in
QUALCOSA È ANDATO STORTO

20 OTTOBRE - 21 OTTOBRE 2022
MARY SARNATARO
SONO UNA BRUTTA PERSONA... MA UNA FANTASTICA SCIMMIA

Sapete cosa hanno in comune Chiara Ferragni, Greta Thunberg e Giulia De Lellis? Loro non dicono parolacce, non fumano, non bevono, non prendono mai per il culo nessuno, si schierano sempre dalla parte giusta, hanno dei cani che viziano come figli unici e non dicono mai una scomoda verità! Insomma: sono delle belle persone o non si spiegherebbero i milioni di follower che le seguono e le amano. Io... beh io, invece no! Io sono una brutta persona. Forse perché mangio carne, dico parolacce, non sono bella (beh, se è per questo neanche Greta lo è); forse perché non sopporto chi è privilegiato e ciononostante si lamenta tipo i gay, o chi fa il prepotente con i deboli tipo i lavavetri con le donne alla guida; forse, anzi sicuramente, perché spesso mi scappa una parola di troppo, ovviamente scomoda, che 9 volte su 10 mi torna indietro come un drone del presidente della Campania De Luca che minaccia di prendermi a calci in culo se apro bocca. Tutto questa fa di me una brutta persona... e infatti io mica ce li ho tutti sti follower.

22 OTTOBRE
CORI VOCES ANGELORUM, WITH US E ISON, CITTÀ DI ROMA
Coro di Voci Bianche Voces Angelorum, dir. Camilla Di Lorenzo, Cori Giovanili With Us e Ison dir. Camilla Di Lorenzo – Amedeo Scutiero, Coro Città di Roma, dir. Mauro Marchetti
LE ETA’ DELLA VITA - La voce racconta…
L’idea da cui nasce questo spettacolo è semplice ma affascinante… ovvero raccontare le età della vita dalla prima infanzia all’età adulta attraverso la voce.
La voce umana, il nostro primo ed il più importante strumento di comunicazione, dal primo vagito fino all’ultimo saluto…
Così il concerto partirà con un coro di voci bianche, che passeranno poi il testimone a due cori giovanili, per poi concludere lo spettacolo, con un coro di persone adulte. Ognuno di questi cori, dalle fresche vocalità infantili voci bianche Voces Angelorum, passando per quelle le giovanili ed entusiaste delle With Us e Ison, fino alle mature e consapevoli sonorità vocali del Città di Roma, esprimerà per un tempo definito dello spettacolo ed alternandosi, una propria proposta di repertorio, quella più approfondito e amato dai vari organici. Una carrellata di brani quindi molto varia, che partirà dalla musica antiche o barocche, passerà per alcuni grandi brani della tradizione classica e romantica, fino ad arrivare alle sonorità contemporanee, colte e popolari.

23 OTTOBRE
LE EBBANESIS IN CONCERT
Le EBBANESIS sono Viviana Cangiano, voce e Serena Pisa, voce e chitarra
Un fenomeno web, ma con tanta sostanza musicale: nel giugno del 2007 nacque in rete il duo EbbaneSis, composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa. Due voci e una chitarra, che cominciano ad apparire su Facebook con intriganti rivisitazioni di classici della canzone napoletana ma anche celebri pezzi rock cantati in dialetto: è il caso di Carmela, che ha superato le 400.000 visualizzazioni e soprattutto Bohemian Rhapsody dei Queen, che ne ha registrato oltre 2.000.000, diventando un autentico caso mediatico. La stessa pagina delle EbbaneSis è seguita da oltre 150.000 follower da ogni parte del mondo. Il segreto sta tutto nella capacità di Viviana e Serena di rivisitare tante canzoni unendo la promozione culturale della lingua napoletana a un approccio teatrale e passionale che le ha premiate non solo con numeri straordinari, ma anche con consensi inaspettati, ad esempio quello di Maurizio De Giovanni, che ha proposto al duo una rilettura di Rundinella.

25 OTTOBRE - 06 NOVEMBRE 2022
Teatro de Gli Incamminati e ARS Creazione e Spettacolo presenta
... FINO ALLE STELLE
di Tiziano Caputo e Agnese Fallongo
regia di Raffaele Latagliata
accompagnamento musicale Tiziano Caputo, movimenti coreografici Annarita Gullaci, elementi scenografici Andrea Coppi, costumi Giorgia Marras
con Tiziano Caputo e Agnese Fallongo

“E mica ti cade dal cielo, sai? La felicità, quella... te la devi conquistare"! Così Tonino, cantastorie siciliano dall'animo poetico, musicista istrionico e affabulatore, convincerà Maria, fanciulla dal temperamento apparentemente mite ancora ignara del suo straordinario talento, a seguirlo in un'impresa a dir poco improbabile: scalare l'intero stivale alla ricerca di fama e gloria per arrivare...FINO ALLE STELLE! Un sogno ardito e un po' folle, soprattutto considerandone il punto di partenza: la strada. Soprattutto negli anni '50. Soprattutto in Sicilia. Soprattutto senza un soldo in tasca. Ma talvolta è necessario avere il coraggio di sfidare la sorte per cercare di realizzare i propri sogni, anche a costo di apparire degli illusi. Così, Tonino e Maria, piombati casualmente l'uno nella vita dell'altra, scoprendosi legati da un'intesa artistica impossibile da ignorare, decidono di intraprendere il viaggio. Un viaggio non solo lungo tutta la penisola attraverso regioni, dialetti e leggende, ma anche dentro loro stessi, un viaggio fatto di momenti privati, piccoli dissapori e comiche gelosie che li condurrà alla ricerca della grande occasione che possa cambiar loro la vita, un’occasione che forse non arriverà mai o forse sì? Magari non proprio come se l'erano immaginata...

08 NOVEMBRE - 09 NOVEMBRE 2022
PATTY OLGIATI
SEX & DETRITI
Patty Olgiati è un’attrice, autrice, stand up comedian e regista teatrale. Diplomata alla Scuola Internazionale di Teatro di Kuniaki Ida (1999), docente della Paolo Grassi di Milano, ha poi approfondito lo studio della recitazione con vari maestri e registi, tra cui Paolo Rossi, Neri Marcoré, e tanti altri. Ha frequentato diversi laboratori di clownerie, condotti da maestri diplomati alla Scuola di Jacques Lecoq di Parigi. Ha recitato in diverse compagnie teatrali e ha preso parte a varie produzioni televisive e cinematografiche. Dal 2008 collabora in diversi progetti con Maccio Capatonda (il film Italiano Medio, la sit-com Casa Braciola, in cui è protagonista di serie, Casa Mariottide, Sei personaggi in cerca d’autista, Aridaje, e tanti altri). Ha fondato il gruppo “I comici della domenica”, e “Le Monnalise”, un progetto di comicità tutto al femminile. Fra i vari gruppi di lavoro, ha preso parte a “Oggi le comiche” di Zelig Lab Milano, e nel 2016-17 è nel cast di Zelg Lab Roma. Ha partecipato a diversi festival di cabaret, fra cui Risollevante (Città di Martina Franca, 2017).

10 NOVEMBRE - 11 NOVEMBRE 2022
DAVIDE CALGARO
VENTI FRESCHI

Davide Calgaro è nato a Milano dove vive, il 18 Agosto 2000. Studia al Liceo Classico Tito Livio. A tredici anni si avvicina al teatro con la scuola milanese 'Quelli di Grock' che frequenta tuttora. A 15 anni comincia a scrivere e provare monologhi comici nei Laboratori di Zelig e partecipa a diversi spettacoli di alcune compagnie di cabaret e stand up comedy milanesi. Nel 2017 esordisce in televisione con 'Stand Up' su Comedy Central, il canale 124 di Sky. Si esibisce in tutta Italia con i suoi monologhi.

12 NOVEMBRE
FELIX PIANO TRIO - AGE&SCARPELLI SUITE
Riccardo Bonaccini, violino; Matteo Scarpelli, violoncello; Catia Capua, pianoforte

Le più belle musiche dei grandi film della Commedia all’Italiana sceneggiati da Agenore Incrocci e Furio Scarpelli (conosciuti come Age&Scarpelli), in Quattro Suites, ognuna delle quali composta da diverse colonne sonore arrangiate appositamente da Fabrizio Siciliano per il Felix Piano Trio.
Uno spettacolo di musica e proiezioni e un omaggio alla famosissima attrice Monica Vitti, emblema di questo tipico spaccato della cultura italiana insieme ai grandi Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Marcello Mastroianni.
Il progetto musicale, nato da un'idea del violoncellista Matteo Scarpelli, figlio di Furio, e della pianista Catia Capua, in occasione del centenario della nascita del grande sceneggiatore e protagonista indiscusso della cosiddetta Commedia all’Italiana, si è rivelato unico nel suo genere: per la prima volta nella storia ci si dedica esclusivamente alle musiche dei film. Nonostante la connotazione di ensemble classico riesce a suggellare le tinte di jazz, swing e bossa nova presenti nei pezzi originali.

13 NOVEMBRE
LUCIANO BELLINI, NANDO CITARELLA, COMPAGNIA "LA PARANZA" – MUSICA SENZA CONFINI
Nando Citarella, Yasemin Sannino, Isabella Valeri - voci soliste 

Marco Valabrega - violino Stefano Indino - fisarmonica
Luciano Bellini - pianoforte
Bruno Zoia - contrabbasso 

Carmine Bruno - percussioni
Direzione musicale - Luciano Bellini
Tra musiche classiche, folk, pop, tradizionali e tammurriate.

ll progetto Musica senza confini intende armonizzare in un unico respiro vari stili, linguaggi e forme musicali lontane nello spazio e nel tempo, ma tutte generate dallo stesso desiderio di dar voce ai desideri e ai sentimenti più profondi. Tutti i brani ci parlano di storie forti, pulsioni intense, grandi amori e grandi dolori, disperazione e voglia di vivere, pianto e danza sfrenata gioiosa o terapeutica. Un caleidoscopio umano ricco di emozioni a forti tinte che si immergono in fluidi musicali diversissimi tra di loro: brani classici, popolari, teatrali, tradizionali; ballate antiche e contemporanee, danze ancestrali e armonie inquiete e che si muovono trasversalmente alla ricerca di una verità profonda e di un mondo migliore.
Un’umanità dolente ma fiera si muove tra le note del programma, alla ricerca di amore e dignità, trovando un sorriso o – a volte – un’allegria sfrenata e contagiosa. Lo sguardo è rivolto soprattutto al “Sud del Mondo”, agli umili, i diversi, i vinti, gli emarginati, con lo sguardo sempre rivolto alla speranza di una nuova vita. Passare da Vivaldi a Brecht, da Bizet a De Andrè, dalle Milonghe di Borges alle musiche epiche di Theodorakis e alle danze caraibiche di Lecuona non è stato difficile per musicisti che – al di là degli aridi steccati – cercano di raggiungere il cuore profondo di ogni musica, sia essa una sfrenata pizzica o tammurriata o una dolente pagina di musica barocca. Alcuni anni fa si parlava di contaminazioni fra i vari generi, oggi si parla solo di Musica, senza confini, capace di abbattere con la forza della passione e del rigore compositivo ogni barriera, correndo di pari passo con l’avanzare inarrestabile delle integrazioni culturali e della solidarietà umana abbracciando il diverso.

15 NOVEMBRE - 27 NOVEMBRE 2022
Opera presenta
UNA COMPAGNIA DI PAZZI
scritto e diretto da Antonio Grosso
con Antonio Grosso, Antonello Pascale, Gioele Rotini, Gaspare Di Stefano, Francesco Nannarelli e con Natale Russo

1945 fine seconda guerra mondiale, due infermieri gestiscono un manicomio con soli 3 pazzi, alle pendici di un paesino ai confini con la Campania e la Basilicata. La guerra si svolge nelle vicinanze, ma in questo manicomio, nulla succede, queste cinque persone vivono la loro vita, come se intorno non fosse successo nulla, gli infermieri non si comportano da infermieri, ma con il loro pazienti c’è una confidenza come se convivessero tutti sotto lo stesso tetto. È un manicomio quasi dismesso, dove sono rimasti soltanto Umberto taciturno e sempre incazzato, un cantante rinchiuso dal regime fascista perché troppo vicino ad ambienti comunisti, Federico un uomo di 60 anni non parla quasi mai, dice soltanto poche parole e quasi incomprensibili, rinchiuso in manicomio perché omicida di un gerarca fascista, e Benni un ragazzo che vive da anni in ospedali e manicomi psichiatrici, abbandonato sin dalla nascita, logorroico e fissato con la pulizia. Insomma c’è armonia, anche se quest’armonia viene interrotta, una settimana al mese, dal direttore del manicomio, un uomo molto severo, cinico che sfiora momenti di “malvagità”. Ovviamente gli infermieri cercano spesso di fare da “muro” a questi atteggiamenti ostili, ma senza nessun tipo di risultato. Un giorno viene scoperto, da uno dei “pazzi”, una cassaforte nell’ufficio del direttore, da qui i nostri protagonisti, pensando che ci sia del denaro o pietre preziose, escogiteranno un piano per aprire la cassaforte, scappare con il bottino e conquistare una libertà meritata.
Uno spettacolo che tratta un tema forte con la solita ironia che caratterizza oramai da anni gli spettacoli di Antonio Grosso. La compagnia sarà la stessa che ha portato per anni in giro, nei migliori teatri italiani, lo spettacolo diventato un cult, “Minchia Signor tenente”

29 NOVEMBRE - 30 NOVEMBRE 2022
ANNALISA DIANTI CORDONE
VOLEVO NASCERE ORFANA

Diplomata all’Accademia d’Arte drammatica di Palmi e alla Scuola di specializzazione del teatro stabile del Veneto, Annalisa Dianti Cordone ha lavorato per molti anni in teatro, sia con la compagnia dei giovani del teatro stabile del Veneto, sia con varie compagnie di giro, in Italia e all’estero. Attrice comica con la Compagnia italiana di operetta, ha recitato anche in numerose commedie musicali. Nel 2011 a Londra ha lavorato come performer e cominciato a fare stand up comedy; Ha partecipato allo Zelig lab di Roma e di Milano, alla trasmissione di comici SCQR. Su Comedy channel e a Colorado Lab.
Attualmente è impegnata nelle riprese del programma comico, Il boss dei Comici, su La 7.

01 DICEMBRE - 02 DICEMBRE 2022
LUCA CUPANI

LIVE
Forse lo hai visto a “Zelig” o a “Italian Stand Up” e ti sei chiesto chi sia questo comico un po’ anomalo perché a guardarlo sembra il primo che passa. Ed è proprio questa la forza di Luca Cupani, uno dei migliori comici della nuova leva della comicità italiana, una comicità che, tra l’altro, funziona anche all’estero perché Cupani vive a Londra da anni e lì si esibisce in molti spettacoli di stand up.
Decide di voler fare il comico a 35 anni. Prima di allora si era laureato in Lettere Classiche e dopo aveva lavorato come correttore di bozze in una casa editrice. Un giorno si rende conto che quella vita non era ciò che lo rendeva felice e allora decide di dare un taglio.
Dopo la morte della madre, nel 2014 Luca Cupani si trasferisce a Londra dove comincia a muovere i passi nel mondo della stand up comedy. Brucia le tappe, tanto che nel 2015 partecipa al Fringe Festival di Edimburgo dove vince la rassegna “So you think you’re funny?”. Le serate in Inghilterra si intensificano, ma anche quelle in Italia e nel 2018 entra nel gruppo della nuova generazione di Zelig.

03 DICEMBRE
DUO MAROTTI-RAJA - M’AMA NON M’AMA
Serena Marotti, pianoforte e Federica Raja, voce
Il recital del duo partirà da celebri lieder di Schubert e Schumann, passando dalle arie da camera italiane di Rossini, dalle songs americane di Gershwin per arrivare alle più amate canzoni napoletane di Di Giacomo, Bovio, De Curtis. E per finire un medley sulle colonne sonore dei film a tema amoroso di Morricone. Un programma originale, di rara esecuzione in Italia, che attraverso le note di commento delle interpreti condurrà il pubblico in un percorso avvolgente e spiritoso.

04 DICEMBRE
DUO PIANISTICO BARBARA & CLAUDIA - MOVIE SOUNDS
Barbara Cattabiani, Claudia Agostini, duo pianistico

L'eclettico duo pianistico Barbara & Claudia torna al Teatro dei Servi con un nuovo spettacolo dedicato alla musica da film. Il concerto sarà un fantastico viaggio musicale con alcuni tra i temi più famosi che ci hanno accompagnato sul grande schermo.
Le due musiciste trasformeranno il pianoforte in un'orchestra, grazie agli arrangiamenti del M° Guido D'Angelo, facendo rivivere le immagini di intramontabili pellicole degli anni '50 quali Pane, Amore e Fantasia, degli anni '60 come Colazione da Tiffany fino ad arrivare ai nostri giorni.
Non potranno mancare le atmosfere gioiose ed allegre del Natale con le quali Barbara & Claudia concluderanno lo spettacolo e augureranno Buone Feste al loro pubblico.

06 DICEMBRE - 18 DICEMBRE 2022
Lemon Theatre APS presenta
DUE COME NOI
di Daniele Trombetti e Daniele Locci
regia di Daniele Trombetti
Aiuto Regia Elena Fiorenza, Disegno luci Pietro Frascaro, Matteo Antonucci, Scenografia Ambramà, Costumi Elena Fiorenza, Coreografie Arianna Giancola
con Daniele Trombetti, Daniele Locci, Gianluca Mandarini, Giulia Greco, Federico Capponi e con la voce narrante di Mimmo Strati

Una commedia brillante e grottesca, che in una Roma di periferia, permetterà al pubblico d’intraprendere un viaggio nei sentimenti e nella comunicazione, non facile, di mondi apparentemente inconciliabili. Una storia di amore fraterno, voglia di riscatto e di riscoperta dell’altro. Tra risate, balletti e lacrime ci inoltreremo nell’abisso dei rapporti familiari per riemergere con la consapevolezza che, nel confronto, non sempre pacifico e lineare, risiede il segreto per conoscere l’altro e in tal modo se stessi. È negli affetti che si nasconde la chiave della realizzazione personale e la capacità d’interagire nel mondo in maniera positiva e costruttiva. 2 come noi. 2 come tutti.

19 DICEMBRE - 23 DICEMBRE 2022
La Bilancia Produzioni in collaborazione con Next 2021-22 presenta
GREGORY: UNA STORIA DI FAMIGLIA
di Veronica Liberale
regia di Nicola Pistoia
con Francesco De Rosa, Veronica Liberale, Francesca Pausilli, Stefania Polentini, Armando Puccio, Francesco Stella

Roma, 1999 - La vita della famiglia Puracchio viene felicemente sconvolta dall’arrivo di un bambino: la fidanzata di Adriano, figlio di Maurizio, proprietario di una ferramenta, aspetta un bambino. Il lieto evento viene accolto con entusiasmo da tutti i suoi componenti, compresa nonna Luciana e zia Fiorella. Nella vecchia casa familiare, all’interno di un quartiere popolare, che è un po’ come un paese, l’intera famiglia trascorre la propria vita fatta di tensioni sopite, sogni accantonati, paure nascoste, in nome di un’ esistenza normale e dignitosa. Il piccolo Francesco, figlio di Adriano e Tamara, nato all’inizio del nuovo secolo, viene salutato come il bambino del futuro, colui al quale ciascun membro della famiglia cercherà di trasmettere qualcosa: Nonno Maurizio la sua ferramenta, Papà Adriano la sua passione per il calcio, zia Fiorella la sua visione del modo, Nonna Luciana i suoi ricordi di gioventù (legati a un vecchio poster di Gregory Peck che incombe sulla scena) e soprattutto i sogni più belli di mamma Tamara. Le aspettative sembrano infrangersi con la scoperta graduale che il nuovo arrivato sembra comportarsi in modo strano, quasi incomprensibile e poi con la consapevolezza della sua diversità. Di fronte a un evento così destabilizzante il castello di carte costruito dalla famiglia negli anni è costretto a cadere, ciascuno è chiamata a mettersi in discussione, a morire dentro per poi rinascere più forte e migliore di prima.
“Gregory: storia di una famiglia” è uno spettacolo che, sullo sfondo di una società che sta cambiando il suo modo di comunicare, con l’avvento di internet e dei social, ci accompagna con toni leggeri, rifuggendo da qualsiasi forma di pietismo, nelle fasi della scoperta di un figlio diverso, autistico con le sue caratteristiche e il suo modo tutto speciale di relazionarsi.
Una commedia umana che dà la sua visione e il suo piccolo contributo nella descrizione di una sindrome difficile da comprendere e da descrivere. Una storia che cambia e travolge la vita dei protagonisti, le cui vicende, raccontate sempre con sorriso e ironia, ci portano a riflettere su una società molto spesso non inclusiva e sull’inconsistenza e la vacuità, che si cela dietro il concetto di normalità.

27 DICEMBRE - 08 GENNAIO 2023
La Bilancia Produzioni presenta
UNA ZITELLA DA SPOSARE
di Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi
regia di Marco Simeoli
con Valeria Monetti, Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi

Marta 35enne single, che dopo varie love story non crede più all’amore, viene iscritta ad un social di incontri dalla madre, stanca di vederla sola. Luigi, il suo migliore amico, decide di aiutarla gestendole il profilo e organizzandole qualche appuntamento. Dopo alcuni incontri deludenti, all’improvviso la svolta: Marta incontra Marco, che le piace subito, ed Enrico, suo vecchio compagno di classe di cui era innamorata; Marta inizia a frequentare entrambi, a loro insaputa. La gestione del triangolo complica la vita di Marta e di Luigi che per costringerla a scegliere, organizza una cena con i due pretendenti. Durante la serata tutti i nodi verranno al pettine: tra equivoci, bugie e situazioni comiche, si arriverà al giudizio finale. Ma un attimo prima anche Luigi confesserà il suo segreto, rendendo la decisione ancora più complicata. Chi sceglierà Marta?

10 GENNAIO - 15 GENNAIO 2023
Le Chat Noir presenta
NEL CORPO DI UN'ALTRA
di Annabella Calabrese e Daniele Esposito
regia di Annabella Calabrese e Daniele Esposito
 
Ginevra è un’influencer milanese di successo con un corpo stupendo e un’immagine estremamente curata attiva sui temi ambientalisti e sociali e ossessionata dall’inseguire la perfezione in una vita apparentemente perfetta in cui tutti la amano. Orietta, invece, è una scrittrice fallita napoletana che per sbarcare il lunario si occupa di curare i profili social di Ginevra, single incallita, è intrappolata in una vita per lei insostenibile tra i chili di troppo e la depressione per un lavoro che odia. Le vite delle due donne, così diverse tra loro, cambieranno radicalmente quando a causa di un incidente sui loro smartphone l’una finirà nel corpo dell’altra. Ognuna capirà che non sempre tutto è come sembra.

17 GENNAIO - 29 GENNAIO 2023
J.I. Rodomonte Production presenta
DI CHE SESSO SEI
di Aldo Nicolaj
regia di Marco Simeoli
Aiuto regia Daniele Derogatis, Scenografie Alessandro Chiti
con Maria Carla Rodomonte, Massimiliano Auci, Franco Sciacca, Andrea Ruggeri, Matteo Tugnoli

Con la messa in scena di questa commedia dal titolo “Di che sesso sei?” finalmente incontro un autore da me sempre molto amato e che mai avevo avuto la fortuna e l’onore di rappresentare: Aldo Nicolaj. Autore prolifico apprezzatissimo in Italia ma molto amato e riconosciuto all’estero, Nicolaj deve assolutamente tornare più spesso sulle ribalte italiane ed io spero, nel nostro piccolo, di farlo conoscere, specie ai giovanissimi, ai quali forse è sfuggito fino ad adesso. “Di che sesso sei?” è una commedia brillante che riprende l’antico e sempre valido meccanismo teatrale del gioco degli equivoci puntando questa volta su un qualcosa di molto particolare ed attuale: il travestitismo. Per assecondare un capriccio della donna di cui è invaghito, il protagonista accetta, per gioco, di travestirsi da donna e si ritrova a doversi destreggiare tra chi lo prende per una vera donna e se ne innamora e chi lo vede come un “diverso” e lo allontana. Nella dimensione comico-farsesca nella quale si svolge la vicenda, ecco affacciarsi problemi di identità, di accettazione, di voglia di essere più che di apparire o il contrario, di voglia di libertà, di gioco, di scambio di ruoli, insomma tutti temi molto presenti nella società odierna e trattati in maniera diversa sia al cinema che al teatro ma con un unico desiderio da parte di tutti: il farsi sì delle domande alle quali però risposte non ci sono perché è giusto così, perché ognuno viva la sua vita come vuole nella libertà delle proprie scelte, ma ovviamente nel rispetto e nell’accettazione dell’altro, chiunque esso sia. I cinque attori in scena, una donna e quattro uomini, saranno impegnati in un tourbillon tipico del vaudeville con un’attenta cura a che questi personaggi non perdano mai la loro umanità, verità e credibilità a maggior ragione che sono, specie per alcuni di loro, al limite e all’eccesso; ma la commedia è bella se è “pesante” nella sua leggerezza e se vive e poggia sul contrasto. Le gag che ne scaturiranno creeranno un ritmo rocambolesco e porteranno lo spettatore verso il finale che non risolve e non aggiusta perché, in fondo, come detto in precedenza, forse non c’è nulla da risolvere o da aggiustare. Sarebbe bello sentire gli spettatori all’uscita del teatro chiedere ad ognuno dei propri partner “ma tu di che sesso sei?” e senza neanche aspettare la risposta farsi un’ultima fragorosa risata!

31 GENNAIO - 01 FEBBRAIO 2023
HOREA SAS
1H DI STAND UP COMEDY

Questo spettacolo è il punto di vista di Horea Sas sulle cose, parla dell’esperienza di crescere come giovane immigrato di prima generazione in provincia, di venire da una famiglia proletaria e della vita di ogni giorno di un aspirante comico squattrinato.
Horea Sas nasce in Transilvania, Romania, nel 1993. Emigra con la famiglia a Milano all’età di due anni, poi a Carpanè (VI) dove cresce. Inizia ad esibirsi nel 2019 al Teatro l’Avogaria di Venezia; frequenta poi il circuito dei piccoli locali del nord Italia.
Nel 2020 partecipa alla settima stagione di Stand Up Comedy su Comedy Central.

Spettacolo riservato a un pubblico adulto e consenziente dotato di senso dell’umorismo.

02 FEBBRAIO - 05 FEBBRAIO 2023
VEGETA È MORTO E L'HO UCCISO IO
di Frekt e Gianluca Iacono
regia di Nicola Nocella
disegni di Stefano Meazza, Francesca Dell’Omodarme, Luigi Zetti; animazioni di Stefano Meazza; riprese video di Federico Gasca; voci registrate di Gianluca Iacono, Pietro Ubaldi, Vanessa Giuliani.
con Gianluca Iacono
Gianluca Iacono
Gianluca Iacono è la voce di Vegeta, uno dei personaggi principali di Dragon Ball, serie d’animazione tra le più famose al mondo.
Oggi però è una giornata no per Gianluca. È stanco della sua voce. È stanco d'essere definito solo attraverso i personaggi che ha interpretato. Sarà mica questa la vita di un doppiatore? Essere solo una voce? Questo lavoro è una maledizione dalla quale è impossibile liberarsi?
Gianluca si troverà a porsi queste domande mentre cerca di trovare un attimo di pace da tutti i personaggi da lui interpretati che cercano di avere le sue attenzioni, il suo tempo... la sua vita.
E per porre fine a tutto questo, sarà costretto a commettere un gesto estremo: uccidere Vegeta!

07 FEBBRAIO - 19 FEBBRAIO 2023
Nicola Canonico per la Good Mood presenta
FACCIA UN'ALTRA FACCIA
di Tiziana Foschi
regia di Antonio Pisu
Tiziana Foschi e Antonio Pisu

Persone, tipologie umane che ho visto passare (ma anche restare) in molti anni di questo mestiere. Facce che in scena si amplificano, diventano grottesche pur di strappare una risata, e in platea ognuno riconosce il vicino di casa, il giornalaio, il collega di ufficio, la suocera, ma mai se stesso. È l’antico gioco della parodia: trasformare persone in personaggi e situazioni quotidiane in ciò che vale la pena di raccontare. Del resto le storie di uomini e di donne sono sempre state il bersaglio della mia curiosità e il trasformismo l’abito ideale alla mia timidezza. Le mie facce sono proiezioni di realismo, sono facce contemporanee, che raccontano l’attualità, ma anche facce di sogno cinico e garbato. Sono i tanti connotati che ho. “La faccia e l’unica zona del corpo che mostriamo nuda“. A volte è inclusiva e accogliente altre è scostante, inadeguata.

21 FEBBRAIO - 22 FEBBRAIO 2023
MARCO CAVALLARO

LA VERITA’ VI GIURO
Quando ci si confessa e si dice la verità ci si mette a nudo.
È quello che succede in “La verità vi giuro”.
Marco Cavallaro torna con un nuovo esilarante standup dove si metterà a nudo e vi racconterà tutto…ma proprio tutto, anche i segreti inconfessabili.
E come sempre accade la verità diventa una straordinaria commedia.
Si ride sulle realtà più disparate, da quelle familiari a quelle anatomiche, culturali e sociali.
Le verità che sentirete sul palco sono anche le vostre verità, quelle in cui vi riconoscerete e in fondo alla fine sarà liberatorio anche per tutti voi.

25 FEBBRAIO - 30 APRILE 2023
Alt Academy Produzioni presenta
IL PIACERE DELL'ONESTÀ
di Luigi Pirandello
Regia di Sebastiano Nardone
Aiuto regia Davide Sapienza
con Sebastiano Nardone, Loredana Solfizi, Maurizio Ranieri, Luca Ferrini, Alberto Melone e Monica Belardinelli

L’insurrezione della Vita contro la Forma in cui la si è costretta può non essere immediata. Allo scopo di sottrarsi a una vita di dissipazione e traviamenti e di crearsi una situazione tale che (marito di una signora per bene) egli sia obbligato da essa a vivere onestamente, Baldovino, protagonista del Piacere dell’onestà, sposa Agata che Fabio ha resa madre e che non può sposare perché ammogliato. Ma pone bene le mani avanti: onesto lui, onesti tutti! Agata e Fabio continuino pure ad amarsi, se vogliono, ma rispettino rigidamente lui, non lui in quanto Baldovino, ma lui in quanto rappresentazione dell’onesto marito di una signora per bene. In tal modo Baldovino si costruisce una onestà perfetta, e vive non più come uomo, ma come forma artificiale e costruita di onestà. Forma artificiale, questa, destinata a morire nel momento stesso in cui Baldovino capirà di amare Agata, e quest’amore, ponendolo dinanzi a lei uomo contro donna, e non più maschera di marito contro maschera di moglie, gli farà comprendere la necessità di partire. L’amore uccide in lui la maschera del marito. Ma Agata che anch’ella l’ama lo seguirà in ogni caso. Allora egli rimane. La forma dell’onestà ha ucciso in Agata l’amante e creato in lei la moglie, sul serio e non da burla. La Vita ha incenerito la Forma in cui la si era costretta e ne ha creato una nuova e superiore.

28 FEBBRAIO - 12 MARZO 2023
La Bilancia Produzioni presenta
CASALINGHI DISPERATI
di Cinzia Berni e Guido Polito
regia di Nicola Pistoia
con Giancarlo Fares, Andrea Catarinozzi, Valerio Giombetti e Stefano Tomassini

Le problematiche affrontante dagli uomini separati, tra spese di mantenimento, appuntamenti concordati per vedere i figli, delusioni e incertezze, raccontate in chiave ironica, sono le tematiche al centro della commedia. Tre uomini separati vivono insieme in un appartamento, devono affrontare tutte le problematiche della convivenza e della vita da separati. Nonostante i turni per chi cucina o fa le pulizie i tre uomini trovano un loro equilibrio, l’arrivo di un ospite leggermente bipolare sconvolgerà la loro vita.

21 MARZO - 02 APRILE 2023
La Bilancia Produzioni presenta
COME FOSSE AMORE
di Marco Cavallaro
regia di Marco Cavallaro
con Anna Bellucci, Marco Cavallaro, Alessia Francescangeli, Lorenza Giacometti, Peppe Piromalli, Margherita Russo

Quando le delusioni d’amore trovano sfogo in un rifiuto totale per il sentimento stesso, come si può tornare ad amare? Tre donne, totalmente differenti tra di loro, fanno ricorso ad una terapeuta per riparare il loro cuore infranto, ma nessuna di loro sa che anche la stessa terapeuta ha il cuore infranto. E allora come fare a far tornare la voglia di aprirsi al sentimento più importante della vita? Forse bisognerebbe scoprire quali sono i loro gusti e cercare “l’uomo ideale”. Riuscirà la nostra terapeuta a salvare le ragazze, e anche se stessa, e trovare la felicità? Di certo serve l’aiuto...di un uomo...o più uomini...e se l’uomo in questione fosse tutti questi uomini messi insieme? Ecco che il delirio, di risate, inizia. Torna con una nuova commedia l’autore di grandi successi come “That’s Amore” “Se ti sposo mi rovino” e “Amore sono un po’ incinta”...e anche questa volta le risate non mancheranno.

04 APRILE - 09 APRILE 2023
Laboratorio Arti Sceniche diretto da Massimiliano Bruno presenta
MARY
di Filippo Maria Macchiusi
regia di Alessandro Cecchini
aiuto Regia Dafne Montalbano, assistente alla regia Sofia Ferrero, organizzazione Susan El Sawi, distribuzione Daniele Coscarella
con Clarissa Curulli, Federico Maria Galante, Filippo Maria Macchiusi

Perdere l’amore non è semplice, ci dice Massimo Ranieri. Immaginate una storia d’amore incantevole, da sogno, proprio da film al cinema. È tuo quello che non vedrete. Anche perché siamo a teatro. E perché l’amore (parolona, attenzione) è faticoso, tragicomico, imperplimibile (altra parolona, ma se vedete bene questa in realtà non esiste). L’incontro tra Filippo e Federico si trasforma nel duello per Mary, la donna in bilico tra i due. Le relazioni dei tre protagonisti si intrecciano nel racconto tra passato e presente, corrono aggrovigliate per raccontare che se son rose, magari fioriranno pure... ma ci pungeremo con le spine. Come diceva Massimo Ranieri.

11 APRILE - 23 APRILE 2023
Readarto srl presenta
VIVA LA GUERRA!
scritto e diretto da Andrea Bizzarri
con Alida Sacoor, Andrea Bizzarri, Roberto Bagagli, Guido Goitre, Matteo Montaperto

1944. Quattro giovani salgono sulle montagne laziali per inziare la loro resistenza. Dall'alto di una vecchia stalla in cui sono rifugiati, attendono l'arrivo di un treno tedesco carico di armi e munizioni che, raggiunta Roma, rifornirà gli occupanti, già da mesi impegnati in un'aspra guerriglia contro gli attivisti partigiani. Il loro compito è far saltare quel treno, prima che raggiunga la Capitale. Il gruppo è unito, punta dritto alla meta, ma è giovane. E allora può succedere che la convinzione traballi, che qualcuno confonda gli ideali politici e pensi che forse si stava meglio quando si stava peggio. Oppure, che ci si ritrovi ammaliati dall'inaspettata presenza di una donna, bella, attraente e misteriosa che, di colpo, cambia tutte le carte in tavola; ricordandoci, alla fine, di essere pur sempre uomini. Un'opera sulla leggerezza, scritta ed allestita con freschezza ed energia, per rivivere l'ultima guerra da un'ottica inedita, quella goliardica e disimpegnata della giovinezza.

02 MAGGIO - 14 MAGGIO 2023
Agricantus Coop. Cult. Soc. presenta
SE MI RICORDO TI SPOSO
di I PEZZI DI NERD
regia di Marco Simeoli
con Mirko Cannella, Michele Iovane, Nicolò Innocenzi, Jey Libertino e con la voce fuori campo di Giancarlo Ratti

Andrea e Liliana, stanno organizzando il loro tanto sognato matrimonio. Di ritorno dall’addio al celibato, Andrea ha un incidente che gli provoca la perdita della memoria a breve termine cancellando ogni ricordo di lei. Gli amici, insieme alla futura moglie, cercheranno di fargli tornare la memoria prima delle imminenti nozze ripercorrendo i momenti salienti del loro rapporto… Tra di loro si aggira anche un losco individuo dalla identità ignota che cercherà di sabotare i loro piani. Riuscirà Andrea a rinsavire e sposare Liliana?

23 MAGGIO - 04 GIUGNO 2023
APS Teatro E presenta
CHI M'HA VISTA
scritto e diretto da Cinzia Berni e Francesca Nunzi
con Cinzia Berni e Francesca Nunzi

Prendendo spunto dal famoso programma” Chi l’ha visto” che da anni va in onda con grande successo, le autrici-attrici, con ironia e disincanto si chiedono se tutte le persone scomparse vogliano davvero essere ritrovate. In uno studio televisivo, Cinzia Berni nel ruolo della presentatrice, è alle prese con Francesca Nunzi che interpreta vari personaggi. "Chi m’ha vista" è una carrellata di situazioni paradossalmente comiche, una girandola di eventi divertenti, ma anche uno sguardo cinico sulla realtà.

Orario spettacoli
da martedì a venerdì ore 21 / sabato ore 17.30 e ore 21 / domenica ore 17.30

Biglietti
Abbonamento Primula: fisso 12 spettacoli a 100€ Abbonamento Ciclamino: libero 12 spettacoli a 120€ *Per commissioni di servizio i prezzi degli abbonamenti online sono maggiorati di 5€

Biglietti Assaggi di Stagione 16 settembre ore 21 _ 5 euro

Teatro de’ Servi
Via del Mortaro 22, Roma
info: 06 6795130
www.teatroservi.it

Stampa Email