Teatri di Pistoia

L’ingresso della ventennale, ricca esperienza dell’Associazione Culturale Teatro Studio Blu (il Funaro) si inserisce nel più ampio progetto di ridefinizione e sviluppo delle politiche dello spettacolo dal vivo dell’Associazione Teatrale Pistoiese.

I soci fondatori (Comune di Pistoia e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia) hanno deciso, con tutti i soci ordinari (Provincia di Pistoia e otto altri Comuni), di reagire agli anni difficili della pandemia, della guerra e della crisi economica, puntando con convinzione sulla funzione del teatro pubblico quale leva di eccezionale importanza per la crescita civile della collettività pistoiese.

Per svolgere al meglio il ruolo di fondamentale istituto culturale al servizio della collettività pistoiese, e con l’innesto vitale del Funaro, l’ATP, riaffermando la sua essenziale azione di centro di produzione teatrale, intende estendere al massimo, già dalla prossima stagione, le proprie offerte formative e culturali, caratterizzandole con elementi di forte innovazione, per contribuire così al rilancio dello spettacolo dal vivo sul piano nazionale, quando ne appare finalmente vicina una necessaria riforma dell’ordinamento.  

Con un bilancio costantemente in pareggio, in vista di un allargamento della compagine associativa con l’introduzione di nuovi soggetti pubblici e privati, che potrebbe determinarsi fin dal prossimo anno,  e di una campagna di fund raising di lungo respiro, finalizzata alla creazione di una autentica comunità attorno ai teatri di Pistoia, a partire dal prossimo autunno, l’ATP sta già riflettendo su un possibile, presumibilmente indifferibile, adeguamento dell’attuale assetto giuridico e istituzionale, capace di renderne ancora più efficiente ed efficace la gestione.  

La qualità di una programmazione artistica particolarmente attenta nel cogliere i nuovi fermenti nell’ambito della creatività, pronta a incoraggiare i giovani talenti e le formazioni che esprimono le proposte maggiormente originali, si accompagnerà all’avvio di esplorazioni inedite nei campi della inclusione sociale, della transizione ecologica e del rispetto per l’ambiente, della digitalizzazione, in un’ottica di presenza sempre più diffusa sull’intero territorio provinciale e di sempre più intensa ricerca di individuazione di spazi e di esperienze praticabili a livello regionale, nazionale e internazionale.
Giuseppe Gherpelli
Presidente Associazione Teatrale Pistoise
Teatri di Pistoia

Una nuova storia, tante storie.
Abbiamo fortemente voluto l’una e le altre.
Il tempo che siamo chiamati a vivere e la complessità delle sfide che attendono la cosiddetta comunità globale esigono un’azione di rinnovamento non banale o di facciata; anche il mondo dello spettacolo è protagonista da vero “primo attore” di tale percorso.
Anzi, proprio su di noi grava il dovere supplementare di proporre noi ed i nostri spazi quali sedi ideali per riscoprire la coesione e la solidarietà sociale, il piacere di condividere insieme agli altri momenti di riflessione e svago, di approfondimento e sperimentazione, di novità e tradizione: tutti orientati a delineare l’identità attuale e futura dello spettacolo dal vivo, individuandone ed accrescendone gli interessati e gli appassionati.
Questa è la storia che vogliamo narrare con le stagioni 2022/23 dell’Associazione Teatrale Pistoiese avendo nel frattempo concluso felicemente il percorso di totale integrazione con il Funaro, fondendo le rispettive esperienze e dando così vita ad ulteriori iniziative alimentate da nuove idee e risorse umane.
L’insieme delle stagioni risulta, ne siamo convinti, ricco di suggestioni e sfide e si prefigge di consolidare ed insieme rinnovare il pubblico con un’attenzione mirata a nuovi generi, alle commistioni tra gli stessi, ai giovani ed al territorio di riferimento.
Verrà perfezionato e promosso un piano di iniziative di affiancamento pensato per far conoscere il teatro, la musica e la danza, anche oltre i singoli spettacoli; parallelamente verranno ampliate le attività di formazione ed i laboratori, valorizzando appieno le opportunità che gli spazi flessibili del Funaro offrono.
L’attenzione al territorio si concretizzerà anche con la parallela programmazione di stagioni pensate, in collaborazione con le rispettive amministrazioni comunali, per il Teatro Comunale di Lamporecchio, il Teatro Francini di Casalguidi e il Teatro Mascagni di Popiglio, insieme ad altri progetti in fase di definizione.
Abbiamo vissuto questi anni difficilissimi con profonda preoccupazione, ma sempre animati dalla voglia di ricominciare con passione, convinzione ed entusiasmo.
Le scelte operate, le strategie pensate, le scommesse accettate parlano di questo, guardano al domani ed aspirano a costruire il futuro.
Gianfranco Gagliardi
Direttore Generale Associazione Teatrale Pistoise
Teatri di Pistoia

La volontà di proiettare nel futuro la nostra città impegnandola ancora di più nel fare della cultura una leva essenziale di sviluppo e di coesione sociale si concretizza con l’ampliamento dell’offerta di spettacolo dell’Associazione Teatrale Pistoiese che inserisce nuovi programmi e nuovi percorsi lanciando anche una stagione di danza ed arricchendo le proposte con spettacoli di vari generi, dal musical al circo teatrale.
Alessandro Tomasi
Sindaco Comune di Pistoia

L’insieme delle stagioni è in grado di garantire al pubblico momenti intensi di riflessione ed altri capaci di soddisfare l’esigenza, pure molto diffusa, di godere di occasioni in cui si fondono il piacere e il divertimento di vivere insieme spettacoli coinvolgenti. Senza mai perdere di vista la propria missione di Centro di Produzione Teatrale, con i conti in ordine, l’Associazione può ora cominciare ad approfondire la possibilità di passare a forme più evolute di gestione, in grado di cogliere in pieno la responsabilità propria di una funzione culturale decisiva per l’intero territorio provinciale.
Benedetta Menichelli
Assessore alla Cultura
Comune di Pistoia

Le proposte messe a punto dall’Associazione Teatrale Pistoiese nei vari ambiti artistici ne confermano, in qualità e quantità, un ruolo centrale nell’offerta culturale complessiva del nostro territorio. Per questo la Fondazione, che è tra i suoi soci fondatori, è fortemente impegnata nel sostenerne le attività e nell’assicurarne lo sviluppo futuro.
Proprio in termini di sviluppo valutiamo la novità che riguarda il centro il Funaro. Si tratta di un progetto che consente di ampliare la produzione e la distribuzione di spettacoli dal vivo, in particolare di teatro per ragazzi e per una sperimentale stagione di danza. La novità è resa possibile anche per il sostegno assicurato da Intesa Sanpaolo, che voglio ringraziare per l’attenzione sempre riservata al territorio pistoiese e per la sensibilità ancora una volta dimostrata nel promuovere la cultura.
Lorenzo Zogheri
Presidente
Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia

Non posso che ritenermi soddisfatta, a Pistoia si è realizzato un evento unico: la fusione tra un'Associazione a partecipazione pubblica e un'Associazione privata. Sono particolarmente orgogliosa di aver innescato un meccanismo virtuoso, che permette alle alleanze progettuali e alla concretezza di andare oltre la paura del "non esplorato". Inoltre questa fusione dà un senso concreto a tutto l'impegno e all'esperienza maturata in quasi 20 anni di attività.
Oltre alle bellissime esperienze internazionali, abbiamo fatto un importante lavoro sul territorio, interrotto purtroppo per due lunghi anni dalla chiusura forzata a causa della pandemia ma lo scorso settembre, il Funaro è ripartito con grande slancio e sono certa che tornerà ad essere abitato come lo era in precedenza e adesso ancora di più, perché c’è un grande bisogno di ritrovare il senso della condivisione.
Una delle mie più grandi soddisfazioni è sempre stata quella di aver potuto creare un luogo di incontro dove persone di tutte le età, di estrazioni sociali diverse e anche di lingue e culture differenti si sono sempre sentite “a casa”. Credo che sentirsi a proprio agio e accolti sia l’elemento fondante e il senso più profondo della crescita culturale.
Grazie a una visione lungimirante, che guarda al futuro da una prospettiva nuova, questa unione permetterà di arricchire la proposta culturale a Pistoia: potremo espanderci, offrire un progetto più ampio e organico che vede perfettamente integrate due realtà vive come ATP e Funaro, che hanno sempre lavorato nella stessa direzione, animando però luoghi e progetti differenti.
Antonella Carrara
Fondatrice de il Funaro

I NOSTRI PARTNERS

Le Farmacie Comunali Pistoiesi - Far.com da anni sostengono con convinzione l'importanza strategica della promozione della cultura come strumento di tutela della salute psicofisica dei cittadini. L'impegno dell'Associazione Teatrale Pistoiese e del centro culturale il Funaro risponde in pieno a questo obiettivo, mettendo al centro il valore delle persone e del territorio, con vitalità ed entusiasmo. Un'energia di cui abbiamo sempre più bisogno, un'energia irrinunciabile per far crescere la socialità in un momento in cui nessuno si deve sentire solo, in cui i cittadini devono sapere che per le istituzioni il loro benessere equivale ad una crescita collettiva, dove ognuno possa esprimere le proprie potenzialità al meglio.
Alessio Poli
Amministratore Unico
Farmacie Comunali Pistoiesi – Far.com

Poter con consapevolezza affermare: “Mi è piaciuto...non mi è piaciuto” è un gesto culturale, coraggioso ed introspettivo di chi ha saputo trattenersi a teatro. Noi della sezione soci Coop di Pistoia, con la convenzione col Manzoni che ripetiamo da anni, non facciamo altro che provare ad allargare e rendere popolare questo gesto sul nostro territorio.
Unicoop Firenze
Sezione Soci Pistoia

Quando si inizia una nuova avventura è bene accompagnarsi ad amici fidati.
Publiacqua vuol rappresentare proprio questo per i propri partner storici. Siamo quindi orgogliosi di affiancare l’Associazione Teatrale Pistoiese in questo nuovo progetto teatrale che, includendo l’esperienza del Centro Culturale Il Funaro, amplia ed arricchisce la propria offerta culturale a favore dei cittadini della città e della provincia di Pistoia.
Lorenzo Perra
Presidente Publiacqua

Inizia in Toscana una nuova storia teatrale: i Teatri di Pistoia crescono e rilanciano, presentando un progetto inedito, che mette al centro la funzione di servizio pubblico del teatro, come risposta alla crisi dei tempi che viviamo e che vede tra le principali novità la fusione tra Associazione Teatrale Pistoiese e Funaro. Prosa, Danza, Musica, Teatro Ragazzi sono i generi che compongono l’offerta firmata da questo centro di produzione, che opera in sei sale teatrali e quattordici spazi complessivi, diffusi sul territorio provinciale. Le produzioni, un intenso calendario di attività alla voce “formazione”, l’ampliamento delle possibilità per le residenze artistiche, la Biblioteca e numerosi spazi di varia natura, aperti per i cittadini circa 335 giorni all’anno, sono tra le principali caratteristiche di questo nuovo percorso.  
A Pistoia un teatro decide di rilanciare sulla sua funzione culturale e di servizio pubblico proprio durante una pandemia, una guerra e un momento di forte incertezza economica, nella convinzione che questa sia la risposta da dare in tempi di crisi. I Teatri di Pistoia crescono, infatti, per raccontare una nuova storia per la città, la sua provincia, la Toscana, il pubblico e per il settore dello spettacolo dal vivo.
Entra nell’ente il Funaro, centro culturale indipendente, che dal 2009 ha portato a Pistoia importanti esperienze internazionali non perdendo mai di vista il lavoro sul territorio: programmazione di spettacoli, la cura del percorso artistico di Cristiana Morganti, la formazione, la biblioteca, le residenze artistiche sono stati gli ingredienti di un percorso che in pochi anni ha ottenuto il riconoscimento di pubblico e addetti ai lavori e vari premi nazionali e locali. Un soggetto a partecipazione pubblica, Associazione Teatrale Pistoiese, nato nel 1984, di cui sono soci fondatori il Comune di Pistoia e la Fondazione Caript ed a cui aderiscono la Provincia di Pistoia e otto Comuni (Abetone Cutigliano, Lamporecchio, Montale, Pescia, Pieve a Nievole, Sambuca Pistoiese, San Marcello Piteglio, Serravalle Pistoiese), presieduto da Giuseppe Gherpelli e diretto da Gianfranco Gagliardi accoglie quindi al suo interno un’associazione privata, fondata e presieduta fino al 2021 da Antonella Carrara. L’operazione sottolinea ancora una volta il valore che Teatri di Pistoia riconosce alle alleanze fra pubblico e privato. Il progetto avviato sceglie di promuoversi come “Teatri di Pistoia”, mantenendo la denominazione giuridica e istituzionale di Associazione Teatrale Pistoiese.

I Teatri di Pistoia per il 2022/2023 hanno programmato sei Stagioni: la Prosa, che prevede anche la tradizionale sezione Altri Percorsi, a cura di Saverio Barsanti, la nuova sezione La Via del Funaro, a cura di Lisa Cantini, la Musica, con il programma dedicato alla Sinfonica e alla Cameristica, a cura di Daniele Giorgi, la Danza, a cura di Lisa Cantini e il Teatro Ragazzi, a cura di Francesca Giaconi. Sei cartelloni (con l’idea che potrebbe essere introdotta, in futuro, anche l’Opera) e la realizzazione della rassegna estiva Spazi Aperti/ l’Antidoto/ Teatri di Confine e del Festival Serravalle Jazz che hanno luogo in sei sale teatrali (il Teatro Manzoni, il Funaro, il Piccolo Teatro Mauro Bolognini, il Teatro Comunale di Lamporecchio, il Teatro Francini di Casalguidi, il Teatro Mascagni di Popiglio), in un totale di quattordici spazi (oltre alle già citate sale Villa Stonorov – Fondazione Vivarelli, Fortezza Santa Barbara, Palazzo Fabroni, il Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi, il Convento di San Domenico, Rocca di Castruccio a Serravalle Pistoiese, e inoltre il Comune di Montale, Comune di Pieve a Nievole): un vero sistema teatrale territoriale. Con questo progetto, che mette in conto ulteriori sviluppi nel corso del prossimo triennio, si mira a coniugare il meglio dei percorsi precedenti di ATP e Funaro: strade differenti e complementari che, unendosi, ampliano la progettualità, i linguaggi e di pari passo, le competenze, la visione dello staff coinvolto, e infine il pubblico, comprendendo in un unico bacino i precedenti segmenti di riferimento. Le risorse produttive saranno dedicate a prosa (rinnovando la collaborazione con le compagnie residenti Lombardi/Tiezzi, e Sotterraneo e sostenendo artisti come Alessandro Benvenuti, Renata Palminiello, Roberto Valerio), musica (con l’Orchestra Leonore, diretta da Daniele Giorgi), danza (con Cristiana Morganti), teatro ragazzi.  All’offerta formativa e di affiancamento sarà dedicata particolare attenzione: la Scuola di Musica e Danza Teodulo Mabellini e i laboratori di teatro, circo e scrittura, per tutte le età, del Funaro (in entrambi i casi sono già in corso le iscrizioni), i numerosi percorsi, costruiti anche in collaborazione con enti e partner e talvolta prevedendo il coinvolgimento degli artisti protagonisti sul palcoscenico, comporranno il ventaglio di proposte per scuole, giovani e il pubblico tutto, da 0 ai 90 anni. La Biblioteca, specializzata in teatro del ’900 (sede del Fondo Andres Neumann e del Fondo Paolo Grassi) e inserita nella rete documentaria della Provincia di Pistoia, con gli incontri dal titolo La Biblioteca, l’isola le sue voci insieme al capitolo dedicato alle residenze teatrali - che con gli alloggi e le sale del Funaro incrementa significativamente lo spazio a disposizione - completano questo corposo e diversificato novero di opportunità. È un itinerario dalle caratteristiche inedite quello di questo centro di produzione, che prende in carico numerose attività non scontate per il suo profilo e con esse la responsabilità di contribuire ad affrontare una crisi: lo fa mettendo a disposizione una variegata “cassetta degli attrezzi” per confrontarsi con la complessità che viviamo, all’interno della comunità di cittadini (prima che spettatori) che il teatro è in grado di creare e di cui è capace di prendersi cura.  
Dice il presidente Giuseppe Gherpelli: “I Teatri di Pistoia, riaffermando la loro essenziale azione di centro di produzione teatrale, intende estendere al massimo le proprie offerte formative e culturali per contribuire così al rilancio dello spettacolo dal vivo sul piano nazionale, quando ne appare finalmente vicina la necessaria riforma dell’ordinamento”.
Secondo il direttore generale Gianfranco Gagliardi: “Il tempo che siamo chiamati a vivere e la complessità delle sfide che attendono la cosiddetta comunità globale esigono un’azione di rinnovamento non banale o di facciata, anche il mondo dello spettacolo è protagonista da vero “primo attore” di tale percorso. Anzi, proprio su di noi, grava il dovere supplementare di proporre noi ed i nostri spazi quali sedi ideali per riscoprire la coesione e la solidarietà sociale, il piacere di condividere insieme agli altri momenti di riflessione e svago, di approfondimento e sperimentazione, di novità e tradizione”.
Il progetto è forte di un bilancio costantemente in pareggio. Si intende inoltre rafforzare ulteriormente la strategia delle alleanze con soggetti pubblici, con le aziende - intese non solo come erogatrici ma protagoniste di un percorso di valorizzazione della funzione pubblica del teatro - e con i singoli cittadini, prevedendo dal 2023 un’ampia campagna di fund raising, finalizzata alla creazione di una estesa comunità di sostenitori/soci. È imminente infine, l’adeguamento dell’attuale assetto giuridico e istituzionale per garantire ulteriore efficienza dal punto di vista gestionale.
Sulle sei Stagioni: la Prosa, nelle sue tre diverse declinazioni vede tra i nomi Emma Dante, Antonio Latella, Massimo Popolizio, Daniel Pennac in due spettacoli (il primo con la direzione di Clara Bauer, il secondo con quella di Giorgio Gallione), oltre al debutto de “I separabili”, con Alessandro Benvenuti, la ripresa di “Antichi Maestri”, di Lombardi - Tiezzi, “L’Angelo della Storia”, di Sotterraneo. Alla voce Musica, nella Stagione Cameristica compaiono i nomi di Grigory Sokolov, Federico Maria Sardelli, Mario Brunello, in quella Sinfonica troviamo, tra gli altri, Mao Fujita con l’Orchestra Leonore e la direzione di Daniele Giorgi, la Camerata Salzburg con Janine Jansen, l’Accademia Bizantina guidata da Ottavio Dantone, Lilya Zilberstein con l’Orchestra Leonore e la direzione di Finnegan Downie Dear. Per la Danza andranno in scena il nuovo spettacolo di Cristiana Morganti, Damiano

Ottavio Bigi, il Nuovo Balletto di Toscana e Les italiens de L’Opera, per fare alcuni esempi. Il Teatro Ragazzi, presenterà, oltre a “Smacchia la Wanda” e “Shakespeare da Tavolo”, produzioni ATP, circa venti titoli, destinati alle scuole, alle famiglie e alla fascia dai 2 ai 18 anni. Tra gli eventi speciali

“Johann Sebastian Circus”, del Circo El Grito, “Samusà”, con Virginia Raffaele e“Billy Elliot il Musical”. I calendari completi delle sei Stagioni e le schede degli spettacoli sono disponibili su www.teatridipistoia.it.
Daniela Iride Murgia ha realizzato un’illustrazione originale per questo nuovo inizio. Una bambina, che guarda gioiosamente il cielo orchestra il gioco teatrale, tirando le fila, le funi (quella su cui cammina il funambolo suscitando ogni volta meraviglia e quelle che venivano prodotte in via del Funaro), che muovono mani adulte, incaricate di costruire un sogno possibile: il sogno del teatro.   
Il progetto verrà presentato al pubblico di Pistoia sabato 24 settembre: una giornata di festa che intende restituire il carattere di questa nuova “casa del teatro” (il programma sarà annunciato prossimamente).
Associazione Teatrale Pistoiese è sostenuta da Comune di Pistoia, Fondazione Caript, soci fondatori di Associazione Teatrale Pistoiese e da Ministero della Cultura, Regione Toscana e vede il contributo di Far.com, Unicoop Firenze, Publiacqua.

Info e prenotazioni biglietteria Teatro Manzoni
Corso Gramsci, 125 0573 991609 – 27112
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info e prenotazioni  Funaro
dal lunedì al venerdì (chiuso il lunedì mattina)
dalle 10.00 alle 13.00 – dalle 16.00 alle 19.00
telefono 0573 977225
www.teatridipistoia.it

STAGIONE TEATRALE 2022 / 2023
TEATRO MANZONI - PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI
a cura di Saverio Barsanti

Se penso alle articolate nuove Stagioni dei Teatri di Pistoia, una nuova storia, mi viene in mente una Matrioska, ma modificata: se si apre, anziché uscir altre Matrioske via via più piccole, racchiuse una nell’altra, si materializzano altre bambole, di uguali dimensioni e di pari importanza.
A me il compito di introdurre la Matrioska della Prosa.

Di nuove storie il programma è ricco: dal ‘noir’ del Premio Strega Melania Mazzucco alla novità poetica e surreale di Fabrice Melquiot, dalle drammaturgie derivate dalla letteratura (Thomas Bernhard, Romain Gary) al ritorno della commedia leggera (il testo di Gabriele Pignotta), passando per le ‘scritture sceniche’ di Francesco Niccolini e di Daniele Villa (Sotterraneo). Quando le storie non sono nuove, nuovo è lo sguardo con cui sono riportate in scena (da Fausto Paravidino che rilegge Ibsen a Emma Dante che ritorna alle fiabe di Giambattista Basile) o nuova è la chiave di regia con cui sono state affrontate le drammaturgie (dal capolavoro di Edward Albee a uno dei testi più comici di Eduardo, dalla riscoperta del primo testo teatrale importante di Testori, al ritorno di un titolo di Arthur Miller, meno rappresentato di quanto ci potremmo aspettare).
È una Stagione che va verso le persone, “pop” potrebbero dire alcuni, certamente, perché, accostando artisti diversi tra loro, si ampliano le possibilità di visione e di incontro.
Cos’è se non tipicamente ‘pop’ passare da Vanessa Incontrada a Emma Dante, da un’artista popolare ma al contempo raffinata e ironica come Virginia Raffaele a un’attrice di primo piano del teatro europeo come Andrea Jonasson (già compagna di Arte e di vita di Giorgio Strehler)? Ed ancora, che distanza separa grandi volti dello spettacolo italiano (come Massimo Popolizio, Sandro Lombardi, Sonia Bergamasco e Silvio Orlando) dagli straordinari interpreti del musical “Billy Elliot”?  
Ed inoltre in scena coppie inedite (come Alessandro Benvenuti e Chiara Caselli, interpreti della nostra coproduzione che aprirà la stagione) o già collaudate (Gianfelice Imparato e Carolina Rosi); infine artisti sempre più affermati, come Vinicio Marchioni, Marina Rocco, Valerio Binasco ed il ritorno di Valentina Sperlì, già protagonista di molte nostre produzioni .

In programma prime nazionali, esclusive, tre nostre coproduzioni e ospitalità di teatri prestigiosi: regie di maestri della scena contemporanea (da Antonio Latella a Emma Dante, dal ‘nostro’ Federico Tiezzi al grande regista lituano Rimas Tuminas) insieme a quelle di nomi importanti del panorama nazionale (tra cui, oltre agli stessi Popolizio e Binasco, Roberto Andò, Giuseppe Marini e Andrée Ruth Shammah). 

Saverio Barsanti

anteprima
TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 8 ottobre (ore 20)
JOHANN SEBASTIAN CIRCUS
regia Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini
con Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini, Andrea Farnetani   
Circo El Grito / Fondazione Pergolesi Spontini  
> fascia d’età: uno spettacolo per tutti

> IN ABBONAMENTO

prima nazionale
TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 29 e domenica 30 ottobre
(feriale ore 21, festivo ore 16)
I SEPARABILI
traduzione Anna Romano
testo Fabrice Melquiot
regia e spazio scenico Sandro Mabellini
con Alessandro Benvenuti e Chiara Caselli
sand artist Gabriella Compagnone
Associazione Teatrale Pistoiese / Arca Azzurra

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 novembre
(feriale ore 21, festivo ore 16)
ANTICHI MAESTRI
di Thomas Bernhard
drammaturgia Fabrizio Sinisi
regia Federico Tiezzi
con Sandro Lombardi, Martino D’Amico, Alessandro Burzotta
Associazione Teatrale Pistoiese / Compagnia Lombardi-Tiezzi

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 19 e domenica 20 novembre
(feriale ore 21, festivo ore 16)
LA VITA DAVANTI A SÉ
tratto dal romanzo La vie devant soi di Romain Gary Emile Ajar
 © Mercure de France, diritti teatrali gestiti dalle edizioni Gallimard con il nome di “Roman Gary” come autore dell’opera originale
traduzione Giovanni Bagliolo
riduzione e regia Silvio Orlando
direzione musicale Simone Campa
con Silvio Orlando
e l’Ensemble dell’Orchestra Terra Madre
(Simone Campa chitarra battente, percussioni; Gianni Denitto clarinetto, sax;
Maurizio Pala fisarmonica; Kaw Sissoko kora, djembe)
Cardellino srl

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 3 e domenica 4 dicembre
(feriale ore 21, festivo ore 16)
DULAN LA SPOSA
di Melania Mazzucco
regia Valerio Binasco
con (in ordine alfabetico) Valerio Binasco, Mariangela Granelli, Cristina Parku
Teatro Stabile Torino – Teatro Nazionale

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 14 e domenica 15 gennaio
(feriale ore 21, festivo ore 16)
SCUSA SONO IN RIUNIONE TI POSSO RICHIAMARE?
una commedia scritta e diretta da Gabriele Pignotta
con Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta
con Fabio Avaro, Nick Nicolosi, Siddhartha Prestinari
a.ArtistiAssociati

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 21 e domenica 22 gennaio
(feriale ore 21, festivo ore 16)
Edward Albee | CHI HA PAURA DI VIRGINIA WOOLF?
traduzione Monica Capuani
regia Antonio Latella
con Sonia Bergamasco, Vinicio Marchioni,
Ludovico Fededegni, Paola Giannini
Teatro Stabile dell’Umbria
con il contributo speciale della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 11 e domenica 12 febbraio
(feriale ore 21, festivo ore 16)
DITEGLI SEMPRE DI SÌ
di Eduardo De Filippo
regia Roberto Andò
con (in ordine di locandina) Carolina Rosi, Gianfelice Imparato,
Federica Altamura, Andrea Cioffi, Nicola Di Pinto, Paola Fulciniti,
Viola Forestiero, Vincenzo D’Amato, Gianni Cannavacciuolo, Boris De Paola
Elledieffe – La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo / Fondazione Teatro della Toscana

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 18 e domenica 19 febbraio
(feriale ore 21, festivo ore 16)
SPETTRI
di Henrik Ibsen
versione italiana e adattamento Fausto Paravidino
regia Rimas Tuminas
con Andrea Johasson
e con Gianluca Merolli, Fabio Sartor
Giancarlo Previati, Eleonora Panizzo
TSV – Teatro Stabile del Veneto

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 4 e domenica 5 marzo
(feriale ore 21, festivo ore 16)
PUPO DI ZUCCHERO
La festa dei morti
liberamente ispirato a “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile
testo e regia Emma Dante
con Carmine Maringola, Nancy Trabona, Maria Sgro, Federica Greco,
Sandro Maria Campagna, Giuseppe Lino, Stephanie Taillandier,
Tiebeu Marc-Henry Brissy Ghadout, Martina Caracappa, Valter Sarzi Sartori
Sud Costa Occidentale
in coproduzione con Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Scène National Châteauvallon-Liberté, ExtraPôle Provence-Alpes-Côte d’Azur, Teatro Biondo di Palermo,
La Criée Théâtre National de Marseille, Festival d’Avignon, Anthéa Antipolis Théâtre d’Antibes, Carnezzeria

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 25 e domenica 26 marzo
(feriale ore 21, festivo ore 16)
LA MARIA BRASCA
di Giovanni Testori
regia Andrée Ruth Shammah
con Marina Rocco, Alberto Astorri,
Mariella Valentini e Filippo Lai
Teatro Franco Parenti / Fondazione Teatro della Toscana

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 22 e domenica 23 aprile
(feriale ore 21, festivo ore 16)
UNO SGUARDO DAL PONTE
di Arthur Miller
regia Massimo Popolizio
con Massimo Popolizio
e con Valentina Sperlì, Raffaele Esposito, Michele Nani, Gaja Masciale
ed altri interpreti in via di definizione
Compagnia Orsini / Teatro di Roma – Teatro Nazionale / Emilia Romagna Teatro Fondazione – Teatro Nazionale

> FUORI ABBONAMENTO

E v e n t i   S p e c i a l i
TEATRO MANZONI

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 12 e domenica 13 novembre (ore 21)
SAMUSÀ
scritto da Virginia Raffaele, Giovanni Todescan,
Francesco Freyrie, Daniele Prato con Federico Tiezzi
regia Federico Tiezzi
con Virginia Raffaele
Itc 2000

esclusiva regionale
TEATRO MANZONI | Pistoia
martedì 16 e mercoledì 17 maggio (ore 21)         
BILLY ELLIOT Il musical                                                                                                   
musiche di Elton John
testi e libretto di Lee Hall dal film di Stephen Daldry
regia e adattamento italiano Massimo Romeo Piparo
Peep Arrow / Il Sistina

> FUORI ABBONAMENTO

A l t r i   P e r c o r s i
PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
sabato 17 dicembre (ore 21)
L’ANGELO DELLA STORIA
concept e regia Sotterraneo
in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri,
Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini
scrittura Daniele Villa
Sotterraneo / Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale / Marche Teatro /
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG / Teatro Nacional D. Maria II

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
martedì 7 febbraio (ore 21)
L’ORESTE
Quando i morti uccidono i vivi
di Francesco Niccolini
regia Giuseppe Marini
con Claudio Casadio
Società per Attori / Accademia Perduta Romagna Teatri
in collaborazione con Lucca Comics & Games

 LA VIA DEL FUNARO 2022 / 2023
IL FUNARO
a cura di Lisa Cantini
Accanto ad Altri Percorsi c'è una nuova Via, La Via del Funaro.
Una “strada” che per più di 10 anni è stata percorsa e attraversata da artisti e compagnie eterogenee negli spazi del Funaro. Un elenco di proposte, da leggersi come un'opportunità per vivere un'esperienza speciale di condivisione di spazi e di progetti, ma anche di percorsi di artisti, seguiti negli anni, affiancati nel flusso acrobatico della creatività. Sono proposte per lo più trasversali tra prosa, danza, arti visive e performative di artisti giovani e meno giovani, con monologhi di amati interpreti italiani o gruppi internazionali di performer che parlano la lingua universale del corpo, del gesto o della musica.

Graditi ritorni come Davide Enia, Daniel Pennac, Giuseppe Cederna, Massimo Grigò con i Sacchi di Sabbia, si affiancano a nuove ospitalità come quelle di Carlo De Ruggieri, Fabio

Troiano, il performer Marco D'Agostin e Roberto Castello con il trascinante ensemble tra musica e danza africana del suo Mbira.

È una via, una via tra le tante, ma una via che ti fa sentire a casa, parte di un'esperienza di crescita e di scambio di prospettive. È una Via che ti chiede di farti sorprendere, di fidarti, di tornare, di stare.
Lisa Cantini

IL FUNARO | Pistoia
domenica 30 ottobre (ore 21)
ITALIA – BRASILE 3 A 2
Il ritorno
di e con Davide Enia
musiche in scena Giulio Barocchieri, Fabio Finocchio
Teatro Metastasio di Prato / Fondazione Sipario Toscana
in collaborazione con Fondazione Armunia Castello Pasquini Castiglioncello – Festival Inequilibrio

esclusiva regionale
IL FUNARO | Pistoia
venerdì 18 e sabato 19 novembre (ore 21
DAL SOGNO ALLA SCENA
Un incontro teatrale
di Clara Bauer, Pako Ioffredo, Daniel Pennac
mise en espace Clara Bauer
con Pako Ioffredo, Demi Licata, Daniel Pennac
Compagnie Mia – Mouvement International Artistique / Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
in collaborazione con Associazione Teatrale Pistoiese /un progetto nato dall’esperienza de il Funaro

IL FUNARO | Pistoia
giovedì 1 dicembre (ore 21)
STORIA DI UN CORPO
di Daniel Pennac
adattamento e regia Giorgio Gallione
con Giuseppe Cederna
Fuorivia produzioni / Agidi
in collaborazione con Teatro Stabile di Bolzano

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 16 dicembre (ore 21)
OGNI BELLISSIMA COSA
di Duncan Macmillan e Johnny Donahoe
traduzione e regia Monica Nappo
con Carlo De Ruggieri
Nutrimenti Terrestri

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 13 gennaio (ore 21)
LA COMMEDIA PIÙ ANTICA DEL MONDO
discorso su Gli Acarnesi di Aristofane
de I Sacchi di Sabbia con la collaborazione di Francesco Morosi
con Massimo Grigò
I Sacchi di Sabbia in collaborazione con Compagnia Lombardi-Tiezzi

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 24 febbraio (ore 21)
MBIRA
concerto di musica, danza e parola per piazze e teatri
coreografia e regia Roberto Castello
musica ed esecuzione Zam Moustapha Dembélé, Marco Zanotti
testi Renato Sarti e Roberto Castello
con la preziosa col laborazione di Andrea Cosentino
danza e voce Giselda Ranieri , Ilenia Romano / Susannah Hieme
ALDES / Teatro della Cooperativa
con il sostegno di ROMAEUROPA Festival
finalista Premio UBU 2019 – miglior spettacolo di danza

prima regionale
IL FUNARO | Pistoia
venerdì 10 marzo (ore 21)
IL DIO BAMBINO
testo e musiche di Giorgio Gaber e Sandro Luporini
regia Giorgio Gallione
con Fabio Troiano
Nidodiragno / CMC – con il contributo di Comune di Barletta / Teatro Curci
in collaborazione con Fondazione Giorgio Gaber e Teatro Pubblico Pugliese

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 31 marzo (ore 21)
FIRST LOVE
un progetto di e con Marco D’Agostin
VAN /Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival e Espace Malraux scène nationale de Chambéry et de la Savoie
in collaborazione con Centro Olimpico del Fondo di Pragelato
con il sostegno di Lavanderia a Vapore - Centro Regionale per la Danza, inTeatro, Teatro Akropolis, ResiDance XL

Il FUNARO | Pistoia
venerdì 21 ottobre | giovedì 17 novembre| venerdì 9 dicembre
venerdì 20 gennaio | venerdì 17 febbraio | venerdì 24 marzo | venerdì 14 aprile
SHAKESPEARE DA TAVOLO
Le opere raccontate in 40 minuti
(ore 20 aperitivo e a seguire spettacolo)
di e con Massimiliano Barbini e altre stoviglie
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
Un progetto nato dall’esperienza de il Funaro

STAGIONE SINFONICA 2022 / 2023
TEATRO MANZONI
18^ edizione
a cura di Daniele Giorgi

Ve la immaginate una città brulicante di musica? Una città nella quale ognuno possa sollevarsi quotidianamente dal quotidiano, anche solo per un fugace momento, attraverso la musica. In quella città i concerti sono celebrazioni gioiose di una passione individuale che fiorisce nell’incontro con l’altro. Così penso ai concerti che compongono la Stagione Sinfonica, un percorso di cura dell’anima per vivere con rinnovata partecipazione i grandi capolavori che tutti amiamo, andare a curiosare con fiducia nella nuova musica, conoscere artisti fra i più celebri al mondo e giovani dal talento sbalorditivo.

Ascolteremo due straordinari violinisti, l'ucraino Valeriy Sokolov e la stella del firmamento internazionale Janine Jansen; tre generazioni di pianisti a confronto: con la Leonore, la celeberrima Lilya Zilberstein e il ventitreenne Mao Fujita il cui straordinario talento, dopo essersi distinto al Concorso Čajkovskij di Mosca 2019, continua a mietere successi internazionali, e con l'Orchestra della Toscana, guidata dalla giovane direttrice neozelandese Gemma New, Alessio Bax, primo pianista italiano nella storia a vincere il Concorso internazionale di Leeds. Per la prima volta sul podio del Manzoni salirà poi il britannico Finnegan Downie Dear, vincitore nel 2020 del concorso internazionale di direzione "Gustav Mahler" di Bamberg. Fra gli ensemble ospiti anche la prestigiosa Camerata Salzburg in un programma mozartiano, l'Accademia Bizantina, storico gruppo di specializzato nella musica antica guidato da Ottavio Dantone, e il ritorno del Coro Filarmonico di Torino "Ruggero Maghini" per il Requiem di Mozart che sarà proposto insieme alla Piccola Messa Italiana di Nicola Campogrande (in prima esecuzione italiana).

Come sempre nel cuore del progetto sarà l'Orchestra Leonore, che negli anni è divenuta sinonimo di qualità ed energia. Un ensemble forte e sensibile allo stesso tempo che ha saputo attirare sulla nostra città attenzione e apprezzamento da tutta Italia.

Ci emozioneremo, ci stupiremo, ma non saremo insieme solo per provare fugaci sensazioni: usciremo da teatro talvolta sollevati, altre volte con nuove stimolanti domande, mai indifferenti, e sempre diversi da come ci saremo entrati.
Sognare in grande, lavorare con umiltà: su queste fondamenta, continuiamo a costruire insieme quella città.

Daniele Giorgi
> IN ABBONAMENTO

TEATRO MANZONI | Pistoia
venerdì 11 novembre (ore 21)
ORCHESTRA LEONORE
DANIELE GIORGI direttore
VALERIY SOKOLOV violino
Ludwig van Beethoven Cavatina dal Quartetto per archi op. 130 (vers. per orchestra d’archi)
Samuel Barber Concerto per violino e orchestra op. 14
Samuel Barber Adagio per archi
Ludwig van Beethoven Sinfonia n. 7 op. 92
> sabato 12 novembre – Teatro Sociale Mantova

TEATRO MANZONI | Pistoia
venerdì 16 dicembre (ore 21)
ACCADEMIA BIZANTINA
OTTAVIO DANTONE direttore e clavicembalo
Arcangelo Corelli Concerto Grosso n. 4 op. 6 in re maggiore
Francesco Geminiani Concerto Grosso n. 3 op. 3 in mi maggiore
Georg Friedrich Händel Concerto Grosso n. 2 op. 6 in fa maggiore
Arcangelo Corelli Concerto Grosso n. 6 op. 6 in fa maggiore
Francesco Geminiani Concerto Grosso n. 4 op. 3 in re minore
Georg Friedrich Händel Concerto Grosso n. 7 op. 6 in si bemolle maggiore

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 4 febbraio (ore 21)
ORCHESTRA LEONORE
DANIELE GIORGI direttore
CORO FILARMONICO DI TORINO “R. MAGHINI”
CLAUDIO CAVAZZA maestro del coro
soprano da definire
Marie Henriette Reinhold contralto
Siyabonga Maqungo tenore
Sergio Foresti basso
Nicola Campogrande Piccola Messa Italiana
Wolfgang Amadeus Mozart Requiem in re minore K 626

TEATRO MANZONI | Pistoia
domenica 26 febbraio (ore 21)
ORCHESTRA LEONORE
FINNEGAN DOWNIE DEAR direttore
LILYA ZILBERSTEIN pianoforte
Ruth Crawford Seeger Rissolty Rossolty
Ludwig van Beethoven Concerto per pianoforte n. 3 op. 37
Maurice Ravel “Ma mère l’oye” (versione per balletto)
TEATRO MANZONI | Pistoia

sabato 18 marzo (ore 21)
ORT – Orchestra della Toscana
GEMMA NEW direttore
ALESSIO BAX pianoforte
Ludwig van Beethoven “Egmont” op. 84, ouverture
Felix Mendelssohn-Bartholdy Sinfonia n. 4 op. 90 “Italiana”
Johannes Brahms Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra op. 83

TEATRO MANZONI | Pistoia
giovedì 20 aprile (ore 21)
CAMERATA SALZBURG
JANINE JANSEN violino
GREGORY AHSS Konzertmeister, direzione
Wolfgang Amadeus Mozart Sinfonia n. 7 K 45 "Alte Lambacher Symphonie"
Wolfgang Amadeus Mozart Concerto n. 1 per violino e orchestra, K 207
Woffgang Amadeus Mozart Concertone in do maggiore per due violini e orchestra, K 190 (K 186E)

TEATRO MANZONI | Pistoia
giovedì 11 maggio (ore 21)
ORCHESTRA LEONORE
DANIELE GIORGI direttore
MAO FUJITA pianoforte
Sergej Rachmaninov Concerto per pianoforte e orchestra n.3, op. 30
Robert Schumann Sinfonia n. 3, op. 97 “Renana”
> mercoledì 10 maggio – Sala Verdi Torino (solo Orchestra Leonore – Daniele Giorgi)
> venerdì 12 maggio – Teatro Alighieri Ravenna

STAGIONE PISTOIESE DI MUSICA DA CAMERA 2022 / 2023
TEATRO MANZONI – SALONCINO DELLA MUSICA PALAZZO DE’ ROSSI
CONVENTO DI SAN DOMENICO
61^ edizione
a cura di Daniele Giorgi

SPICCANDO IL VOLO DA UN ALBERO CHE HA SOLIDE RADICI

La nuova Stagione Cameristica si svolgerà parallelamente alla Sinfonica, da novembre a maggio. L’apertura sarà al Teatro Manzoni con un evento speciale, il ritorno di Grigory Sokolov, uno tra maggiori pianisti al mondo. Nella sala del refettorio del Convento di San Domenico si terrà invece il concerto-reading "L'affare Vivaldi" del genio poliedrico Federico Maria Sardelli (tratto dal suo omonimo libro di successo, edito da Sellerio) con il suo ensemble Modo Antiquo, due volte nominato ai Grammy Awards. Per tutti gli altri appuntamenti lo storico Saloncino di Palazzo de’ Rossi rimarrà il salotto musicale della nostra città, nel quale ospiteremo i violoncellisti Mario Brunello ed Enrico Dindo, il recital del pianista Louis Lortie e i due appuntamenti dedicati alla formazione cameristica per eccellenza, il quartetto d'archi, con il pluripremiato Meta4 Quartet e la giovane spumeggiante energia del Quartetto Indaco; affascinanti saranno inoltre il viaggio tra musiche del ‘900 con incursioni nel repertorio tradizionale arabo proposto dall’inconsueto duo formato dalla violinista Alexandra Soumm e dal vibrafonista Illya Amar, e quello attraverso le tappe dell’Orient Express con la giovane soprano Polina Pasztircsak e il pianista Jan Philip Schulze.

Nella musica da camera, la vicinanza con gli artisti permette di apprezzare in ogni minimo dettaglio il loro modo di comunicare e di restituirci il senso della grande musica: certamente la dimensione più intima nella quale celebrare la gioia di stare insieme nella bellezza, vero e proprio antidoto all’isolamento che tutti abbiamo attraversato.

È una storia bellissima, quella della Stagione Cameristica di Pistoia: iniziata da Don Mario Lapini e proseguita dal M° Massimo Caselli, ha nel tempo arricchito in maniera decisiva la cultura musicale della città. Sono onorato di aver raccolto da loro il testimone, ed entusiasta di poter continuare, insieme, a scrivere questa storia.

DANIELE GIORGI

> IN ABBONAMENTO

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 5 novembre (ore 21)
GRIGORY SOKOLOV pianoforte
Ludwig van Beethoven 15 Variazioni e fuga in mi bemolle maggiore
sopra un tema dell’ “Eroica”, op. 35
Johannes Brahms Tre Intermezzi op. 117
seconda  parte del programma in via di definizione

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 19 novembre (ore 21)
ENRICO DINDO violoncello

CARLO GUAITOLI pianoforte
Nikolaj Mjaskovskij Sonata n. 2 op. 81
Robert Schumann Fantasiestücke op. 73
Johannes Brahms Sonata n. 1 op. 38

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 10 dicembre (ore 21)
ALEXANDRA SOUMM violino
ILLYA AMAR vibrafono
“ODISSEE”
Abraham Ellstein (1907-1963) Yidl Mitn Fidl (1936)
Béla Bartók (1881-1945) Sei danze popolari rumene Sz.56 (1915)
Illya Amar (1978-) Odysséa
Joseph Achron (1886-1943) Mélodie Hébraïque op.33 (1911)
Illya Amar (1978-) Mome Svie Tié
Béla Bartók (1881-1945) Due duo dai 44 Duo per due violini Sz.98 (1931)
Illya Amar (1978-) La Valse des dunes La Danse du Sirocco Tradizionale arabo dell’XI secolo
Lama Bada Yatatana Aaron Lebedeff (1873-1960) Roumania Roumania (1947)

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 14 gennaio (ore 21)
QUARTETTO INDACO
Eleonora Matsuno, Ida Di Vita violini
Jamiang Santi viola Cosimo Carovani violoncello
Sergej Rachmaninov Quartetto per archi n. 1
Antonín Dvořák Quartetto per archi n. 12 op. 96 "Americano"
Maurice Ravel Quartetto per archi in fa maggiore

CONVENTO DI SAN DOMENICO | Pistoia
venerdì 27 gennaio (ore 18)
FEDERICO MARIA SARDELLI direzione, flauto, narrazione
ENSEMBLE MODO ANTIQUO
FEDERICO GUGLIELMO violino solista
“L’AFFARE VIVALDI”
Concerto Reading
basato sul testo "L’Affare Vivaldi" di Federico Maria Sardelli (ed. Sellerio)
drammaturgia Federico Maria Sardelli
musiche Antonio Vivaldi

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 11 febbraio (ore 21)
LOUIS LORTIE pianoforte
MOMENTS MUSICAUX
Schubert / Liszt selezione di lieder da definire
Franz Schubert 6 moments musicaux op. 94, D.780
Rachmaninov/Wild Spring Waters
Sergej Rachmaninov 6 Moments musicaux op. 16

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 4 marzo (ore 21)
META4 QUARTET
Antti Tikkanen, Minna Pensola violini
Atte Kilpeläinen viola
Tomas Djupsjöbacka violoncello
Krishna Nagaraja Stringar (2021) per quartetto d’archi
Fanny Mendelssohn Quartetto per archi in mi bemolle maggiore
Jean Sibelius Quartetto per archi “Voces Intimae” op. 56

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 25 marzo (ore 21)
POLINA PASZTIRCSAK soprano
JAN PHILIP SCHULZE pianoforte
“ORIENT EXPRESS”
Liederabend

PARIGI:
Georges Bizet Les nuits d’été – L’île inconnue
Francis Poulenc Hôtel 2
Henri Duparc L’invitation au voyage
---
STRASBURGO:
Gustav Mahler Rheinlegendchen
---
MILANO:
Franz Liszt I’ vidi in terra angelici costumi
Giuseppe Verdi La zingara
Giuseppe Pietri La stornellata di Cecco
Stanislao Gastaldon Musica proibita
---
VENEZIA:
Felix Mendelssohn-Bertholdy Venezianische Gondellied
Johann Strauss (figlio) da “Eine Nacht in Venedig”: Schwips Lied
---
VIENNA:
Rudolf Sieczyński Wien, du Stadt meiner Träume
---
BRATISLAVA:
Béla Bartók da “Falun”: Bölcsődal – Legénytánc
---
BUDAPEST:
Zoltán Kodály A csitári hegyek alatt
Ernő Dohnányi Ich will ein junger Lenzhusar Lajos Lajtai Legyen a Horváth-kertben, Budán
Lajos Lajtai Legyen a Horváth-kertben, Budán
----
ARAD/BUCAREST:
Zoltán Kodály A rossz feleség
George Enescu da “7 Chansons de Clément Marot”: Aux demoyselles paresseuses d’éscrire à leurs amis
---
ISTANBUL/ATENE:
Maurice Ravel Shéhérazade - La Flute enchantée
Maurice Ravel Cinq Mélodies populaire grecques – Chanson de la mariée,
Quel galant m’est comparable, Tout gai!

SALONCINO DELLA MUSICA Palazzo de’ Rossi | Pistoia
sabato 15 aprile (ore 21)
MARIO BRUNELLO violoncello piccolo
ROBERTO LOREGGIAN cembalo, organo
FRANCESCO GALLIGIONI viola da gamba, violoncello
Johann Sebastian Bach "Sonate a Cembalo concertato e violino solo,
col Basso per Viola da Gamba accompagnato, se piace”:
Sonata No. 1 in si minore, BWV 1014
Sonata No. 2 in la maggiore, BWV 1015
Sonata No. 3 in mi maggiore, BWV 1016
Sonata No. 4 in do minore, BWV 1017
Sonata No. 5 in fa minore, BWV 1018 [Lamento]
Sonata No. 6 in sol maggiore, BWV 1019

STAGIONE DI DANZA 2022 / 2023
TEATRO MANZONI
a cura di Lisa Cantini

Questa prima Stagione di Danza si compone di una serie di proposte per riscoprire la partecipazione e il desiderio di assaporare i linguaggi della danza e del corpo, nella sua essenza. Ogni spettacolo è una sfumatura unica, è un'istantanea di un universo, un ritratto d'artista.
Sei appuntamenti, nuovi campi da esplorare insieme, ai quali ne seguiranno molti altri in futuro, perché la scelta è inesauribile. Coreografie contemporanee, di alta qualità, internazionali, che ci permetteranno di vivere e attraversare linguaggi diversi: danza e parola, danza classica, danza comica, danza caliente e pura.
La danza. La danza che ti porta via, che ti catapulta in altri mondi come poche discipline sanno fare, che prende per mano tutti, ma che strizza un occhio soprattutto ai giovani, poiché il corpo comanda ed è capace di interpretare il nostro tempo.
Apre la stagione uno spettacolo che ci riempirà di orgoglio, poiché per la prima volta da che è stato nominato Primo Ballerino de l'Opéra di Parigi, Francesco Mura danzerà sul palco della sua città natale, la nostra Pistoia. Francesco e  i suoi talentuosi colleghi italiani che danzano nella serata Les

italiens de l'Opéra ci faranno sognare, mostrandoci estratti del repertorio del leggendario Teatro de l'Opéra.

Riprendiamo così, con gioia, un percorso intrapreso negli ultimi anni a singhiozzo, e che ora vede la presentazione di un primo, intenso, stimolante calendario di appuntamenti.
Dopo questo inizio, infatti, a seguire, uno per ogni mese, ci saranno altri cinque appuntamenti di cui tre prime regionali di grande livello espressivo e di respiro internazionale.
La prima regionale del nuovo assolo di Cristiana Morganti, quinto spettacolo creato, come da tradizione fortunata, in casa Funaro. La nostra città continua a seguire il percorso di questa strepitosa artista che negli ultimi dieci anni abbiamo visto, insieme, crescere e trasformarsi, con coraggio e generosità.
Altra occasione per assistere ad una prima regionale è lo spettacolo Un discreto protagonista, che vede in scena due danzatori, l'italiano Damiano Ottavio Bigi e il polacco Lukasz Przytarski entrambi impeccabili, poetici e forti interpreti dell'ultimo spettacolo di Dimitris Papaioannou.

Un prima regionale sarà anche il ritorno del duo argentino Poyo Rojo, con il loro irriverente, colorato e divertente Dystopia. Questo e' un grande appuntamento per godere del nuovo spettacolo di una compagnia che con il suo linguaggio trasversale, da sempre ammalia i pubblici di vari teatri del mondo.
E poi nella nostra felice serie di serate danzanti, torneranno sul nostro palco 14  danzatori del Nuovo Balletto di Toscana, con una rilettura della fiaba di Cenerentola, un vanto per la nostra regione e una meraviglia per i nostri occhi.
Per finire e per vibrare sulle corde di un bandoneon, una gala di tango con le musiche dal vivo del Tango Spleen Cuarteto che ci accompagnerà nel fuoco di una danza misteriosa, passionale ed elegantissima.
Chi ama la danza troverà nelle proposte serali del Funaro altri due appuntamenti per approfondire, esplorare, integrare i diversi linguaggi performativi del corpo con Mbira di Roberto Castello e First Love di Marco D'Agostin.
Vi aspettiamo, perchè danzando si impara a volare.

Lisa Cantini

> IN ABBONAMENTO

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 1 ottobre (ore 21)
LES ITALIENS DE L’OPÉRA
Passi di Stelle
Serata di gala ideata da Alessio Carbone
coreografie E.Montes, A. Bournonville, W. Forsythe, M. Bigonzetti, J. Martinez,
B. Von Cauwemberg, C. Carlson, L. Milon, Claude Brumachon, R. Nureyev
Interpreti Bianca Scudamore, Bleuenn Battistoni, Nicola Di Vico, Sofia Rosolini,
Antonio Conforti, Francesco Mura, Andrea Sarri, Giorgio Foures, Ambre Chiarcosso

prima regionale
TEATRO MANZONI | Pistoia
giovedì 3 novembre (ore 21)
CREAZIONE 2022
uno spettacolo di e con Cristiana Morganti
idea, coreografia e interpretazione Cristiana Morganti
regia Cristiana Morganti e Gloria Paris
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale / Theatre de la Ville – Paris /
Fondazione I Teatri – Reggio Emilia / MA scène nationale  – Pays de Montbéliard /

in collaborazione con Centro Servizi Culturali Santa Chiara – Trento

TEATRO MANZONI | Pistoia
mercoledì 7 dicembre (ore 21)
CENERENTOLA
balletto in un atto per 14 danzatori
coreografia Jiří Bubeníček (dalle fiabe dei Fratelli Grimm)
musica Sergej Prokof'ev
regia e drammaturgia Jiří Bubeníček
interpreti Cristina Acri, Sofia Bonetti, Matteo Capetola, Francesca Capurso, Carmine Catalano, Alice Catapano, Beatrice Ciattini, Matilde Di Ciolo, Veronica Galdo, Mattia Luparelli, Aisha Narciso,

Aldo Nolli, Niccolò Poggini, Paolo Rizzo
voce recitante Laura Bandelloni
direttore artistico Cristina Bozzolini
maître de ballet Sabrina Vitangeli
Compagnia Nuovo BallettO di ToscanA / Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
prima regionale
TEATRO MANZONI | Pistoia
giovedì 26 gennaio (ore 21)
UN DISCRETO PROTAGONISTA
concetto e direzione Alessandra Paoletti & Damiano Ottavio Bigi
danzatori Damiano Ottavio Bigi & Lukasz Przytarski
TORINODANZA Festival / ONE DANCE WEEK Festival – Plovdiv /
Compagnia Simona Bucci / Degli Istanti

prima regionale
TEATRO MANZONI | Pistoia
mercoledì 15 febbraio (ore 21)
DYSTOPIA
uno spettacolo di Poyo Rojo / Alfonso Barόn, Hermes Gaido, Luciano Rosso
con la collaborazione di Julien Barazer
regia Hermes Gaido
coreografia Alfonso Baròn e Luciano Rosso
con Alfonso Baròn e Luciano Rosso
Maxime Seuge e Jonathan Zac per Un Poyo Rojo (FR) / Teatro Español di Madrid (ES)/ Carnezzeria srl (IT)

TEATRO MANZONI | Pistoia
giovedì 16 marzo (ore 21)
TANGO GALA
ideazione, coreografie e regia Luciano Padovani
di e con Matteo Antonietti y Ravena Abdyli
Celeste Rey y Sebastian Nieva
Samuele Fragiacomo y Loredana De Brasi
Roland Kapidani y Roberta Morselli
musica dal vivo Cuarteto Tipico Tango Spleen
Mariano Speranza (pianoforte e voce), Francesco Bruno (bandoneón),
Davide Simonelli (violino), Vanessa Matamoros (contrabbasso)
Compagnia Naturalis Labor / Festival AbanoDanza 2022

RI-BELLI
Teatro ragazzi 2022 / 2023
TEATRO MANZONI – IL FUNARO
PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI
a cura di Francesca Giaconi

RI-BELLI è un universo parallelo messo a disposizione di tutti coloro che lo vogliono vivere e che desiderano calarsi nella dimensione dell’infanzia che è dentro ognuno di noi e che abbiamo la missione di continuare a nutrire fin nell’età più adulta; non solo fino ai diciotto anni. Per questo motivo quest’anno gli spettacoli di teatro ragazzi sono stati previsti anche in orario serale, come ad esempio Johann Sebastian Circus del Circo El Grito, e Super! Super! Super! della compagnia Karacongioli, in modo che l’esperienza del teatro sia davvero collettiva, per tutta la famiglia: dai bimbi più piccoli ai nonni, ognuno può ridere con leggerezza e ritrovare il clown distratto che vive in ognuno di noi.
La destinazione dei RI-BELLI quest’anno è un luogo fatto di paura e coraggio. Non c’è dubbio infatti che questi ultimi anni abbiano segnato tutta la popolazione mondiale: “incertezza” e “chiusura” sono forse le parole che tutti noi abbiamo ripetuto maggiormente e che non vanno dimenticate. Queste parole e questi sentimenti devono essere risolti e sciolti. Il teatro svolge da sempre questa funzione, riesce a rappresentare e esorcizzare le emozioni che rimangono a volte di difficile comprensione e renderle quotidiane, tangibili e per questo affrontabili. Paura dell’ignoto, paura dell’altro, del diverso, della malattia e Coraggio: il gemello che da sempre combatte la paura, coraggio nell’aprirsi, conoscere, esplorare, viaggiare, vivere, ribellarsi e il coraggio di essere se stessi.
Nell’infanzia ogni prima esperienza ci apre le porte al nuovo e al fantastico, un fantastico che a volte ci fa paura come le mille porte di Nel Castello di Barbablù di Kuziba e, se non è l’immaginario che pensavamo, lo stravolgiamo e lo affrontiamo coraggiosamente magari con un po' di ribellione come in Smacchia la Wanda prodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese. Un’importante novità di questa stagione, complice anche il nuovo ingresso del Funaro è infatti la produzione non solo di prosa ma anche di teatro ragazzi come ad esempio Shakespeare da Tavolo, un racconto in 40 minuti fatto da Massimiliano Barbini in cui le storie del più importante drammaturgo del mondo prendono vita con stoviglie e oggetti della quotidianità, tutto su un piccolo tavolo che diventa palcoscenico.
Facciamoci trascinare dallo stupore dell’infanzia e torniamo BELLI per la seconda volta quando a commuoverci era lo zucchero filato e a farci paura un’ombra dietro il letto o quando credevamo agli angeli custodi e inventavamo amici immaginari, come Storia D’amore e di Alberi di Inti, Area52 de La settimana Dopo, Taro il Pescatore del Teatro del Piccione, Augusto Finestra di Compagnia Enrico Lombardi/Quinta Parete o Hamelin di Factory Compagnia Transadriatica.
Si riconfermano anche gradite co-produzioni con Sotterraneo con L’Angelo della Storia e con Lorenzo Cipriani ideatore dello spettacolo Tutto quello che vuoi è al di là della paura. Particolare attenzione anche alle scuole elementari, medie e superiori dove saranno proposti temi contemporanei come Moby Prince 3.0 di Francesco Gerardi e Marta Pettinari, R.OSA di Silvia Gribaudi, Nessuno alla Frontiera di Teatro La Baracca di Teatro Testoni, ma anche grandi classici come Chiudi il Becco Flint! di Blanca Teatro e Un Principe di Occhi sul Mondo. In RI-BELLI 2022-2023 particolare spazio verrà anche dato alla contaminazione dei generi, non solo teatro ma musica: come i clown musicisti del Teatro Necessario con Nuova Barberia Carloni o il circo come Rosa del Teatro C’art, o la danza con Mini del TPO e Cappuccetto Rosso de La Luna nel letto.
Ci auguriamo quindi che il coraggio vinca sulla paura e di rivedere quindi le famiglie in teatro per godersi la poesia degli spettacoli dal vivo.
Francesca Giaconi

> gli spettacoli

TEATRO MANZONI | Pistoia
sabato 8 ottobre (ore 20)
JOHANN SEBASTIAN CIRCUS
regia Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini
con Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini, Andrea Farnetani   
Circo El Grito / Fondazione Pergolesi Spontini
> fascia d’età: uno spettacolo per tutti
Menzione d'onore nell'ambito di "Scintille/Asti Teatro 36"

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 21 ottobre (ore 20)
repliche: 17 novembre, 9 dicembre, 20 gennaio, 17 febbraio, 24 marzo, 14 aprile (ore 20)
SHAKESPEARE DA TAVOLO
Le opere raccontate in 40 minuti
ore 20 - aperitivo e a seguire spettacolo
di e con Massimiliano Barbini e altre stoviglie
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
Un progetto nato dall’esperienza de il Funaro
> fascia d’età: dai 13 anni (posti limitati)
Possibilità di fissare matinée per le scuole in date e orari da concordare

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
da martedì 25 a venerdì 28 ottobre (ore 10.15 - per le scuole)
TUTTO QUELLO CHE VUOI È AL DI LÀ DELLA PAURA
di Lorenzo Cipriani
con Lorenzo Cipriani
e con Tommaso Allegri, musicista
assistenza alla drammaturgia Maria Cassi
consulenza psicologica Dott.ssa Diana Lenza
illustrazioni Chiara Guidi
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia
> fascia d’età: dai 13 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 5, domenica 6 e sabato 12 novembre (ore 16 - per le famiglie)
da lunedì 7 a venerdì 11 novembre (ore 10 - per le scuole)
SMACCHIA LA WANDA
Storia di una ribelle annoiata
di Francesca Giaconi in collaborazione con Antonella Carrara
con Ornella Esposito
voci registrate Giovanni Carli, Antonella Carrara, Lisa Cantini,
Massimo Grigò e Francesca Giaconi
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
Un progetto nato dall’esperienza de il Funaro
> fascia d’età: dai 3 anni (posti limitati)

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
martedì 15 e mercoledì 16 novembre  (ore 10.15 - per le scuole)
MOBY PRINCE 3.0
di Francesco Gerardi e Marta Pettinari
con Lorenzo Satta e Alessio Zirulia
regia Federico Orsetti
regia video e sound design Fabio Fiandrini
videoproiezioni Chiara Becattini
Grufo e Grufo e La Nave Europa
in collaborazione con Teatro Nazionale di Genova
e con Associazione “140” – familiari vittime Moby Prince e Associazione 10 Aprile
– Familiari Vittime Moby Prince Onlus
> fascia d’età: dai 14 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
domenica 20 novembre (ore 16 - per le famiglie)
lunedì 21 e martedì 22 novembre (ore 10 - per le scuole)
NEL CASTELLO DI BARBABLÙ
con Livio Berardi, Rossana Farinati, Annabella Tedone
regia e drammaturgia Raffaella Giancipoli
video animazioni Beatrice Mazzone
Kuziba
> fascia d’età: dai 7 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 3 dicembre (ore 16 – per le famiglie)
AREA 52
ideazione e interpretazione Emanuela Belmonte
consulenze registiche Emanuele Avallone, André Casaca, Lucadi Luca, Valeria Sacco
musiche originali eseguite dal vivo Emanuela Belmonte
La Compagnia della Settimana Dopo
Premio della Giuria al Milano Clown Festival 2020
> fascia d’età: dai 5 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
domenica 11 dicembre (ore 16 - per le famiglie)
lunedì 12 e martedì 13 dicembre (ore 10 - per le scuole)
ROSA
di e con Teresa Bruno
regia André Casaca
Teatro C’art
> fascia d’età: dai 3 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
giovedì 15 e venerdì 16 dicembre (ore 10.15 – per le scuole)
sabato 17 dicembre (ore 21)
L’ANGELO DELLA STORIA
concept e regia Teatro Sotterraneo
in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini
scrittura Daniele Villa
Sotterraneo / Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale/Marche Teatro /
CSS Teatro Stabile di innovazione del FVG / Teatro Nacional D. Maria II
> fascia d’età: dai 14 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 17 dicembre (ore 16 – per le famiglie)
TARO IL PESCATORE
di Danila Barone
con Paolo Piano e Danila Barone
regia Teresa Bruno, Dario Garofalo
Teatro della Tosse / Teatro del Piccione
> fascia d’età: dai 4 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 14 e domenica 15 gennaio (ore 16 e ore 18 – per le famiglie)
HAMELIN
uno spettacolo di Tonio De Nitto
con Fabio Tinella
drammaturgia e regia Tonio De Nitto
dramaturg Riccardo Spagnulo
musiche originali Paolo Coletta
voiceover Sara Bevilacqua
Factory compagnia transadriatica - Fondazione Sipario Toscana
con il sostegno di Segni new generations festival
> fascia d’età: dai 5 anni (posti limitati)

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
lunedì 30 e martedì 31 gennaio (ore 10 – per le scuole)
CHIUDI IL BECCO FLINT!
Racconti a caccia del tesoro
drammaturgia e regia Virginia Martini
con Antonio Branchi, Stefano Nigro, Matteo Procuranti
collaborazione artistica Silvia Cuncu
musiche e canzoni Matteo Procuranti
con la collaborazione di Giorgio De Rito e Alessandra D'Aietti
BLANCA Teatro
> fascia d’età: dai 6 ai 10 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
venerdì 3 febbraio (ore 20 – per le famiglie)
NUOVA BARBERIA CARLONI
di Mario Gumina e Teatro Necessario
con Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini, Alessandro Mori
regia Mario Gumina
Teatro Necessario
in collaborazione con Danzarte progetto Next - Oltre il Palcoscenico, Regione Lombardia
grazie a Solares Fondazione delle Arti/Teatro delle Briciole
> fascia d’età: uno spettacolo per tutti

IL FUNARO | Pistoia
sabato 4 febbraio (ore 16, ore 17, ore 18 – per le famiglie)
MINI
direzione artistica Francesco Gandi, Davide Venturini
coreografie Sara Campinoti, Elisa Capecchi
danza Sara Campinoti, Martina Gregori
visual design Elsa Mersi
sound design Spartaco Cortesi
computer engineering Rossano Monti
voce Charlotte Zerbey
TPO
> fascia d’età : dai 2 ai 6 anni (posti limitati)

IL FUNARO | Pistoia
sabato 18 febbraio (ore 16 – per le famiglie)
AUGUSTO FINESTRA
scritto e diretto da Enrico Lombardi
con Alice Melloni
Compagnia Enrico Lombardi / Quinta Parete
Produzione Quinta Parete –APS
> fascia d’età: dai 6 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
martedì 21 febbraio (ore 10 – per le scuole)
NESSUNO ALLA FRONTIERA
testo di Gabriele Marchioni, Enrico Montalbani, Davide Morosinotto
con Matteo Bergonzoni, Fabio Galanti, Daniela Micioni
regia Gabriele Marchioni, Enrico Montalbani
musiche originali Matteo Balasso
Teatro la Baracca Testoni Ragazzi
in collaborazione con Book on a tree
> fascia d’età: dagli 8 ai 13 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
giovedì 9 e venerdì 10 marzo (ore 10.15 per le scuole)
UN PRINCIPE
con Daniele Aureli, Amedeo Carlo Capitanelli, Andrey Maslenkin,
Greta Oldoni, Raffaele Ottolenghi, Matteo Svolacchia, Giulia Zeetti
drammaturgia e regia Massimiliano Burini
Occhi sul mondo
in coproduzione con Regione Umbria, Comune di Perugia, Centrodanza, Associazione Demetra Centro di Palmetta, Teatro Cucinelli, Teatro Mengoni con il sostegno di Teatro Stabile dell’Umbria
> fascia d’età: dai 14 anni

IL FUNARO | Pistoia
venerdì 17 marzo (ore 20 – per le famiglie)
SUPER! SUPER! SUPER!
di e con Andrea Vanni
Compagnia Karacongioli
> fascia d’età: dai 4 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
domenica 19 marzo (ore 16 - per le famiglie)
lunedì 20 e martedì 21 marzo (ore 10 - per le scuole)
CAPPUCCETTO ROSSO
con i danzatori della Compagnia EleinaD.: Claudia Cavalli, Erica Di Carlo,
Francesco Lacatena, Marco Curci, Roberto Vitelli
drammaturgia, regia, scene e luci Michelangelo Campanale
coreografie Vito Cassano
assistente alla regia Annarita De Michele
costumi Maria Pascale
video Leandro Summo
Compagnia La luna nel letto
in coproduzione con Teatri di Bari e Cooperativa Crest
Spettacolo vincitore Festebà 2018
> fascia d’età: dai 6 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 25 marzo (ore 16 – per le famiglie)
STORIA D’AMORE E ALBERI
molto liberamente ispirato a  L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono
di Francesco Niccolini
con Simona Gambaro
regia Francesco Niccolini e Luigi D'Elia
INTI
> fascia d’età : dai 6 anni

PICCOLO TEATRO MAURO BOLOGNINI | Pistoia
lunedì 3 e martedì 4 aprile (ore 10.15 – per le scuole)
R.OSA
10 Esercizi per nuovi virtuosismi 
di Silvia Gribaudi 
con Claudia Marsicano
coreografia e regia Silvia Gribaudi
La Corte Ospitale, Silvia Gribaudi Performing art, Associazione Culturale Zebra
in coproduzione Santarcangelo Festival
Premio UBU 2017 Miglior attrice under 35
> fascia d’età: dai 13 anni

> incontri / laboratori

IL FUNARO | Pistoia
sabato 22 ottobre, sabato 10 dicembre, sabato 11 febbraio, sabato 15 aprile (ore 10.30 / 12)
INCONTRI DI MOVIMENTO CREATIVO a cura di Sara Balducci
> per bambini da 2 a 5 anni insieme ai genitori

CAFFETTERIA AL FUNARO | Pistoia
il terzo mercoledì del mese da novembre a marzo (ore 17)
RACCONTAMERENDE
> dai 4 agli 8 anni

IL FUNARO | Pistoia
sabato 22 ottobre, sabato 19 novembre, sabato 3 e 17 dicembre
(ore 17.30 / 19.30) 
LA MACCHINA DELLA PAURA 

sabato 21 gennaio, sabato 18 febbraio, sabato 11 marzo, sabato 15 aprile
(ore 17.30 / 19.30)
LA MACCHINA DEL CORAGGIO
per imparare a costruire insieme e con fantasia una vera e propria macchina teatrale
> per ragazzi dai 13 anni

IL FUNARO | Pistoia
domenica 20 novembre (ore 9 / 13)
NOI SIAMO IL 20 NOVEMBRE
GIORNATA DEI DIRITTI DELL’INFANZIA
festeggiamo con proiezioni gratuite per minori nel Cinetandem
> dai 5 ai 18 anni
prenotazione obbligatoria al numero: 0573 977225

LA BIBLIOTECA, L’ISOLA, LE SUE VOCI 2022 / 2023
pre-testi di lettura
BIBLIOTECA DEL FUNARO
 a cura di Massimiliano Barbini

Shakespeare da tavolo
Massimiliano Barbini e altre stoviglie raccontano le opere in 40 minuti
(vedi programmazione stagione)

Il raccontamerende
letture e animazioni per bambini seguite da una gustosa merenda
(vedi programmazione stagione)

Il Cinetandem del Funaro
la sala cinematografica più piccola del mondo
proiezione di cortometraggi a sorpresa con spuntino dolce o salato

Compleanni d'autore / Compleanni d'attore
in collaborazione con i laboratori di teatro adolescenti a cura di Rossana Dolfi
Un film o una lettura, una torta con candelina per condividere e ringraziare, perché
i grandi attori ed i grandi autori non muoiono mai e tengono vivo il dialogo, attraverso le loro opere, con chi si perde nei film o fra le pagine di un libro, festeggiando in questo modo e per sempre la bellezza con cui hanno arricchito questo bistrattato mondo.

settimana dal 31 ottobre al 6 novembre: il 3 novembre Monica Vitti compie 92 anni
settimana dal 6 febbraio al 12 febbraio: il 7 febbraio Romolo Valli compie 98 anni
settimana dal 3 aprile al 9 aprile: il 9 aprile Gian Maria Volonté compie 90 anni
settimana dal 17 aprile al 23 aprile: il 21 aprile Silvana Mangano compie 93 anni
settimana dal 16 gennaio al 22 gennaio: il 22 gennaio August Strindberg compie 174 anni
settimana dal 5 giugno all'11 giugno: il 5 giugno Federico Garcia Lorca compie 125 anni

I bastioni di Orione
un bibliotorneo
testo a testo spietato per drammaturghi ed eliminatori impenitenti.
Sessantaquattro testi rappresentativi della drammaturgia dal '900 ad oggi. Sessantaquattro copioni che si contenderanno, in scontri diretti ad eliminazione decisi dai lettori, il titolo di Lettura Funara dell'anno.

Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì (chiuso il lunedì mattina)
dalle 10.00 alle 13.00 – dalle 16.00 alle 19.00
telefono 0573 977225

Il Funaro
Cosa è stato, cosa è oggi.
Nel 2003 Antonella Carrara, Lisa Cantini, Mirella Corso e Francesca Giaconi fondano l’Associazione Culturale Teatro Studio Blu, nel 2004 incontrano il produttore teatrale Andres Neumann e il gruppo di lavoro si struttura assumendo una vocazione internazionale. Iniziano le collaborazioni con Enrique Vargas, Juan Carlos Corazza, Jean-Guy Lecat e il 26 settembre 2009 nasce il Funaro di Pistoia, che vede la presenza di Massimiliano Barbini dallo stesso anno e quella di Elisa Sirianni dal 2011, anno in cui il progetto vince il Premio Micco, seguiti dal Premio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e il Premio Speciale Ubu nel 2012.

È uno spazio composto da tre sale, una residenza, una biblioteca una caffetteria, costruito sotto guida la guida dell’architetto Gianluca Mora e di Alberto Vescovi ed è un progetto teatrale, unico nel suo genere e con caratteristiche innovative che vive, nella forma in cui lo conosciamo fino al all’inizio del 2022, anno in cui per volontà di Antonella Carrara, Giuseppe Gherpelli e Gianfranco Gagliardi entra a far par parte dei Teatri di Pistoia.

Per dodici anni, fin dal 2009 il Funaro programma spettacoli, cura laboratori professionali e per tutti, promuove l’attività di Cristiana Morganti, storica danzatrice del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, che decide di proseguire il suo percorso da artista indipendente con il centro pistoiese,  propone residenze artistiche, offre una biblioteca specializzata di cui fa parte l’Archivio Andres Neumann ma soprattutto riesce a coniugare lo sguardo sul territorio con quello sul mondo, prediligendo la qualità alla quantità di attività proposte. L’elenco di artisti, operatori, professionisti che hanno reso il Funaro quello che è diventato nella sua breve, lunga storia è tanto importante quanto difficile da riportare qui. Dal 2011 Paolo Baroncelli e dal 2017 Silvia Tosetti, fanno parte dello staff stabile.

Nel 2022 inizia una nuova storia per il Funaro, per chi lo ha curato, negli anni ma soprattutto per la città di Pistoia che lo ospita, ora nel più grande progetto dei Teatri di Pistoia.

Teatri di Pistoia
I numeri della Stagione 2022/2023
Giornate di apertura al pubblico 335
Spettacoli e concerti in programma 107
Numero di recite 148
Numero di produzioni in tour 16
Laboratori e corsi 65 (alla Scuola di Musica e Danza Mabellini, al  Funaro e in altri spazi)
Iniziative collaterali 44

6 sale teatrali, in 4 Comuni
Teatro Manzoni, il Funaro, Piccolo Teatro Mauro Bolognini, Pistoia
Teatro Comunale, Lamporecchio
Teatro Francini, Casalguidi (Serravalle Pistoiese)
Teatro Mascagni, Popiglio (San Marcello Piteglio)

8 spazi, in 4 Comuni
Villa Stonorov – Fondazione Vivarelli, Fortezza Santa Barbara, Palazzo Fabroni, il Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi, il Convento di San Domenico, Pistoia
Rocca di Castruccio Castracani, Serravalle Pistoiese
Comune di Montale
Comune di Pieve a Nievole

Stampa Email