• Home

A fronte alta

Antonello Cossia

Ho scritto questo testo procedendo per accumulo di suggestioni, ricordi personali, resoconti di persone a me care.Era periodo di blocchi mondiali contrapposti. C'erano braccianti che affrontavano dure lotte per la propria autodeterminazione, uomini che per guadagnarsi da vivere scendevano nel ventre delle montagne a metri e metri di profondit, altri uomini intanto ricostruivano case distrutte dalla guerra, mentre ancora altri uomini sfidavano i propri simili con le mani coperte da guantoni per cercare di trasformare la propria condizione.Non si rifugiavano nei sogni, li inseguivano, se ne appropriavano, li rendevano spesso realt. E' grazie a ci che il paese si trasformato, uscendo, almeno in apparenza dal disastro della seconda guerra.Il neorealismo ha raccontato molto bene le tante storie, i drammi e le ambizioni di questi piccoli grandi sognatori. Io ho solo avuto il desiderio di aggiungerne un'altra, quella di un uomo normale, semplice, che anche quando sceso dal ring, ha affrontato la vita a fronte alta.

commedia

italiano

2005

1

Da 31 a 60 minuti

1

1

0

0

si

Finalista premio Dante Cappelletti

si