Teatro civico Roberto De Silva

TEATRO CIVICO ROBERTO DE SILVA

STAGIONE INAUGURALE 2022 - 23

25 novembre | 20.30                                 
GIOVANNI SOLLIMA | FEDERICO GUGLIELMO | ORCHESTRA IL POMO D’ORO
Al-Bunduqiyya – Il concerto perduto
con cerimonia inaugurale del Teatro Roberto de Silva

1 dicembre | 21.00
SILVIO ORLANDO                           
La vita davanti a sé
dal testo “La vie devant soi” di Romain Gary (Emile Ajar)
riduzione e regia Silvio Orlando
produzione Il Cardellino srl

2 dicembre |21.00
FABIO SARTORELLI E ALLIEVI DELL’ ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Attorno a Boris Godunov

7 dicembre
COMUNE DI MILANO | TEATRO ALLA SCALA |EDISON
Prima Diffusa 2022 |Proiezione Boris Godunov

17 dicembre | 21.00                                    
ARTCHIPEL ORCHESTRA
Jonathan Coe e Artchipel Orchestra
musiche di Jonathan Coe
con Artchipel Orchestra, Ferdinando Faraò conduction-featuring Jonathan Coe/keyboard

21 dicembre | 20.30
RUSSIAN CLASSICAL BALLET                                         
Lo Schiaccianoci
balletto in due atti
direzione artistica Evgeniya Bespalova/musiche Pyotr Ilyich Tchaikovsky
produzione Light can dance

31 dicembre | 21.30
SANPAPIE        
Festeggia il nuovo anno a teatro con     
Dancing Bruno
ideazione Lara Guidetti, Saverio Bari
coproduzione Sanpapié e Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse

T_OFF
Tutto quello che c’è fuori dalla stagione teatrale

3 dicembre | 17.00 e 21.00
ASSOCIAZIONE AFK_PROGETTO GIOVANI
A Million Dreams
Riadattamento della colonna sonora di The Greatest Showman
Il ricavato sarà devoluto a Gli Amici di Emanuele
Fondo DMD; Centro Anziani Stella Polare; L’Abbraccio
Biglietto 7 € - Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 375.623.6665

10 dicembre
La Scatola Magica: visite guidate al Teatro!
Il Teatro Civico Roberto de Silva spalanca le porte ai piccoli visitatori!
Scopriamo giocando i nuovi spazi
TEATRO DELL’AMACA
1° turno: 14.30-15.30; 2° turno: 16.00-17.00; 3° turno: 17.30-18.30
INGRESSO GRATUITO con prenotazione sul sito www.teatrocivicorho.com al link:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSexYLAyrfgTcssPx7V6D_Uhi_-3bp9eNKu3n59mG_K02gJrLg/viewform?usp=pp_url

10 dicembre | 19.00
TEATRO DELL’ARMADILLO - GRUPPO GIOVANI
Nôtre Dame de Paris 3.0
INGRESSO GRATUITO

11 dicembre
La Scatola Magica: visite guidate al Teatro!
Il Teatro Civico Roberto de Silva spalanca le porte ai piccoli visitatori!
Scopriamo giocando i nuovi spazi
TEATRO DELL’AMACA
1° turno: 14.30-15.30; 2° turno: 16.00-17.00; 3° turno: 17.30-18.30 – INGRESSO GRATUITO con prenotazione sul sito www. teatrocivicorho.com
25 novembre | 20.30                                 
GIOVANNI SOLLIMA | FEDERICO GUGLIELMO | ORCHESTRA IL POMO D’ORO
AL-BUNDUQIYYA – IL CONCERTO PERDUTO
Giovanni Sollima, violoncello
Federico Guglielmo, violino
Orchestra Il Pomo d'Oro

Con cerimonia inaugurale del Teatro Roberto de Silva

Al-Bunduqiyya-Il concerto perduto, con Giovanni Sollima, Federico Guglielmo e l’orchestra Il Pomo d’Oro, è un omaggio a Venezia, che riprende nel titolo l’antico nome della città, quale luogo di convivenza di comunità e culture diverse, provenienti dal Mediterraneo, dalle terre del Nord, dal Levante. Una città scomparsa, ma di cui si trova traccia, ad esempio, nella toponomastica: Salizada dei Greci, Riva degli Schiavoni, Campiello degli Albanesi, Fontego dei Turchi, Calle dei Ragusei, Fondamenta dei Mori, Campo dei Tedeschi, Sottoportico degli Armeni.
Venezia è città di contaminazione, fertile terreno per il fiorire delle arti. Una città nella quale però, secondo Giorgio Agamben, abitare oggi è come leggere una lingua morta. In qualche modo, però, parla e viene letta, così come accade per le composizioni.
Il concerto si articola in uno straordinario lavoro di “montaggio” di frammenti del passato, con l’obiettivo di aprire le composizioni a possibilità inedite e regalare alla musica una nuova vita nel tempo attuale dell'esecuzione e dell'ascolto. Far risuonare i frammenti vivaldiani oggi, in una nuova composizione, li apre a possibilità inedite, a una nuova vita. Venezia è il concerto perduto.

PROGRAMMA
Al-Bunduqiyya – Il concerto perduto
Trad. Cipro – “Kartsilamades” (I ballo Karsilama), elaborazione per violino, violoncello e gruppo strumentale di G. Sollima
G. Tartini, “Lieto ti prendo e poi” Aria del Tasso e Gondoliera
G. Sollima, “Il Concerto Perduto” per violoncello, archi e continuo (dalla restante parte di viola del Concerto RV787 per Teresa)
Allegro, Andante, Allegro
Trad. Cipro – “Kartsilamades” (III ballo Karsilama), elaborazione per violino, violoncello e gruppo strumentale di G. Sollima
A. Vivaldi, Concerto in si b magg. RV 547 per violoncello, archi e basso Allegro, Adagio, Allegro
Trad. Arbereshe Moje Bokura elaborazione Per violoncello, archi e basso di G. Sollima
** ** **
G. Sollima, “Moghul” per violino, archi e basso
Trad. Cipro – “Kartsilamades” (II ballo Karsilama), elaborazione per violino, violoncello e gruppo strumentale di G. Sollima
A. Vivaldi, Sinfonia dall’opera “Dorilla in Tempe” per archi e basso RV 709 Allegro, Andante, Allegro
A. Vivaldi, Recitativo dal Concerto “Grosso Mogul” RV 208 per violino e basso
A. Vivaldi, “Il Proteo o sia il mondo al rovescio”, Concerto in Fa maggiore per violino, violoncello, archi e basso RV 544
Allegro, Largo, Allegro
G. Sollima – The Family Tree per violino, violoncello, archi e basso

1 dicembre | 21.00
Cardellino srl
presenta
SILVIO ORLANDO
in
LA VITA DAVANTI A SÉ
traduzione Giovanni Bagliolo edizione Biblioteca Neri Pozza
tratto dal romanzo “La vie devant soi”di Romain Gary (Emile Ajar)
©Mercure de France, diritti teatrali gestiti dalle edizioni Gallimard
con il nome di Roman Gary come autore dell’opera originale
direzione musicale Simone Campa con l’Ensemble dell’Orchestra Terra Madre:
Simone Campa - chitarra battente, percussioni
Daniele Mutino - fisarmonica
Kaw Sissoko kora - djembe
Marco Tardito - clarinetto, sax
scene Roberto Crea
disegno luci Valerio Peroni
costumi Piera Mura
riduzione e regia Silvio Orlando

DURATA 90 minuti

Spettacolo vincitore del Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2022

Pubblicato nel 1975 e adattato per il cinema nel 1977, al centro di un discusso Premio Goncourt, La vita davanti a sé di Romain Gary, scritto sotto lo pseudonimo di Emile Ajar, è la storia di Momò, bimbo arabo di dieci anni che vive nel quartiere multietnico di Belleville nella pensione di Madame Rosa, anziana ex prostituta ebrea, che ora sbarca il lunario prendendosi cura degli “incidenti sul lavoro” delle colleghe più giovani. Un romanzo commovente e ancora attualissimo, che racconta di vite sgangherate che vanno alla rovescia, ma anche di un’improbabile storia d’amore toccata dalla grazia. Silvio Orlando ci conduce dentro le pagine del libro con la leggerezza e l’ironia di Momò diventando, con naturalezza, quel bambino nel suo dramma. Un autentico capolavoro per tutti dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro. Inutile dire che il genio di Gary ha anticipato senza facili ideologie e sbrigative soluzioni il tema dei temi contemporaneo, la convivenza tra culture religioni e stili di vita diversi. Il mondo ci appare improvvisamente piccolo, claustrofobico, in deficit di ossigeno. I flussi migratori si innestano su una crisi economica che soprattutto in Europa sembra diventata strutturale, creando nuove e antiche paure soprattutto nei ceti popolari, i meno garantiti. Se questo è il quadro quale funzione può e deve avere il teatro? Non certo indicare vie e soluzioni che ad oggi nessuno è in grado di fornire, ma una volta di più raccontare storie emozionanti, commoventi, divertenti, chiamare per nome individui che ci appaiono massa indistinta e angosciante. Raccontare la storia di Momò e Madame Rosa nel loro disperato abbraccio contro tutto e tutti è necessario e utile. Le ultime parole del romanzo di Gary dovrebbero essere uno slogan e una bussola in questi anni dove la compassione rischia di diventare un lusso per pochi: BISOGNA VOLER BENE!

17 dicembre | 21.00                                    
ARTCHIPEL ORCHESTRA
presenta
JONATHAN COE & ARTCHIPEL ORCHESTRA
musiche di Jonathan Coe
con Artchipel Orchestra:
Marco Fior, Marco Mariani | trumpet, Alberto Bolettieri | trombone, Fiorenzo Gualandris, tuba Rudi Manzoli | soprano sax, Andrea Ciceri | alto sax, Germano Zenga | tenor sax, Rosarita Crisafi | baritone sax, Alberto Zappalà | bass clarinet, Carlo Nicita | flute, Naima Faraò, Serena Ferrara, Francesca Sabatino | voices, Giuseppe Gallucci | guitar, Luca Gusella | vibraphone, Paola Tezzon, Giulia Larghi | violin, Luca Pedeferri | piano, keyboards, accordion, Gianluca Alberti | bass, Stefano Lecchi | drums, Lorenzo Gasperoni | percussion.
Ferdinando Faraò | conduction - featuring Jonathan Coe | keyboard

DURATA 75 minuti

Un progetto originale in cui le musiche di Jonathan Coe, uno dei più celebri e apprezzati romanzieri inglesi contemporanei, nonché musicista e compositore, sarà eseguita dalla formazione jazz tra le più quotate del panorama italiano: la Artchipel Orchestra, diretta da Ferdinando Faraò.
Jonathan Coe definisce così la sua musica: “Rock strumentale, con una forte enfasi sulla melodia. Un po’ come facevano le band britanniche della scena di Canterbury degli anni ’70.”

Da qui la sfida riuscitissima della Artchipel Orchestra: trasformare una musica dall’impianto british e reminescenze progressive, con cicli melodici ed elementi jazz, in una veste orchestrale di ampio respiro con strutture e sviluppi decisamente sorprendenti.

21 dicembre | 20.30
Light can dance
presenta
RUSSIAN CLASSICAL BALLET
in                                         
LO SCHIACCIANOCI
balletto in due atti
musiche Pyotr Ilyich Tchaikovsky
coreografie Marius Petipa
scenografie Russian Classical Ballet
costumi Evgeniya Bespalova
direzione artistica Evgeniya Bespalova

DURATA 120 minuti + intervallo

Lo Schiaccianoci, il celebre balletto classico, rappresentato dall'acclamata e prestigiosa compagnia RUSSIAN CLASSICAL BALLET, composta da un cast di stelle del balletto russo, con la direzione artistica di Evgeniya Bespalova e Denis Karakashev, è un imperdibile spettacolo di atmosfera natalizia che da sempre incanta grandi e piccini.
Basato sulla fiaba "Lo schiaccianoci e il re dei topi", di E.T.A. Hoffmann, il balletto racconta la storia di una ragazza che sogna un principe.
In una selvaggia battaglia contro il Re dei Topi, lo Schiaccianoci è in pericolo. Clara, superando le sue stesse paure, entra in questa battaglia e lancia la sua scarpa, annientando la terribile creatura e rompendo l'incantesimo; lo Schiaccianoci diventa un bellissimo Principe. La fredda notte copre la città di fiocchi di neve. Lo Schiaccianoci porta Clara nel suo regno, il Regno dei Dolci, dove la Fata dello Zucchero condivide la gioia con tutti i bambini che, come Clara, possono ancora sognare.
Una storia che trascina il pubblico, portandolo nel regno della fantasia.
La composizione di The Nutcracker ha reso immortale il genio Pyotr Tchaikovsky, esaltandolo, in passaggi melodici come "Danza dello zucchero fatato" e "Il valzer dei fiori".
Uno spettacolo da vivere con la famiglia, ma soprattutto da non perdere!

31 dicembre | 21.30
SANPAPIE e FONDAZIONE LUZZATI – TEATRO DELLA TOSSE
presentano
DANCING BRUNO
coproduzione Sanpapié e Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse
ideazione Lara Guidetti, Saverio Bari
con i contributi di Marco De Meo, Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Cecilia Vecchio
coreografie e regia Lara Guidetti
testi Saverio Bari
musiche originali e fonica Marcello Gori
musica dal vivo Dino Stellini
costumi Daniela De Blasio
con Saverio Bari, Caterina Cescotti, Luis Fernando Colombo, Gioele Cosentino, Marco De Meo,
Marcello Gori, Susanna Gozzetti, Lara Guidetti, Matteo Sacco, Cecilia Vecchio
con la partecipazione degli allievi di DEOS – Danse Ensemble Opera Studio diretta da Giovanni Di Cicco

Al termine dello spettacolo brinderemo al nuovo anno!

DURATA 150 minuti c.a.

Benvenuti a Dancing Bruno. Luogo di tutti, terra di nessuno

Una cavalcata nel ballo popolare tra inizio 900 e i primi anni 70, aggrappati alla sella dei cambiamenti sociali e politici che hanno trasformato il nostro modo di vivere gli spazi, le relazioni, i ruoli e i passi in comune.
Dancing Bruno è un’esperienza partecipata dove pubblico e performer si fondono in uno stesso gioco, creando uno spazio surreale in cui il tempo si sospende tra note e sudori in un fare organico di gente che balla. Non c’è l’orchestra ma un superstite strumento solitario che dialoga con i nuovi suoni dell’elettronica, destinati a soppiantare tragicamente le band. La danza contemporanea, in intermittenti interventi che punteggiano la serata, si fa portavoce di episodi e aperture poetiche su contraddizioni e fragilità umane che conferiscono al “popolare” il ruolo di rito collettivo in perenne riscrittura, sempre capace di risuonare in modo trasversale ed inclusivo. Quello che viene spontaneo domandarsi è cosa sia un dancing e soprattutto chi sia Bruno.
Alla prima domanda la risposta viene apparentemente facile: un dancing è una sala da ballo prima che venga chiamata discoteca e dopo aver perso la definizione di balera.
E Bruno? Chi è Bruno?
È anche lui un’idea clandestina: quella di un teatro dove non c’è barriera tra pubblico e palco, il ricettacolo segreto e intimo di un universo popolare in cui affondiamo le radici, il custode di un mondo che non si perde mai del tutto ma si trasforma... è il palo che ci avverte quando siamo in pericolo, per darci il tempo di spostarci altrove, per rinascere cambiati, contaminati… è qualcuno che tutti abbiamo conosciuto, all’angolo qualunque, tra due strade qualunque, che ci ricorda chi siamo, chi siamo stati, chi potremmo essere… è una domanda senza la fretta della risposta e l’eccitazione della scoperta… Bruno è la parola segreta, è il ricordo che ci si porta dentro da sempre, in grado di rinnovarsi ad ogni generazione.

T_OFF
Tutto quello che c’è fuori dalla stagione teatrale
3 dicembre | 17.00 e 21.00
ASSOCIAZIONE AFK_PROGETTO GIOVANI
presenta
A MILLION DREAMS
riadattamento della colonna sonora di The Greatest Showman
testo Celeste Pellegrino, Sara Tortone
regia Maria Teresa Piraino, Silvia Scrivano, Florencia Seebacher, Salvatore Tranchina
con Maria Vittoria Agolini, Alice Botterio, Federico Capuzzi, Letizia Caronni, Martina Clemente, Sara Corso, Alessandro De Giorgio, Daniel Hopp, Samuele Max, Viola Melegatti, Ketryn Nagua, Jacopo Nebbiati, Giovanni Nicotra, Gabriele Pedini, Celeste Pellegrino, Giada Pellegrino, Anna Polonioli, Andrea Sancrotti, Gioele Tarchini, Sara Tortone, Mattia Tranchina, Matteo Zanolli, coreografie Silvia Scrivano, Ilenia Nobile
scenografia e costumi Stefania Andreon, Letizia Caronni, Alberto Cattaneo, Camilla Clemente, Maria Vittoria Agolini
audio e luci Manuel Privitera, Matteo Zuin, Le Note delle Stelle

Il ricavato sarà devoluto a Gli Amici di Emanuele - Fondo DMD; Centro Anziani Stella Polare; L’Abbraccio
Biglietto 7 € - Prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 375.623.6665

A Million Dreams è un musical inedito interamente scritto dai giovani, tra i 16 e i 24 anni, di AFK_PROGETTO GIOVANI, che per la prima volta si sono cimentati nella sceneggiatura e nel riadattamento dei testi musicali tratti dalla colonna sonora di The Greatest Showman. La storia proposta è in qualche modo una lezione di vita alla quale dovremmo sempre attenerci: il desiderio di seguire i propri sogni e obiettivi cercando di non farsi abbagliare dall'ambizione. Questo è il filo conduttore che vedrà una giovane coppia impegnata ad abbattere i muri dettati dagli stereotipi di una falsa normalità, dando vita ad un ambizioso progetto che permetta a tutti di trovare uno spazio esclusivo in cui accrescere il proprio talento, un posto chiamato "casa". Incontreremo artisti di strada, gente comune, ognuno con la propria storia unica, tutti legati da un unico sogno: riscattare sé stessi, inseguendo le proprie passioni.
Il progetto è nato con l'intento di riuscire a dare uno spazio ai giovani dove tornare a socializzare dopo questi anni di pandemia, in cui i ragazzi sono stati maggiormente colpiti e ancora oggi portano ferite talvolta invisibili. L'obiettivo è quello di provare a mettersi in gioco all'interno di un gruppo, assecondando un proprio interesse, una propria passione e metterla a disposizione degli altri. Il teatro diventa un "mezzo" per tornare o imparare ad affrontare la Vita; dal Palco al Backstage: c'è chi scrive sceneggiature, chi riadatta testi musicali, chi balla, canta, recita, chi si occupa delle scenografie, chi della regia audio-luci, chi si occupa delle locandine, chi dei social, chi di costruire un sito web… senza dimenticare ovviamente il fine ultimo della solidarietà e quindi mettere a disposizione il proprio tempo per donare ad altre realtà gli incassi degli spettacoli realizzati. Tutto questo per i ragazzi avviene in maniera assolutamente gratuita e con il supporto di amici che credono in questo progetto e lo sostengono. Il gruppo collabora con associazioni del territorio, con cui sviluppa progetti di beneficienza e aiuto reciproco. Il ricavato della serata verrà devoluto a Gli Amici di Emanuele - Fondo DMD; Centro Anziani Stella Polare; L'Abbraccio.

T_ACCOGLIE
10 – 11 dicembre
La Scatola Magica: visite guidate al Teatro!
Il Teatro Civico Roberto de Silva spalanca le porte ai piccoli visitatori!
Scopriamo giocando i nuovi spazi
TEATRO DELL’AMACA
1° turno: 14.30-15.30; 2° turno: 16.00-17.00; 3° turno: 17.30-18.30
INGRESSO GRATUITO per 25-30 bambini con prenotazione sul sito www.teatrocivicorho.com

Il Teatro Civico Roberto de Silva offre alle famiglie del territorio e ai loro bambini un ciclo di visite guidate al teatro e agli spazi accessori.
Il 10 e l’11 dicembre il Teatro dell’Amaca propone una visita animata, in cui presenta un gioco fisico-dinamico, La catena di montaggio, sfruttando l’ambiente espositivo della sala del ridotto; un gioco-ascolto ad occhi chiusi (Camille Saint-Saëns Il carnevale degli animali) sfruttando l’acustica e le poltrone ergonomiche delle gallerie e infine, sul palco agorà, giochi ed esercizi dell’attore sulla presenza; la trasformazione in diversi personaggi e l'importanza dello sguardo.
A conclusione della visita, un’attività laboratoriale sul teatro, utilizzando la tecnica del collage oppure, in alternativa, offre la possibilità di inventare nuove forme e figure che richiamano le linee rette e curve dell’architettura e della piazza antistante.

T_OFF
Tutto quello che c’è fuori dalla stagione teatrale
10 dicembre | 19.00
TEATRO DELL’ARMADILLO_GRUPPO GIOVANI
presenta
NOTRE DAME DE PARIS 3.0
breve spettacolo musicale per quadri
INGRESSO GRATUITO

soggetto e regia Sabina Villa (Linguaggi Creativi, Binario 7 Monza)
con Teatro dell’Armadillo_Gruppo Giovani (14/16 anni):
Matteo Cipollini, Leonardo Cottone, Anna Ferrari, Elisa Gentile, Rita Lucchelli, Rebecca Magro, Gabriele Merli, Jacopo Monteduro, Marco Oppedisano, Rebecca Panigatti, Andrea Papucci, Filippo Pasetti, Federico Santoro, Mattia Santopietro, Erica Stringari, Chiara Vignati

Dal romanzo di Victor Hugo prende il via questa scrittura drammaturgica, contaminata con elementi del noto film d’animazione e le musiche di Riccardo Cocciante. Un dramma che oscilla tra amore e morte, punteggiato da spunti buffi. Ma anche una riflessione sulla necessaria battaglia per l’inclusione delle diversità, contro una società oscurantista che le rigetta. Un breve spettacolo corale per quadri, che alterna recitazione, canto, accenni di danza e qualche elemento di combattimento teatrale.
PROGETTO 2023

LE PAROLE DEL TEATRO
15 gennaio                                 
GEPPI CUCCIARI
Perfetta

10 febbraio
SERGIO CASTELLITTO
Zorro

3 marzo
MILENA VUKOTIC, PINO MICOL, GIANLUCA FERRATO
Così è se vi pare

28 marzo
MICHELE PLACIDO
La bottega del caffè

SUONI E ARMONIE
27 marzo
SOLISTI DELLA SCALA
Gran partita di Wolfgang Amadeus Mozart

13 aprile
ELIO
Largo al Factotum

IL BALLO
COMPAGNIA HERVÉ KOUBI
Le nuits barbares ou les premiers matins du monde

ALESSANDRA FERRI
L’Heure Hesquise
coreografie Maurice Béjart

L’OPERA RITROVATA
La struttura architettonica del teatro ci incoraggia ad avviare un percorso rivolto al recupero del teatro musicale del periodo barocco e a una indagine sulla musica barocca.
La costruzione di un progetto di questa portata identitaria ci ha aperto all’opportunità di avviare una riflessione comune con L’Orchestra della Svizzera italiana e Il Giardino Armonico.
È nostro intendimento coinvolgere altre istituzioni italiane che possano condividere questa curiosità, così come una ricerca sulla musica del Novecento.

FAMIGLIE A TEATRO
Ciclo di visite guidate al teatro e agli spazi accessori di carattere tecnico riservate ai cittadini del territorio e in particolare a bambini accompagnati dai familiari.
    • Progetto Educational in collaborazione con Aslico | date da definire
    • Opera Kids per scuole e famiglie:
Magico Flauto
17 marzo | repliche per le scuole 9.30 e 11.00
18 marzo | repliche per le famiglie 16.00 e 18.00
Opera baby
13 maggio | 15.30 e 17.00 con merenda

OPERA DOMANI
15 aprile
Acquaprofonda di Giovanni Sollima e Giancarlo De Cataldo | ore 18.00 e 20.30
con merenda e a seguire laboratorio | 16.00

3 maggio | repliche per le scuole 9.00 - 11.00 – 14.30
Il Flauto Magico

Data da definire
Becco di rame | Teatro del Buratto
Data da definire
Narciso | Compagnia Eco di Fondo

LA CITTÀ  
Progetti artistici del territorio
6 Gennaio | Concerto dell’Epifania diretto dal M° Bascapè
6 marzo | Giornata dei Giusti
20 marzo | Giornata della Legalità
20 maggio | Festival delle Culture

EVENTI
10 marzo | Concerto di e con Enrico Melozzi
10 Giugno | Concerto lirico sinfonico a cura dell’Accademia del Teatro alla Scala

TEATRO CIVICO ROBERTO DE SILVA
Piazza Enzo Jannacci 1 – Rho (Milano)– www.teatrocivicorho.com – Fb/Ig: (@teatrocivicodirho)
LA BIGLIETTERIA
DOVE ACQUISTARE
Tourist Infopoint | Piazza San Vittore, 19 – Rho – Tel. 02 933 32223ù
Orari: lunedì 10.00 | 13.00 – da martedi a sabato 10.00 | 18.00

Biglietteria Teatro Roberto de Silva | Piazza Enzo Jannacci 1
Nei giorni di spettacolo apertura un’ora prima dell’inizio

Dal 20 novembre sarà possibile acquistare anche su Vivaticket

TARIFFE
BIGLIETTO SPECIALE SPETTACOLI INAUGURALI
Platea | intero 18 € - over 65 14 € - under 26 9 €
Palchi | intero 16 € - over 65 13 € - under 26 8 €
Prima balconata | intero 14 € - over 65 11 € - under 26 € 7 €
Disabili: sconto come per gli under 26 + accompagnatore gratuito
Gruppi (min 10 persone): sconto 20%

CAPODANNO
Platea | intero 40 € - over 65 32 € - under 26 20 €
Palchi | intero 35 € - over 65 28 € - under 26 18 €
Prima balconata | intero 31 € - over 65 25 € - under 26 € 15 €
Tribuna | intero 27 € - over 65 22 € - under 26 14 €
Prima e seconda balconata – posti in piedi | intero 19 € – over 65 15 € – under 26 10 €
Disabili: sconto come per gli under 26 + accompagnatore gratuito
Gruppi (min 10 persone): sconto 20%

BIGLIETTI STAGIONE
Platea | intero 25 € - over 65 20 € - under 26 13 €
Palchi | intero 22 € - over 65 18 € - under 26 11 €
Prima balconata | intero 19 € - over 65 15 € - under 26 € 10 €
Tribuna (solo per spettacoli modalità auditorium) | intero 17 € - over 65 14 € - under 26 9 €
Ridotto per gruppi, disabili o altre promozioni
Prima e seconda balconata – posti in piedi (solo per spettacoli modalità auditorium) | intero 12 € – over 65 10 € – under 26 6 €
Ridotto per gruppi, disabili o altre promozioni

ABBONAMENTI (solo platea)
Abbonamento prosa x 4 | intero 88 € - over 65 70 € - under 26 44 €
Abbonamento musica e danza x 3 | intero 66 € - over 65 53 € - under 26 33 €
Abbonamento tutta x 7 | intero 144 € - over 65 115 € - under 26 72 €

Famiglie/scolastiche/eventi associazioni
Biglietto unico | intero 10 € - ridotto 8 €

COME RAGGIUNGERE IL TEATRO

IN TRENO
Il teatro si trova a 5 minuti a piedi dalla stazione del treno di Rho Centro. Si può raggiungere con le linee del passante S5, S6, S11. Corse ogni 15 minuti da e per Milano, ultima corsa alle 23:52 direzione Milano, 23:22 direzione Gallarate, 23:37 direzione Novara.

IN AUTO
Parcheggi: via San Giorgio; via Meda/Garibaldi; via Bersaglio; via Redipuglia; via Milano angolo via Castelli Fiorenza; via Milano angolo via Secchi
Parcheggio Metropark stazione FS piazza della Libertà
SERVIZI IN SHARING
- Monopattini e bici in sharing, disponibili su tutto il territorio, anche dalla stazione della metropolitana linea rossa di Rho Fiera.
Info su costi e operatori: https://www.comune.rho.mi.it/it-it/servizi/usare-un-mezzo-di-trasporto-c/monopattini-elettrici-949-139-1-32f6b790e51c0b238a1a206c5ce253f1
- Car sharing: Info qui https://www.comune.rho.mi.it/it-it/servizi/usare-un-mezzo-di-trasporto-c/car-pooling-car-sharing-528-139-1-300325b48abeb8f7ab9c8577ed61094d

TAXI
Il servizio radiotaxi Rho è gestito dalla cooperativa Taxifiera, attivo 24 ore su 24 da lunedì a domenica, telefonando allo 02.9304515

Stampa Email