• Home
  • Segnalazioni
  • Libri

I libri del mese

Per la segnalazione in questa rubrica inviare esclusivamente libri di teatro o drammaturgia a
Associazione Dramma.it - Via dei Monti di Pietralata 193/c 00157 Roma

The normal heart di Larry Kramer

Sembrano passati secoli e invece questo testo è stato scritto nel 1985. Non si parla più di Aids, sembra ormai un argomento superato. Perchè se negli anni 80 venne considerata la peste del secolo e il panico si era diffuso un po' ovunque, a distanza di trent'anni la faccenda resta d'interesse esclusivamente sanitario. Ma la storia raccontata in questo dramma dallo sceneggiatore e attivista per i diritti gay Larry Kramer, parla alle nostre coscienze ancora oggi, non tanto per la terribile malattia che è al centro della vicenda, ma soprattutto per capire quanto la nostra cultura moderna faccia fatica, a dispetto del modo di pensare considerato ufficialmente politicamente corretto, a sradicare pregiudizi e idee con cui tutti noi siamo nati e cresciuti. E per questo il testo di Kramer appare ancora oggi attualissimo e necessario, per smascherare l'omofobia tuttora diffusa ma anche l'ipocrisia e la malafede della nostra società occidentale. La vicenda vede protagonista Ned Weeks, un giornalista e scrittore che, suo malgrado, si rende conto di avere il dovere di battersi per imporre all'attenzione delle istituzioni americane il diffondersi dell'epidemia di Aids, volutamente sottovalutata, per non dire ignorata, perchè considerata allora solo un problema per froci e tossicodipendenti, cioè cittadini di serie b. Quando non considerata addirittura "Un castigo divino", l'epidemia era vista comunque una conseguenza di una vita immorale e dunque, tutto sommato, giusta. Il testo ci parla di questa orrenda ingiustizia, ma ci parla anche della nascita di una coscienza civile nella comunità gay, interessata, fino ad allora, quasi esclusivamente a praticare la libertà sessuale. Ci parla insomma, come succede sempre nella drammaturgia degna di questo nome, dell'uomo con le sue miserie ma anche con le sue grandezze. Il testo riporta anche una lunga e interessante introduzione storico/politica firmata da Franco Grillini.

Per acquistare il volume

The normal heart
di Larry Kramer
Arcadia & Ricono 2015
129 pagg € 10,00

StampaEmail

Trilogia del gioco di Maniaci d'Amore

Come giusta conseguenza di anni di repliche, successo di pubblico e critica, premi e riconoscimenti di vario tipo, i giovani autori-attori Luciana Maniaci e Francesco d'Amore, codificano la loro produzione drammaturgica in questo volumetto edito da Editoria&Spettacolo, nella collana "Fare testo" curata da Dario Tomasello e dedicata ai nuovi testi teatrali. Tre drammaturgie che sono andate in scena molte volte e continuano a farlo, che sono testimonianza di uno stile, di una poetica e di una vocazione drammatica seppur al debutto, già piuttosto chiara e delineata. Sembra che il sodalizio artistico nato nell'età e negli ambienti di formazione, tra questi due ragazzi del sud, che hanno deciso di scrivere e recitare insieme i loro pezzi, incoraggiati e forse aiutati dal magico accostamento dei loro cognomi divenuto da subito il nome significativo della loro compagnia, sia solido e destinato a durare. La comunanza di intenzioni, la condivisione dei temi, l'armonica commistione dei loro linguaggi e culture meridionali, ne aiutano la collaborazione e l'efficacia dei risultati. Il tema universale dell'autorealizzazione e del raggiungimento della felicità che di volta in volta, nei tre lavori, si veste di situazioni e circostanze diverse, prende comunque radici nell'irrequietezza adolescenziale, nell'inseguimento di mete effimere tipiche della nostra società, nel sognare la fuga dai luoghi di origine non intesi soltanto come luoghi geografici ma soprattutto come gabbie sociali costruite di regole e mentalità, nella difficoltà di vivere l'amore per sempre, di vivere pienamente, di vivere. Molte circostanze nei lavori dei due autori sono riconoscibilissime, appartengono alla quotidianità, all'attualità. Ma il montaggio drammaturgico di queste situazioni è spesso esagerato, grottesco e caricaturale, talvolta decisamente surreale. Ingredienti comuni a tanta drammaturgia contemporanea ma mischiati tra loro in modo da offrire allo spettatore e lettore pietanze nuove, dal gusto originale, che può piacere o non piacere come tutti i piatti che assaggiamo per la prima volta. I tre pezzi sono preceduti da un'introduzione autobiografica degli autori e seguiti da una postfazione-minisaggio di Dario Tomasello.

Per acquistare il volume

Trilogia del gioco
Il nostro amore schifo
Biografia della peste
Morsi a vuoto
di Maniaci d'Amore
Editoria & Spettacolo 2015
122 pagg € 13,00

StampaEmail

New writing Italia 2 a cura di R.Di Giammarco e R.Porcheddu

A quattro anni dal volume omonimo (da qui il numero due del titolo) Editoria & Spettacolo ci invita, grazie ai curatori Rodolfo Di Giammarco e Rossella Prorcheddu, ad approfondire la conoscenza della recente e giovane drammaturgia di casa nostra, pubblicando undici testi di altrettanti autori italiani di età compresa tra i 21 e i 36 anni. Una panoramica molto interessante tra varietà di stili e temi, con alcuni testi decisamente di ottimo livello. Signor P. di Maria Teresa Berardelli è la storia di una allenatore di basket costretto a ritirarsi a causa di una malattia. Codice a barre di Anita Cherubini Bianchi è un ermetico dialogo tra una sorella ed un fratello che evoca le vicende della propria famiglia. Le cose che abbiamo perso nel fuoco di Rosalinda Conti è un quadro struggente di una bellissima storia d'amore. Via dei Capocci di Carlotta Corradi rappresenta un godibile e crudo spaccato della vita e delle persone di una vecchia strada di un rione romano. Un fagiano di Antonio Ianniello getta lo sguardo all'interno di una scombinata famiglia con un personaggio che mi ha ricordato molto il Konstantin del Gabbiano di Cecov. Triple Elvis di Fabio Marson è un collage grottesco e surreale di personaggi e scenari da film western. Grumi (memorie del cazzo) di Niccolò Matcovich è il monologo di un uomo che racconta, con linguaggio suggestivo e crudo, le sue avventure amorose e non. Cinquanta di Laura Pacelli è un poetico racconto di un uomo tra presente e passato per le vie di Trastevere. Dammi tempo di Giulio Rizzo evoca un enigmatico ed inquietante scenario futuristico attraverso il dialogo tra due personaggi. La grande passeggiata di Fabrizio Sinisi si ispira a recenti fatti di cronaca internazionale costruendo un dramma in versi di rara ricercatezza. Uccelli del paradiso di Damiano Femfert è un fulminio e brevissimo sguardo sulle ultime ore di due grandi personalità della cultura austriaca e germanica: Ludwig Wittgenstein e Wolfgang Hildesheimer. La pubblicazione è aperta da un ampia introduzione dei due curatori e da un microsaggio per ognuno degli undici testi. Ogni drammaturgia è seguita da una breve biografia del suo autore.

Per acquistare il volume

New writing Italia 2
Undici pezzi di teatro under 35 (+1)
a cura di Rodolfo Di Giammarco e Rossella Porcheddu
Editoria & Spettacolo 2014
339 pagg € 18,00

StampaEmail