• Home

Il Tiglio. Foto di famiglia senza madre

Tommaso Urselli

C’è una separazione in atto: un padre avvia le pratiche per l’inserimento del figlio presso una comunità per disabili psichici in seguito a uno spiacevole episodio (il giovane ha morso l’uomo e ha cercato di scaraventarlo giù per le scale). Sia per l’iter burocratico che per la difficoltà di entrambi a separarsi, il processo si rivela lungo e sofferto. In particolare il figlio fatica ad accettare il distacco e il padre è costretto a giustificarsi sia con verità che con mezze bugie: si inventa un imminente ricovero in ospedale, dovuto al suo precario stato di salute, che lo costringerà a stare via da casa per un lungo periodo. Una volta avvenuto l’inserimento presso la comunità (“Il Tiglio”, da cui il titolo del lavoro), si susseguiranno una serie di incontri tra padre e figlio fatti di incomprensioni, tenerezze, silenzi, dialoghi spesso surreali; il tutto sotto gli occhi di una improbabile dottoressa. Il testo vuole andare ad indagare e raccontare non solo un caso di malattia psichica, ma anche e soprattutto una situazione di disagio e di malessere allargata a un nucleo familiare.

dramma

italiano

2010

1

Da 61 a 90 minuti

2

2

1

1

si

Premio Borrello 2010. Testo pubblicato su Sipario n.727

si