• Home
  • Segnalazioni
  • Libri
  • Frontiere di teatro civile di Letizia Bernazza

I libri del mese

Frontiere di teatro civile di Letizia Bernazza

Una nuova "puntata" sul teatro che, soprattutto negli ultimi anni, è diventato molto di moda. In questo nuovo saggio si analizza il lavoro di artisti non ancora molto (o per nulla) frequentati dalla saggistica in materia. Letizia Bernazza si dedica con slancio e passione in un vero e proprio racconto del lavoro dei cinque autori-performer Daniele Biacchessi, Roberta Biagiarelli, Elena Guerrini, Alessandro Langiu e Ulderico Pesce. Oltre agli artisti scelti per focalizzare la sua analisi, la vera novità dello studio sta nell'affrontare un discorso unico per tutti gli artisti suddiviso in quattro differenti segmenti. Il primo riguarda le diverse modalità con cui i cinque autori affrontano con i loro lavori il mondo esterno, partendo dal corretto presupposto che uno dei principali aspetti del teatro civile è quello di non collocarsi ed esaurirsi nell'ambito del teatro inteso come luogo fisico e simbolico, ma di sconfinare e pervadere gli spazi extrateatrali con le proprie rappresentazioni (masserie, opifici, locali di vario genere, strade e piazze) e con i propri significati (spinta all'impegno sociale e politico su problematiche specifiche). Il secondo segmento dello studio affronta uno dei principali presupposti della composizione di opere di questo genere: la documentazione. Proprio perchè questi artisti alimentano la loro opera su fatti storici o di cronaca, e comunque su vicende ed argomenti che toccano i nervi scoperti dell'attualità e della vita quotidiana, il lavoro di documentazione è sempre molto lungo e corposo. Interessante dunque la verifica delle diverse modalità utilizzate dai cinque artisti. Terzo segmento dedicato al forte legame di questo genere di teatro con la memoria dei luoghi (oltre che dei fatti). L'ultimo segmento, forse quello più difficile, analizza il rapporto tra questo tipo di teatro, che per sua natura tende ad essere (e rischia di essere) cronachistico, giornalistico, d'inchiesta, e la necessità di essere comunque lavoro teatrale, poetico, metaforico. Bernazza premette a questa disamina articolata in quattro punti un ampia premessa tematica e storica, con una breve panoramica sulla storia di questo genere teatrale. Il volume è completato dalle biografie, teatrografie, videografie e bibliografie di ciascun artista e da una bella collezione d'immagini a colori e b/n dei loro spettacoli. La prefazione è del professor Giorgio Taffon.

Frontiere di teatro civile
di Letizia Bernazza
Editoria & Spettacolo 2010
pagg. 238 € 18,00
Per acquistare il volume

Stampa Email