• Home
  • Risorse
  • Recensioni

Recensioni

Drammaturgia contemporanea in scena                                                             

Cerca una recensione

Io sono il mio lavoro

Pino Petruzzelli non ha bisogno dei cartelloni che accompagnano i cantastorie solitari, perché la sua è una parola letteraria e drammaturgica straordinariamente figurativa, capace di moltiplicare personaggi e situazioni esteriori, orizzonti e prospettive interiori così da creare la tridimensionalità del narrare, come in uno straordinario pop up. Questa sua ultima drammaturgia, in particolare, non è solo il racconto di una vita, quella di un vignaiolo ligure che rifiuta le sirene della nostra finta modernità per restare abbarbicato ai suoi stretti terrazzamenti e alle sue vigne, ma è anche un indagine ed un giudizio di valore e sui valori del lavoro, tramite e testimone del legame tra uomo e natura e del senso irrefutabile che ne consegue. Basta una sedia su un palcoscenico e subito, con la parola, si

Leggi tutto

Email

Matilde e il tram per San Vittore

Il Teatro della Cooperativa ci regala, in occasione del 1° Maggio, la visione di uno spettacolo dedicato agli operai delle fabbriche: in collaborazione con A.N.P.I. Provinciale di Milano, l'Associazione Nazionale Ex Deportati (A.N.E.D.) e l'Istituto Nazionale Ferruccio Parri è stato condiviso sui canali dedicati, un estratto del lavoro di Renato Sarti, “Matilde e il tram per San Vittore”, tratto dal libro “Dalla fabbrica ai lager” di Giuseppe Valota. Il testo parte dalle testimonianze raccolte in più di vent’anni da Giuseppe Valota, presidente dell’ANED di Sesto San Giovanni. Uno spettacolo che racconta, attraverso le storie di madri, mogli, sorelle e figlie, il destino dei lavoratori deportati dai nazifascisti dopo gli scioperi del 1943 nelle fabbriche milanesi. Il video è stato realizzato con spezzoni tratti dalle repliche andate in scena al Piccolo Teatro di Milano e al Teatro Gobetti di Torino. Sul palco (divise in due cast) Maddalena Crippa, Arianna Scommegna, Debora Villa e Rossana Mola. Tutte le attrici,

Leggi tutto

Email

The Handmaid’s Tale – Il Racconto dell’Ancella

Continuano le rappresentazioni in diretta streaming del Teatro Teresa Pomodoro. Gli spettatori hanno potuto collegarsi, alle ore 21 di mercoledì 25 e giovedì 26 marzo, sul sito del teatro www.nohma.org o sul canale Youtube, per assistere alla diretta della lettura scenica. Il volto espressivo e carico di vita di Viola Graziosi ha dato forma attraverso le ombre del volto, che emergevano con forza dallo schermo, a The Handmaid’s Tale – Il Racconto dell’Ancella tratto dal romanzo di Margaret Atwood. Poetessa, scrittrice e ambientalista canadese. Atwwod nelle sue opere racconta la civiltà occidentale e la politica, da lei considerate a un crescente stadio di degrado. La traduzione a cura di Camillo Pennati per Ponte alle Grazie ha reso asciutta e pulita la narrazione tratta dal romanzo. Le musiche

Leggi tutto

Email

Marat / Sade. La persecuzione e l’assassinio di Jean-Paul Marat, rappresentati dai filodrammatici...

Lo spettacolo “Marat / Sade. La persecuzione e l’assassinio di Jean-Paul Marat, rappresentati dai filodrammatici di Charenton, sotto la guida del Marchese di Sade”, diretto da Claudio Gioè, in fattiva collaborazione con Alfio Scuderi, è andato in scena, in prima nazionale, nel Teatro Biondo di Palermo (Sala Grande) dal 28 febbraio all’8 marzo. Si tratta di un lavoro gradevole che ha,  Contemporaneamente, nella realizzazione della struttura dialettica del testo/capolavoro di Peter Weiss la sua maggior forza e la sua maggior debolezza. Ma andiamo con ordine. La drammaturgia dello spettacolo si dipana dal potente capolavoro di Weiss del 1962/64, ma non è possibile (e del resto, giustamente, è lo stesso regista a dichiararlo apertamente) passare sotto silenzio il fatto che, nella storia di questo testo, spiccano l’allestimento scenico e il film realizzati da Peter Brook rispettivamente nel 1964 e nel 1967. Perché è importante questo dato? Perché al di là del testo, che è del 1962, e al di là del celeberrimo quadro di David (del 1793) che è diventato una delle icone più conosciute della rivoluzione francese, Brook ha costruito un importante e famoso immaginario visivo e

Leggi tutto

Email

Sposa al mondo, Pippa Bacca

Se hai una storia straordinaria e vuoi darle vita e corpo in scena, devi decidere che mezzo usi per esprimerla e ricordare che in teatro non ci possono essere racconti in quanto tali, ma solo azioni. In teatro le vicende accadono, anche quando ad accadere è soltanto il gesto, antichissimo e pregno d’umanità, della narrazione. Scriviamo di “Sposa al mondo”, primo spettacolo della trilogia “Non tacere. Come un coro femminile…”, testo di Aldo Nove e regia di Carla Chiarelli. La trilogia è dedicata dal Teatro Biondo di Palermo alle vicende di tre donne straordinarie, ovvero Pippa Bacca, Ilaria Alpi e Palmina Martinelli le quali, per dare al mondo verità e bellezza, non hanno esitato a pagare il prezzo estremo. Vite straordinarie, attraversate da una follia benigna e creativa e da coraggio

Leggi tutto

Email

Quella mostruosa amorevole creatura

È sempre emozionante assistere al primo spettacolo di una nuova e giovane realtà teatrale. È accaduto sabato 22 febbraio negli “Studios” teatrali di Viagrande, in provincia di Catania, con lo spettacolo “Quella mostruosa amorevole creatura”: prima creazione “collettiva” della compagnia “Città sommerse teatro” in collaborazione con Stefano Cenci che ha curato la drammaturgia e la regia. Il lavoro ha visto il suo debutto il 13 febbraio nel teatro della Fondazione “Campori” di Soliera, provincia di Modena, ma la tappa sulla scena dei Viagrande Studios è stata particolarmente importante perché si tratta di una compagnia di giovani artisti siciliani (Marta Allegra, Massimiliano Càrastro, Carlo Genova, Nanni Mascena, Valerio Severino, Sebastiano Sicurezza) che si sono formati proprio nella scuola di teatro di questa struttura. Di cosa si tratta? Di uno spettacolo/metafora: la nostra vita, il nostro equilibrio interiore, la possibilità e la capacità di costruire felicità per noi stessi e per gli altri, dipende dalla

Leggi tutto

Email