• Home

La serva amorosa

Giuseppe De Francesco

Commedia in due atti liberamente tratta dall'omonima di CARLO GOLDONI. Florindo, figlio del primo matrimonio di Ottavio de Nero, cacciato di casa da questo, a causa dei continui litigi che in casa sorgevano tra il giovane e Beatrice, la nuova moglie dell'anziano mercante. Assieme a lui, se ne va anche Corallina, serva fedele e amorosa, che lo aiuta e lo conforta. Il vecchio Pantalone, anch'egli mercante, spinto da zelo d'onore, intercede presso Ottavio per la riammissione di Florindo nella casa paterna, ma viene malamente cacciato di casa da Beatrice. Entra in scena anche Lelio, figlio di primo letto di Beatrice, sciocco cicisbeo al quale la madre intende far intestare tutti i beni di Ottavio. Per una confidenza di Brighella, servitore in casa di Pantalone, Corallina arriva a sapere che la figlia del mercante veneziano, Rosaura, spesso e volentieri si affaccia alla finestra per lanciare qualche occhiata all'indirizzo di Florindo, che abita l accanto. Per Corallina questo un matrimonio che si potrebbe ben combinare, riscattando cos sia s stessa agli occhi della gente, sia il padroncino Florindo agli occhi del padre. E di questa sua idea ne informa subito Pantalone, facendogli intravedere la possibilit, con questo matrimonio, di rivalersi su Beatrice, dandole finalmente una sonora lezione. Molte, per, sono le difficolt che intralciano la via: Lelio anch'egli innamorato di Rosaura ed attraverso una serie di malintesi con Pantalone, riesce a farsi strappare da lui il permesso di sposarla. Come se non bastasse, arriva anche Arlecchino, servitore di Ottavio, dispettoso e ignorante, a rimescolare le carte in modo che Beatrice si allarmi per i propositi che Corallina ha di far sposare Florindo con Rosaura. In pi c' il testamento di Ottavio, che il notaio Ser Agapito si predispone a redigere su precisa richiesta di Beatrice e che taglierebbe fuori Florindo da ogni possedimento a vantaggio di Lelio. Per fortuna, per, proprio grazie all'opera instancabile, astuta ed amorevolissima della protagonista a favore di tutta la famiglia del giovane padroncino Florindo, si arriva finalmente all'insperato happy end, con l'immancabile catena di buoni matrimoni e la cacciata definitiva di Beatrice e Lelio dalla famiglia de Nero. La commedia ambientata a Verona.

commedia

italiano

2000

2

8

8

3

3

si

Premio giuria per la migliore ambientazione, 2001 teatro Silvio Pellico di Trieste (L'Armonia)

si