• Home
  • Autori
  • Libreria virtuale

Generazioni Scorrette

Alessandro Martorelli

Generazioni Scorrette è una raccolta di storie i cui protagonisti sono persone che si trovano ai limiti o proprio all’esterno di quella sfera inviolabile e sacra in cui l’individuo fin dalla nascita viene spinto ad entrarci per evitare l’esclusione dalla società. Una sfera che ha un nome preciso: normalità. Chi resta fuori da essa sostanzialmente è perché è un diverso. Ma ciò non significa che non debba essere classificato. Quindi ad ogni diversità corrisponde un’etichetta che però, secondo il buon costume moderno deve essere anche politicamente corretta. Schizofrenico, Disabile, Detenuto, Omosessuale ecc. sono solo alcuni dei termini con cui definiamo l’altro, il non “normale”. Quasi che con l’utilizzo di un termine più dolce, possiamo allontanarli da noi con garbo, senza rimorso e soprattutto senza le accuse gratuite dei falsi moralisti. Ma cosa ne pensano loro, i diversi? Eccoli quindi, alternarsi sul palco per raccontare le proprie storie, fatte di emarginazione, difficoltà, ed esclusione. Ma fatte anche di determinazione e di volontà a proseguire la loro vita senza chiedere o pretendere nulla a nessuno se non il rispetto. Queste persone travestite da personaggi mettono a nudo la loro scorrettezza e lo fanno senza rabbia o rancore, ma anzi, utilizzando un arma che riesce a demolire anche il più rigido dei benpensanti: l’ironia, dolce o amara che sia.

dramma

italiano

2015

1

Da 61 a 90 minuti

2

2

2

1

si

Premio Stella d'Oro di Allerona come Miglior Monologo "Gli occhi di un detenuto", Premio Portici in Teatro di Napoli come Miglior Monologo "Ambaraba...cicci"

si