• Home
  • Segnalazioni
  • Libri

I libri del mese

Per la segnalazione in questa rubrica inviare esclusivamente libri di teatro o drammaturgia a
Associazione Dramma.it - Via dei Monti di Pietralata 193/c 00157 Roma

Corpi impuri di Marinella Manicardi

Chi scrive sa perfettamente quanto sia importante prepararsi alla stesura di un testo, che sia drammaturgia o narrativa, leggendo, documentandosi e appuntando, per creare tutto il materiale di sostegno al lavoro finale. Soprattutto, e lì il lavoro aumenta a dismisura, se l'opera affronta argomenti e situazioni dove sia fondamentale oppure si voglia essere rigorosi e precisi. Ciò che il lettore e lo spettatore leggono o vedono è la classica punta dell'iceberg pur intuendo che il materiale sommerso sia molto voluminoso. Ci sono casi in cui la "parte sommersa" è talmente interessante che vale la pena di darle una struttura e divulgarla come opera autonoma. Il libro che presento è proprio un lampante esempio di questo caso. Ci siamo già occupati infatti dello spettacolo di Marinella Manicardi, che da alcune stagioni approda in diversi teatri della penisola con grande successo, e ora è bello occuparsi anche di questo mini-saggio che è appunto il frutto di tutto il lavoro di ricerca che Marinella ha fatto per il suo spettacolo. Ricchissimo di note, citazioni, immagini, il lavoro racconta con leggerezza e talvolta ironia, ma anche con rigore e precisione, l'argomento delle mestruazioni così come considerate nella storia, nella religione, nella scienza, dalle civiltà antiche ai giorni nostri, allargando la trattazione più in generale alla sessualità, alla procreazione, alla contraccezione, alla violenza di genere, ai ruoli ed ai diritti delle donne. Una panoramica ampia e di grande importanza che si legge con piacere e talvolta con stupore. Un lavoro d'attrice e scrittrice degno di una ricercatrice appassionata e documentata. Il fatto che l'idea di fondo di questo cospicuo lavoro, spettacolo e mini-saggio, sia venuto anni fa a Marinella Manicardi in occasione di un festival della filosofia è testimoniato dalla postfazione di Giancarla Codrignani.

Corpi impuri
il tabù delle mestruazioni
di Marinella Manicardi
Odoya 2017
238 pagg. € 15,00

Per acquistare il volume

Stampa Email

Un vecchio gioco di Tommaso Urselli

Autore con una buona affermazione sul palcoscenico nazionale, Tommaso Urselli ha pubblicato, con la casa editrice La Mongolfiera che vanta ormai un'ottima collana di drammaturgia contemporanea,  anche questo suo recente lavoro, segnalato al Premio Fersen 2015 e prodotto da Scena nuda nello stesso anno. Mi sono già occupato qualche tempo fa di questo autore pugliese di nascita e milanese d'adozione, e posso affermare che quest'ultima drammaturgia appare, non tanto per ragioni strutturali quanto per la situazione, piuttosto diversa da quelle che ho letto in passato. Qui la vicenda, sviluppata come un puzzle che, come suggeriscono le note dell'autore, deve essere ricomposto dal pubblico/lettore, non appare lineare e progressiva ma spezzata in tessere diacroniche che, per la verità, non sono molto difficili da incastrare per ricostruire l'immagine complessiva. Non mi addentro nella vicenda per non rovinare la sorpresa degli eventuali futuri lettori e, speriamo, spettatori, mi limito a dire che l'archetipo su cui si basa "il gioco" è quello del forte contro il debole, del carnefice contro la vittima. Qui la particolarità è il prepotente richiamo, che a tratti si fa citazione, del capolavoro di di William Golding "Il signore delle mosche". Lettura godibile e buona teatralità ne possono certamente favorire nuovi allestimenti.

Un vecchio gioco
di Tommaso Urselli
La Mongolfiera 2017
50 pagg. € 7,00

Per acquistare il volume

Stampa Email

Interior sites project a cura di Laura Bevione

Pubblicazioni sul lavoro di Renato Cuocolo e Roberta Bosetti ce ne sono state già diverse grazie anche, oltre alla particolarità del loro teatro,  al travolgente successo dei loro progetti che dall'Australia all'Italia e poi anche in giro per il mondo, dall'inizio del millennio ad oggi, hanno coinvolto e colpito decine di migliaia di spettatori e critici. Questo volume, curato da Laura Bevione, ricercatrice affermata, critica, saggista e pedagoga teatrale, ha la particolarità di fornire ai lettori una panoramica completa e dettagliata sul lavoro della compagnia per tutta la durata (quasi vent'anni) del progetto "Interior sites", ed ha soprattutto il pregio di scegliere, per la trattazione dell'argomento, una forma originale e, a mio parere, certamente azzeccata, Tutti i 15 capitoli del libro sono infatti altrettante interviste alla coppia sui singoli spettacoli che hanno articolato il progetto ventennale. Formula azzeccata, dicevo, perchè se c'è una caratteristica fondante nel teatro di Cuocolo Bosetti è proprio la rappresentazione della vita, della loro vita, comunicata allo spettatore in una forma poco mediata, dove la finzione assume un ruolo evanescente e quasi impercettibile nei confronti della verità. Verità dei luoghi: la loro casa, l'albergo, la strada ma anche la telefonata, verità delle storie raccontate, verità dei modi e dell'espressività. Un teatro fuori dai teatri dove lo spettatore è inevitabilmente coinvolto nell'azione scenica, non soltanto emotivamente, ma talvolta anche interattivamente. Il libro intervista dunque mi sembra una forma adatta a raccontare un teatro che è espressione diretta dei protagonisti, della loro vita, dei loro pensieri, delle loro esperienze. Un teatro iniziato in Australia, dove la compagnia ha ottenuto un riconoscimento onorevole: Flag company cioè compagnia di innovazione e ricerca rappresentativa a livello nazionale. Un teatro che ha ottenuto successi enormi per numero di repliche, internazionalità delle rappresentazioni, ospitalità a festival in tutto il mondo, riconoscimenti della critica e svariati premi. Un pezzo originale ed importante del "nostro" teatro. Il volume riporta la prefazione di Sergio Ariotti, un'ampia rassegna stampa internazionale, la teatrografia e la storia della compagnia, una galleria di belle foto di scena e il decalogo "Il teatro che voglio fare".

Interior sites project
il teatro di Cuocolo-Bosetti. IRAA theatre
a cura di Laura Bevione
Titivillus  2017
172 pagg. € 17,00

Per acquistare il volume

Stampa Email