• Home
  • Risorse
  • Recensioni

Recensioni

Drammaturgia contemporanea in scena                                                             

Cerca una recensione

Intercityplus

"Poveri cristi" un po' lo siamo tutti quando prepariamo la valigia e ci accingiamo a salire su un Intercity italiano. Per chi non ne fosse avvezzo parliamo di treni a lunga percorrenza e ad alta frequentazione. Altissima, soprattutto nella tratta sud-nord della nostra amata penisola. Se negli anni ’80 questo percorso era cosa comune, nel 2011 l’Italia ci propone uno scenario simile e frequente

Leggi tutto

Email

Giocolando con Shakespeare

Un modo per divertire e per divertirsi, per giocare con il testo teatrale “Come vi piace”, una occasione per mettere assieme, mescolare, svariate forme d’arte. Il frizzante ed intraprendente gruppo della Sala Magma di Catania, nell’ambito della stagione teatral–culturale 2010-2011 ha messo in scena, nella sala di via Adua, lo spettacolo “Giocolando con Shakespeare”

Leggi tutto

Email

The living room

Il festival “Testimonianze ricerca azioni” a cura del Teatro Akropolis, quest'anno particolarmente ricco di suggestioni drammaturgiche e anche performative purtroppo ancora rare nella nostra città, si è chiuso domenica 8 maggio con questo lavoro del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, nella sua unica tappa italiana.

Leggi tutto

Email

Trottola

In dialetto siciliano la chiamano “strummula”, quel gioco antico di legno a cui si avvolge una corda. Si tira, si lascia andare e gira. La Trottola di Pippo Cangiano è interpretata da Patrizia Spinosi, donna mediterranea verace, che ingurgita il pubblico con la sua presenza. Mentre la strummula siciliana viene stretta da un filo e poi lasciata andare

Leggi tutto

Email

Uomini sull’orlo di una crisi di nervi

In scena a Catania, al teatro Vitaliano Brancati, lo spettacolo, in due agili e divertenti atti, "Uomini sull'orlo di una crisi di nervi", scritto da Rosario Galli e Alessandro Capone. Si tratta di una commedia di culto del teatro brillante, diretta dallo stesso Rosario Galli, dai tempi comici davvero perfetti, prodotta dall’associazione Città Teatro e che rende merito

Leggi tutto

Email

Mi chiamo Antonino Calderone

“Mi chiamo Antonino Calderone. Ho cinquantasei anni e ho molte cose da dire sulla mafia”. Comincia così la confessione di uno dei più noti pentiti della mafia e con queste stesse parole inizia anche la pièce teatrale di Dacia Maraini che prende spunto da “Gli uomini del disonore” di Pino Arlacchi. Lo spettacolo,in scena al teatro Musco di Catania

Leggi tutto

Email