Metti una sera ai Servi

Al via da venerdì 27 gennaio la rassegna Metti una sera ai Servi. Tre appuntamenti fino ad aprile al Teatro dei Servi con interpreti d’eccezione

come Mario Perrotta, Fabio Troiano e Marta Cuscunà. Un cartellone che, come da tradizione, nasce dalla collaborazione tra l'Amministrazione Comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.
 
L’apertura della rassegna, venerdì 27 gennaio (ore 21:00), è affidata a Mario Perrotta (Premio Ubu 2022 Migliore nuovo testo / scrittura drammaturgica per Dei figli), che porta in scena il suo UN BÈS - ANTONIO LIGABUE.
“Questo – spiega Perrotta - m’interessa oggi di Antonio Ligabue: la sua solitudine, il suo stare al margine, anzi, oltre il margine, oltre il confine, là dove un bacio è un sogno, un implorare senza risposte che dura da tutta una vita. Voglio avere a che fare con l’uomo Antonio Ligabue, con il Toni, lo scemo del paese. Mi attrae e mi spiazza la coscienza che aveva di essere un rifiuto dell’umanità e, al contempo, un artista, perché questo doppio sentire gli lacerava l’anima: l’artista sapeva di meritarlo un bacio, ma il pazzo, intanto, lo elemosinava. Voglio stare anch’io sul confine e guardare gli altri. E, sempre sul confine, chiedermi qual è dentro e qual è fuori”.
 
Domenica 12 marzo (ore 21:00) Fabio Troiano è il protagonista de IL DIO BAMBINO, per la regia di Giorgio Gallione.
Il dio bambino racconta una normale storia d’amore che si sviluppa nell’arco di alcuni anni e dà agli autori l’occasione di indagare su l’Uomo, per cercare di capire se ce l’ha fatta a diventare adulto o è rimasto irrimediabilmente bambino, un bambino che si vanta della sua affascinante spontaneità invece di vergognarsi di un’eterna fanciullezza. Ambientato in un metaforico locale in disfacimento, tra bottiglie semivuote e fiori calpestati, a raccontare allusivamente una sorta di festa finita male, lo spettacolo è contrappuntato da frammenti di canzoni di Giorgio Gaber, che guidano lo spettatore nell’interpretazione di un racconto di tragicomica e potente contemporaneità. Un teatro disturbante, nel suo stimolo a ripensare a noi stessi, ma di grandissima empatia.
 
Ultimo appuntamento della rassegna venerdì 14 aprile (ore 21:00) con LA SEMPLICITÀ INGANNATA. Satira per attrice e pupazze sul lusso d'esser donne di e con Marta Cuscunà.
Le figlie femmine nel Cinquecento venivano accasate con una dote, più o meno modesta a seconda di quanto erano più o meno appetibili, ma il mercato matrimoniale subì un crollo generalizzato e alla continua inflazione delle doti fu trovato il rimedio della monacazione forzata. Fu così che le monache del Santa Chiara di Udine decisero di attuare una forma di Resistenza, trasformando il convento in uno spazio di contestazione, di libertà di pensiero, di dissacrazione dei dogmi religiosi e della cultura maschile con un fervore impensabile per l'universo femminile dell'epoca. Ovviamente l'Inquisizione cercò con forza di ristabilire il controllo sul convento, ma le Clarisse riuscirono a resistere per anni facendosi beffe del potere maschile e creando, dentro il Santa Chiara, un'alternativa sorprendente per una società in cui le donne erano escluse da ogni aspetto politico, economico e sociale della vita. La semplicità ingannata racconta da quali semi è nata la rivendicazione femminile nel Cinquecento, nel tentativo di ridare slancio a una rivoluzione di cui non sentiamo più il bisogno, forse non per un caso fortuito, ma per una precisa strategia che, anche se con modalità apparentemente diverse, schiaccia ancora le donne sotto lo strapotere maschile.
 
Orari biglietteria e prevendita

da venerdì 20 a domenica 22 gennaio (ore 9-12.30 / 15.30-19), presso la biglietteria del teatro, sono messi in vendita i biglietti di tutti gli spettacoli della rassegna.

I biglietti sono poi acquistabili durante gli ordinari giorni di apertura della biglietteria del Teatro dei Servi.
La biglietteria del Teatro dei Servi è aperta un giorno prima di ogni spettacolo (ore 9-12.30 e ore 15.30-19) e nei giorni di spettacolo (ore 9-12.30 e ore 18-21)

Gli orari di apertura della biglietteria sono pubblicati sul sito del teatro e sulla pagina FB.

I biglietti sono acquistabili anche presso la biglietteria del Teatro Guglielmi.

biglietteria online

dalle ore 9 di venerdì 20 gennaio i biglietti per tutti gli spettacoli della stagione possono essere acquistati, esclusivamente a prezzo intero, presso il circuito Vivaticket, canale ufficiale di prevendita del teatro.

Non è ammessa prenotazione.Nel caso di esaurimento dei posti disponibili l’orario di prevendita potrà subire delle variazioni.
 
prezzi abbonamenti
biglietto intero: € 45
biglietto ridotto: € 40

prezzi biglietti
biglietto intero: € 17
biglietto ridotto: € 15
biglietto studenti: € 8
 
riduzioni: under 30, over 65, possessori Carta dello Spettatore FTS
 
Informazioni utili
Lo spettacolo inizia alle ore 21. Gli spettatori sono pregati di rispettare l’orario di inizio. A spettacolo iniziato i ritardatari potranno avere accesso alla sala secondo le indicazioni del personale, anche in posti diversi da quelli acquistati.
 
Il teatro può ospitare spettatori diversamente abili; è opportuno darne comunicazione al botteghino nei giorni di apertura.
 
Nel caso di esaurimento dei posti disponibili l’orario di prevendita potrà subire delle variazioni.
Il programma potrebbe subire variazioni.
 
Info
Teatro dei Servi
Via Palestro - 54100 Massa
tel. 0585 490576 – 0585 490213
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio Relazioni con il Pubblico - tel. 800 013 846
Biglietteria - tel. 0585 811973

Stampa Email